258 Shares 2031 views

Imposte sul reddito – il rimborso

Le tasse sono il principale tipo di pagamenti diretti, che sono a carico da entrambi i legali e persone fisiche, definiti come un reddito fiscale. Tali imposte vengono detratte dall'importo totale del reddito, cioè, dai guadagni lordi per l'anno passato. Inoltre, le tasse possono essere dedotti dal reddito corrente e mensile. Di solito si presenta come un pagamento una tantum.


Se lo stipendio è inferiore alla quantità che è soggetto a imposta, le detrazioni non sono fatti. Nel nostro paese, non è soggetta a tasse di pensione.

Redditi soggetti a prelievo fiscale è determinato detraendo il 13% del totale guadagnato, tenendo conto di tutti i benefici e sconti, che hanno una base giuridica.

cittadini imponibili, indipendentemente dal fatto che abbiano o non hanno la residenza permanente in Russia. La cosa principale che erano sul territorio della Federazione Russa di 13 giorni o più.

Molti si chiedono come restituire l'imposta sul reddito, se v'è un vantaggio, ma come usarlo, non lo so. Questa è una procedura abbastanza complicata, seguita da ritardi burocratici. E 'necessario la presentazione della dichiarazione delle imposte, si applicano per la restituzione dei fondi fiscali, così come la domanda di detrazione. La prima volta che ha messo in questa situazione, è meglio affidare i documenti per il rilascio di una persona giuridicamente competente in questo campo.

Chi può recuperare l'imposta sul reddito, per saperne di seguito. L'uomo l'acquisto di una prima proprietà, ha il pieno diritto ad un rimborso per un importo di 260 mila rubli, se il documento sul diritto di proprietà si ottiene dopo il primo gennaio 2008. Quando la registrazione della transazione prima di tale data può essere restituito al pagamento per l'importo massimo di 130 000 rubli. A volte le dispute per il ritorno della tassa vengono risolte in tribunale. Ciò si verifica nei casi in cui un cittadino non è d'accordo con la decisione di ispezione tributaria. Di solito esso costituisce in eccesso rispetto alle detrazioni fiscali ufficiali.

Dei prestiti ipotecari, il mutuatario può restituire l'imposta sul reddito del 13% detratto dall'importo dell'imposta.

Venduto la proprietà, che era di proprietà di più di tre anni, la deduzione proprietà non è destinato. Cioè, il denaro ricevuto dalla vendita, quali appartamenti, non sono tassati. Tale regola è giustificata per i precedenti che sono emersi nel corso del 2009.

Da quando v'è un periodo di conto alla rovescia di tre anni. esempio:

Si hanno dato un appartamento, lo avete scambiata, o stipulato un contratto di affitto, di conseguenza, l'inizio del periodo sarà considerato come il momento in cui mi è stato fatto registrare una proprietà in regpalate. In tal caso, se avete acquistato la proprietà nel nuovo edificio, il conto alla rovescia inizia dal momento in cui mettere le mani su un certificato di proprietà. Andando immobiliare ereditato – possesso dopo la morte del testatore. Se il vostro appartamento è stato cooperativo, che, dopo tutti i pagamenti sono stati effettuati, decorre mandato.

Che privilegio per l'imposta sul reddito esiste ai nostri giorni? Come sappiamo, l'aliquota base è del 13%. Su questa base, calcolato e pagato le imposte sul reddito personale. Ho trovato un sacco di casi, quando una persona che ha pagato l'imposta ha già il diritto di restituirlo se ci sono motivi legittimi per farlo.

I rimborsi possono essere realizzati nelle seguenti situazioni:

  1. Quando la sua casa è costruita;
  2. Al momento dell'acquisto di un auto, case o appartamenti privati;
  3. Quando si applica per un prestito o un prestito per l'edilizia abitativa o di mutuo ipotecario;
  4. Insegnare ai bambini o studio privato;
  5. Al momento dell'acquisto di farmaci o di trattamento;
  6. Al momento dell'acquisto di LCA di assicurazione;
  7. Quando assicurazioni volontarie;
  8. Quando le donazioni della chiesa;
  9. Al momento di effettuare la carità.

Se l'imposta sul reddito non è possibile tornare in un prossimo futuro, non è necessario alla disperazione. C'è un termine ufficiale, durante il quale è possibile tornare a ripetere la procedura. Egli è di tre anni.