654 Shares 8448 views

"Padri e figli": il significato delle opere di Turgenev. I problemi del romanzo "Padri e figli"

arte classica perché così chiamato, che il valore di ciascun prodotto incluso nella sua fondazione, testato da tempo. Shakespeare, da Vinci pittura, musica, Schnittke, Rodin – elenco può essere lungo, perché la lista dei successi del genere umano, creato durante la sua esistenza e lo sviluppo, è davvero lunga e saturi. E i rappresentanti della cultura russa possono essere orgogliosi della loro grande concittadino, Ivan Sergeevich Turgenev, è uno dei primi posto d'onore tra gli autori hanno riconosciuto il globale e letteratura classica russa.


Il creatore del romanzo russo

Sì, esattamente. Naturalmente, per Turgenev nella letteratura russa è stato un sacco di romanzieri di talento. "Enciclopedia della vita russa" in versi, scritto da Puskin, un ritratto psicologico di un'intera generazione, creato da Lermontov nel suo "eroe …", e molte altre opere meravigliose dare cibo per la mente e il cuore del popolo russo, educato, sviluppato, ha spiegato, ha contribuito a forma spiritualmente individui maturi patrioti del loro paese. Ma era Turgenev fatto un romanzo russo al vasto mondo della letteratura, ha introdotto lettori stranieri con l'originalità della nostra cultura, la vita, la storia. Brevità, straordinaria espressività del linguaggio, la tensione della trama, che visualizza i più importanti questioni sociali e politiche nella società, la lotta ideologica, caratteristica della realtà russa, intuizione psicologica profonda e sorprendente abilità di un vero artista – queste sono le caratteristiche distintive di Turgenev romanziere e le sue migliori creazioni. Grazie al pubblico straniero Ivan Sergeevic e critici imparato a conoscere questo incredibile fenomeno – "romanzo russo" "Letteratura Russa", Il più importante e amato il loro bambino da parte dell'autore erano "Padri e figli". Il significato delle opere non riflette solo la famiglia polisillabico, le relazioni umane sociali, civili e generali, ma anche il punto di vista di Turgenev su questi temi.

Perché Padri e figli

La posizione del autore nel romanzo non è specificato direttamente. Ma è abbastanza facile per determinare se si dà un'occhiata da vicino la composizione del prodotto, analizzare la lingua personaggi, sistema di immagini, per individuare il ruolo dei singoli elementi, come il paesaggio, nel romanzo. Questo, per inciso, è molto interessante, "Padri e figli". Significato del lavoro di cui già nel titolo, e la principale tecnica artistica di opposizione o antitesi, possono essere rintracciate in tutto il romanzo.

Allora, perché padri e perché i bambini? Perché la famiglia – è una piccola fetta di tutta la società, e in essa, come in uno specchio, riflette le complesse, a volte drammatici conflitti che scuotono e febbrile coscienza pubblica. Con il tempo del concepimento e della nascita della scrittura delle vite romanzo, secondo il critico Belinskij, "sparsi nella profondità e l'ampiezza" nella grande varietà dei suoi elementi. Questa varietà di forme e ci permettono di vedere e capire i "Padri e figli". Significato del lavoro si rivela nel conflitto tra le generazioni, nei loro punti di vista sulla politica, la religione, la scienza, l'arte, l'ordine mondo sociale e l'ordine mondiale. Non meno vivido e conflitto di classe, aggravata contro lo sfondo del confronto duro delle forze sociali e le sfide. Il lettore attento, che va di capitolo in capitolo, comprendere più chiaramente il titolo metaforico di "Padri e figli". Significato di un'opera non è solo per mostrare la continuità delle generazioni e disimpegno (aspetto umano generale), ma anche per rivelare il confronto di opinioni e pareri affermati e nuovi, arrivando a sostituire il vecchio.

pensato la famiglia

Analizziamo il primo "pensiero della famiglia" nel romanzo. Va notato che il tema della famiglia è caratteristica di Turgenev. Per tutta la sua vita adulta lo scrittore visse "sul bordo del nido di un altro", ed erano con lui un bel rapporto complicato con la madre. Perché, forse, caro Ivan Sergeevič calore di casa, l'armonia del rapporto tra le generazioni più anziane e più giovani. Il prodotto di "Fathers and Sons" afferma quei valori eterni, senza i quali, infatti, non possono muoversi in avanti progresso. Illustra questo con una famiglia Kirsanovy esempio. Arkady, rappresentante della generazione più giovane e la migliore, però, ed è influenzato da Bazarov, ancora intimamente connessa con i loro cari. Anche dopo l'arrivo a bordo otchie esclama che qui e l'aria è più dolce e più costoso e più vicino di quanto nella capitale. Fare un'escursione nel passato dei suoi eroi, Turgenev ha detto che Kirsanov padre costantemente cercato di avvicinarsi al figlio, di condividere i suoi interessi, a vivere di ciò che vive Arkady conoscenza con i suoi compagni, cercando di capire la nuova generazione che viene in vece dei suoi coetanei. Il prodotto di "Fathers and Sons", come già accennato, il romanzo-antitesi. Ma mentre Bazarov, ed è uno strenuo oppositore del tutto il passato, i "padri", tra cui, anche se esteriormente maleducato con il padre e la madre e apertamente deride e disprezza "vecchio Kirsanovy" sentimento di parentela non è estraneo. Così, le tradizioni familiari e sacro vincolo del Turgenev. Accogliendo con favore la nuova era, lo scrittore è convinto che non si può realizzare pienamente epoche passate trasversali, tra cui la continuità delle generazioni.

Nuova e vecchia

Il significato del romanzo "Padri e figli" è più ampia e più profonda rispetto a quanto indicato sopra domanda. Sì, in effetti, le giovani generazioni, con il suo massimalismo intrinseca spesso si considerano più intelligenti, più progressista, più talento, più capace di azioni significative e utili per il paese rispetto a quelli la cui età è volge al termine. Ahimè, ma in generale è. E Nikolai Petrovich e Petr Petrovich Kirsanov, persone istruite e moderne di mente, ma in gran parte dietro il volante secolo in avanti in maniera incontrollata. Nuove idee scientifiche, gli sviluppi tecnologici, idee politiche per loro è difficile da comprendere e difficile da accettare nella loro vita quotidiana. Ma questo significa che il passato non deve essere residui di distruggere, dimenticare di dare in su, "chiaro", come espresso da Bazarov? Che cosa, allora, per costruire un nuovo posto nel vuoto? Nichilista Eugene non è possibile tracciare un quadro dettagliato – a quanto pare, non sa, non è essa stessa. E il significato del romanzo "Padri e figli" dall'autore giustamente visto non solo per criticare la bruttezza della realtà russa, il sistema sociale marcio, e le relazioni spesso umani, ma anche per dimostrare che non si può abbandonare completamente il passato. civiltà umane si susseguirono, e ciascuno si è basata sui risultati precedenti.

concezione ideologica ed estetica del romanzo

Che altro romanzo "Padri e figli"? Il prodotto di Turgenev scritto in 3 fasi. Il primo risale al 1860-1861 anni, quando ha creato il testo principale, la trama si è formato e modellato il sistema. Il secondo si riferisce alla caduta del 1861 – l'inizio di inverno in 1862 anni. In questo momento lo scrittore ricicla attivamente il testo, rendendo la trama e gli emendamenti compositi, estende il campo illuminato dai problemi in conformità con i cambiamenti politici nel paese. E, infine, nel periodo da febbraio a settembre 1862, le modifiche finali alla prima edizione di "Russian Journal" funziona "Padri e figli". I problemi del romanzo – una vivida immagine del movimento di sollevare la gente comune, i democratici rivoluzionari; che mostra il nuovo, basta digitare l'attivista sociale nascente, nichilista, viene messo in discussione tutte le basi dello Stato russo. 238 pagine di stampa fine grafia di Turgenev andati nella storia della vita di un ribelle Bazarov, critica il nichilismo amorale, il conflitto tra conservatori, liberali e progressisti rivoluzionari di mentalità, la divulgazione di filosofici, spirituali, religiosi, etici ed estetici, i conflitti morali.

Che l'autore ha voluto dire e quello che ha detto?

Per comprendere il significato del romanzo "Padri e figli" è impossibile senza rivelare l'immagine del personaggio principale – un nichilista Evgeniya Bazarova. L'autore ha dichiarato di aver visto la figura di un forte, vizioso, selvaggio e incontrollabile, onesto, provenienti dal popolo, ma è destinato al fallimento, perché il tempo non è ancora venuto Bazarovs. Ha ammesso che lui conosce, ama o odia la stessa immagine che ha creato. Dopo tutto, lo scrittore ha cercato di criticare soprattutto la nobiltà come un tempo buono, ma ora moribondo, classe conservatrice, inibendo lo sviluppo economico e politico del paese. Ma Bazarov è venuto alla ribalta, ed è su questo personaggio sviluppato nella critica interna della controversia. Alcuni pensavano il carattere caricature vizioso principale, Lampoon sulla generazione più giovane. Altri raccolti parola Turgenev "nichilista", ha cominciato a chiamarli ogni sorta di eccessi, agitazione politica prodotta dagli studenti. E il nome di Bazarov è diventato sinonimo di uno dei nomi del diavolo – Asmodeus. In terzo luogo, raccogliendo le idee rivoluzionarie, eretta Yevgeny Vasilyevich al rango del loro leader spirituale. Turgenev non condivideva l'idea di qualcuno, né il secondo, né il terzo. Questo è stato uno dei motivi della scissione ideologica tra lo scrittore e membri di "Contemporanea".

vita di vittoria sull'ideologia

Sì, Ivan Sergeevic, con tutta la simpatia sincera per la nobiltà e la compassione per Bazarov, ed alcuni condannati, e altri. Nel romanzo, ha dimostrato che la vita è più complessa e variegata di tutte le ideologie, le dispute politiche, e non può essere messo in alcun letto di Procuste. Natura, l'amore e l'affetto sincero, rigenerante e potere nobilitante dell'arte, il patriottismo prevarranno su qualsiasi "peccaminosa, cuore ribelle appassionato." E fino ad oggi il destino degli eroi opere di interesse e preoccupazione per noi, dare luogo a controversie, incoraggiati a cercare di capire più profondamente possibile e insegnare a tutti di essere un uomo. E questa è la caratteristica principale dei grandi classici.