476 Shares 2846 views

politica estera della Russia nel 17 ° secolo: le principali indicazioni, obiettivi, risultati

Nella storia del nostro paese del XVII secolo, è una pietra miliare molto importante, perché in quel momento ci sono stati molti gli eventi che hanno influenzato il successivo sviluppo dello Stato. Particolarmente importante è stata la politica estera della Russia nel 17 ° secolo, poiché a quel tempo era molto difficile per respingere più nemici allo stesso tempo mantenendo la forza per i lavori domestici.


Cosa ha determinato l'atteggiamento politico?

In generale, i bisogni del, militare economica e culturale determinato il successivo sviluppo del nostro paese in quei secoli. Di conseguenza, la politica estera della Russia nel 17 ° secolo era completamente dipendente dalle sfide che hanno affrontato i funzionari del governo in quei tempi difficili.

compiti principali

In primo luogo, è stato necessario restituire immediatamente tutte le terre che sono state perse a seguito dei Troubles. In secondo luogo, prima che i governanti del paese avevano il compito di collegare di nuovo tutti i territori che un tempo erano parte di un altro Rus 'di Kyiv. Naturalmente, in molti modi che sono guidati in alcun modo solo le idee di riunificazione dei popoli, una volta separati, ma anche il desiderio di aumentare la percentuale di terre coltivabili e il numero dei contribuenti. In poche parole, la politica estera russa del 17 ° secolo è stata finalizzata a ripristinare l'integrità del paese.

Cimurro è molto difficile da dire al Paese: il tesoro era vuota, molti contadini impoveriti in modo che semplicemente non erano possibili per prendere una tassa. Ottenere nuova terra, non saccheggiato dai polacchi, permetterebbe non solo per ripristinare il prestigio politico della Russia, ma anche per rifornire le sue casse. In generale, è stata la principale politica estera russa nel 17 ° secolo. Tabella (10 classe della scuola deve sapere perfettamente), data più avanti in questo articolo, riflette il più globale del suo scopo.

L'accesso al mare

La loro implementazione è stata estremamente importante avere una presa per il Mar Nero e del Mar Baltico. In primo luogo, la presenza di questi percorsi permetterebbe senza problemi per rafforzare i legami economici con l'Europa, che stabilisce la consegna delle merci non è solo raro, ma anche la tecnologia, letteratura e altre cose che potrebbero contribuire ad eliminare l'arretrato nel settore industriale del paese.

Infine, è stato il momento di decidere qualcosa con la Crimea khan: grande paese poco dignitosa in un momento di soffrire di attacchi di qualsiasi "melkotravchatomu" alleati del sultano turco. Tuttavia, non dimenticare il vecchio ritornello sulla carta esercito e anfratti … In questo modo abbiamo avuto un sacco di difficoltà.

verso est

Non dobbiamo dimenticare, inoltre, che la politica estera della Russia nel 17 ° secolo in gran parte ha perseguito l'obiettivo di ampliare l'est del paese in vista di un ulteriore sviluppo e valorizzazione del territorio.

In particolare, per l'esportazione ha richiesto una quantità enorme di pelliccia di zibellino, che è stato utilizzato nel mondo della domanda incredibile. L'unico problema era che nella parte europea del paese questi animali preziosi erano secoli fa povybity. Infine, è fortemente necessario per raggiungere l'Oceano Pacifico e impostare su di esso un confine naturale. E un altro. Il paese mancava mod "teste violenti" che era un peccato. E 'stato deciso le persone più attive, ma in difficoltà per inviare in Siberia.

Questo risolve due problemi in una volta: Centro State eliminare "elementi indesiderabili", ed il bordo è sotto sorveglianza pesante. Questo è quello che era la politica estera della Russia nel 17 ° secolo. La tabella vi mostrerà le attività di base che dovevano poi decidere.

tappe fondamentali della politica estera russa XVII secolo

compiti principali

Conseguenze, metodi soluzioni

Il ritorno del terreno Smolensk che è stato perso durante i Troubles

Negli anni 1632-1634 è stata condotta la guerra Smolensk, i cui risultati Mikhail Romanov è stato riconosciuto come il legittimo sovrano della Confederazione Polacco-Lituana Russia

Nutrire fedele alla popolazione russa ortodossa del Commonwealth

Ciò ha portato alla guerra russo-polacca di 1654-1667 anni, e ha contribuito anche alla guerra russo-turca del 1676-1681 anni. Come risultato di terreno Smolensk è stato finalmente conquistata, una parte della Russia è entrato Kiev e l'area circostante

La soluzione al problema della Crimea Khan

Immediatamente due guerre: la suddetta guerra russo-turca del 1676-1681 anni, e anche le prime campagne di Crimea del 1687 e 1689 di. Ahimè, le incursioni continuarono

Sviluppo delle terre dell'Estremo Oriente

Siberia orientale fu annessa. Con la Cina ha firmato il Trattato di Nerchinsk

passaggio preparazione al Baltico

La guerra con la Svezia 1656-1658 anni, i cui risultati non poteva riguadagnare l'accesso al mare

Complesso era la politica estera della Russia nel 17 ° secolo. La tabella mostra chiaramente che non fa alcun solo decennio, il successo ha accompagnato il nostro stato non è sempre senza guerre.

Che ha impedito di risolvere i principali problemi?

Il principale non era anche le attività degli "amici eterni" di fronte del Regno Unito e la Francia, e la sua arretratezza tecnologica. Europa nel corso del prossimo, di trenta anni, Guerra, è riuscito a ripensare completamente la teoria di armamento e di organizzazione delle truppe sul campo di battaglia, così come le tattiche della loro applicazione. Così, la forza d'attacco principale è tornata ad essere la fanteria, che dalla fine dell'Impero Romano era ruoli slave. Mezzi di rafforzarla ha cominciato a sviluppare intensamente in quei giorni l'artiglieria reggimento.

Arretratezza negli affari militari

E qui si è in fase di stallo politica estera della Russia nel 17 ° secolo. Tabella (Grade 7 deve sapere la sua posizione di base) di questo spettacolo non sono in grado di, ma l'esercito era estremamente debole. Il fatto è che nel nostro Paese la spina dorsale delle forze armate fino ad ora era la cavalleria aristocratica. Per affrontare i resti dell'Orda potente una volta che poteva con successo, ma in un incontro con l'esercito la stessa Francia che probabilmente sarebbe stato in attesa di una grave perdita.

Così, la politica estera della Russia nel 17 ° secolo (una breve esponendo) era principalmente finalizzato alla creazione di militari normale, il commercio e l'apparato amministrativo e diplomatico.

Su questioni di armi

Il paese enorme è fortemente dipendente l'importazione di armi. Arretratezza nelle tattiche e le armi in programma di eliminare dalle armi di importazione ad alta intensità da produttori europei, così come il coinvolgimento di ufficiali in servizio. Tutto questo si traduce non solo in funzione delle maggiori potenze del periodo, ma anche molto costoso per il paese.

Così, la politica estera della Russia nel 17 ° secolo (le direzioni principali di cui abbiamo descritto) è stata fondata su un paradosso: da un lato, nessuno metteva in dubbio la necessità di una guerra con gli europei. D'altra parte – che essi hanno per comprare armi e munizioni costosi che hanno aumentato il potere militare ed economico delle potenze del Vecchio Mondo, ma molto indebolito la Russia, già senza vita Troubles.

Così, alla vigilia della tabella di cui al la guerra russo-polacca ha dovuto spendere un sacco di oro. Nei Paesi Bassi e in Svezia, è stato acquistato almeno 40 000 moschetti e 20 mila chili di polvere da sparo scelta. Tale importo non è inferiore a 2/3 delle armi di fanteria. Allo stesso tempo, continua ad aumentare la tensione da parte della Svezia, che copre non solo l'accesso al Mar Baltico, ma continua a rivendicare una gran parte delle terre russe.

Atteggiamento verso il paese sulla scena internazionale

Molto duramente colpita dal fatto che in Occidente, la Russia viene percepita solo come, paese estremamente arretrato "barbara", il cui territorio è soggetto a espansione obbligatoria, e la popolazione è stato progettato in parte da assimilare. Per il resto, tutto era preparato per il triste destino degli Indiani del Nord America.

Così, più importante che mai c'è stata una forte politica estera russa nel 17 ° secolo. Il compito principale è stato rivolto a "Taglio attraverso la finestra", che in seguito ha fatto Pietro. arretratezza economica e militare erano in gran parte a causa della esclusione territoriale banale alla creazione di relazioni normali c'era una potente barriera turco-polacco-svedese.

Non dimenticare gli intrighi costanti dei mercanti inglesi, che non hanno Relish ottenere un potente concorrente in materia commerciale. Tutte queste contraddizioni possono essere risolte, ma solo con la creazione di un esercito potente e sfondare il commercio e blocco economico.

Ecco la base della politica estera della Russia nel 17 ° secolo. In breve, il compito più importante si trovava in Occidente, dove tutto è chiaramente sentito la minaccia della guerra.

La guerra in direzione ovest

Tutto questo ha portato al fatto che nel 1632, subito dopo la morte di Sigismondo III, nella Polacco-Lituana scoppiò la guerra per la revisione della Deulino accordi. L'istigatore del nostro paese ha fatto. Purtroppo, le forze erano ovviamente impari. In generale, la politica estera della Russia nel 17 ° secolo (una sintesi di cui abbiamo già parlato) in gran parte non è riuscita a causa della estrema imperfezione del corpo amministrativo, militare e diplomatico.

Ecco l'esempio più evidente e fastidioso. A causa del pessimo diplomatica re polacco Vladislav è riuscito a stabilire un contatto con i tartari della Crimea. Lento esercito russo, che è stato diretto da M. Shein, composto da persone militari. Quando hanno appreso che i tartari cominciarono incursioni regolari nel Paese, hanno appena lasciato l'esercito, che va a proteggere le loro proprietà. Tutto questo si è conclusa con il mondo Polyanovskiy firma.

Polonia ha dovuto restituire tutto il territorio conquistato, all'inizio della guerra, ma il Korol Vladislav completamente rinunciato ogni pretesa al trono russo, e la terra. La sconfitta del governatore dichiarato colpevole M. Shein e A. Izmailov, poi decapitati. Così, la politica estera russa nel secolo fino 17 ° non è un modo particolarmente efficace per noi.

Il territorio dell'attuale Ucraina

Allo stesso tempo, ha rotto il movimento di liberazione nazionale, nel territorio dell'attuale Ucraina. Nel 1648, in quelle parti ha rotto un'altra rivolta, che è stato a causa delle condizioni intollerabili per la popolazione ortodossa, che risiedono nel territorio del Commonwealth.

I colpevoli erano Zaporozhye cosacchi. In generale, sono stati molto buona vita: la protezione al di là Polonia dalle incursioni degli stessi tatari di Crimea, hanno ricevuto un premio decente (senza contare il bottino di guerra). Ma i polacchi non piaceva molto il fatto che i cosacchi preso nei suoi ranghi qualsiasi schiavo fuggitivo e mai tradito la sua schiena. E 'iniziato metodicamente "giro di vite", tagli di uomini liberi cosacchi. Guidò una ribellione scoppiata subito Bogdan Khmelnitsky.

I successi e gli insuccessi dei ribelli

Nel dicembre 1648 le sue truppe occuparono Kiev. Nel mese di agosto dell'anno successivo ha firmato un accordo transattivo. Hanno previsto un aumento del numero di cosacchi "ufficiali", a cui le autorità non possiamo lamentarci, ma nella lista dei risultati è conclusa.

Khmelnitsky inteso che l'ingiustizia non sarà in grado di risolvere il problema senza un aiuto esterno. L'unico candidato per l'alleanza è stata la Russia, ma il suo potere non è troppo ansioso di combattere, come il tempo è stato necessario per completare la riforma dell'esercito. Nel frattempo, i polacchi non tollerava la pace vergognosa; già nel 1653 i ribelli erano sotto minaccia di estinzione.

La Russia non poteva permettere questo. Nel dicembre 1653 ha firmato un accordo sulla riunificazione delle terre ucraine con la Russia. Naturalmente, subito dopo che il paese è stato trascinato in una nuova guerra, ma i risultati sono stati molto meglio del vecchio.

Questo è ciò che ha caratterizzato la politica estera della Russia nel 17 ° secolo. Le direzioni principali, gli obiettivi, i suoi risultati si possono trovare in questo articolo.