203 Shares 6963 views

Russia nelle relazioni internazionali, politica ed economica

Russia contemporanea nel sistema internazionale deve affrontare molte sfide. Quasi tutti sono stati ereditati dal passato sovietico. I problemi riguardano tutti gli ambiti delle relazioni internazionali :. La politica, economica, culturale, ecc In questo articolo cercheremo di capire quale sia la posizione fa la Russia nel sistema delle moderne relazioni internazionali. Cominciamo con i primi giorni del nuovo stato – la Federazione Russa.


BACKGROUND crollo dell'URSS

Russia nel sistema delle relazioni politiche internazionali ha iniziato a svilupparsi dopo che l'Unione Sovietica si sciolse in repubbliche indipendenti separati. Nella sua scala di questo evento è diventato una vera e propria catastrofe geopolitica del XX secolo. Va notato che i 80-th anni del XX secolo, l'ideologia comunista ha perso il suo appello alla maggioranza della popolazione sovietica. Nel mondo di questo è accaduto molto prima. Così, nelle 60-70-zioni. del secolo scorso, un'ondata di discorsi anti-comunisti nei paesi del Patto di Varsavia. E 'un errore sostenere che il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti è stato coinvolto in esse. segreti sovietici e controspionaggio abilmente identificati tutti gli agenti del West, e sono stati in grado di proteggere i loro cittadini, e cittadini di paesi alleati nel campo socialista della loro influenza ideologica. Le persone si sono diventati disillusi con l'ideologia del regime sovietico. Il motivo principale è stato un ritardo in Unione Sovietica da ovest sulle zone cruciali della rivoluzione scientifica e tecnologica, che era impossibile da nascondere. E 'anche sbagliato dire che i nostri cittadini venduti per i jeans e gomme da masticare il capitalismo ", come amano fare i Patriots, nostalgia per il passato sovietico. La qualità della vita dei cittadini europei, infatti, era molto meglio i cittadini, "sconfitto il fascismo."

"Delayed-azione contro le mine"

Russia nel sistema delle relazioni internazionali moderne guadagnato un nuovo status giuridico della 12 giugno 1990. In questo giorno, il Soviet Supremo della RSFSR proclamò la sovranità nei confronti dell'URSS.

La tragedia in questo è per noi che in realtà siamo stati i primi fuori del paese, che per tanto tempo ha raccolto dai nostri antenati. L'URSS è stata costituita solo negli anni '20 del XX secolo. Tuttavia, questo era dovuto al fatto che quasi tutte le repubbliche, che sono stati inclusi in Unione Sovietica (tranne la Polonia e gli Stati baltici e Finlandia) erano internamente pronti per la nuova unione da preservare i legami culturali ed economici tra loro dopo il crollo di un unico impero. Lenin e Trotsky fatto un grave errore geopolitico: hanno diviso il paese lungo linee nazionali, che inevitabilmente porterebbe allo sciovinismo nazionale e separatismo in futuro. Ricordiamo che I. V. Stalin si è opposto a tale unione, e il Presidente V. V. Putin ha definito questo processo "bomba a orologeria pegno", che "strappato" dopo il crollo dell'ideologia socialista, alla fine del ventesimo secolo.

Il nuovo status politico: Russia – il successore dell'URSS

Quindi, il nostro paese ha iniziato la sua nuova storia dopo il 1990. Da questo punto è necessario considerare il tema della "Russia nel sistema delle relazioni internazionali." Dopo il crollo dell'Unione Sovietica, ci siamo trovati di fronte alla necessità di geopolitica all'autodeterminazione, che incide sul posizionamento nello spazio geopolitico, la scelta dei punti di riferimento di civiltà vettore politica estera, modello di sviluppo economico e l'altro nuovo stato -. Federazione Russa – si è dichiarata un "partner" e "amico" dell'Occidente, democratica un paese che "il rispetto e accettare tutto il governo e i regimi esistenti" in tutto il mondo. Tuttavia, abbiamo mantenuto la tradizione e il passato sovietico:

  1. posizionandosi come Stato multietnico e multiculturale. Russia per la prima volta nella sua storia, potrebbe emergere come uno stato-nazione. La percentuale di russo nel nuovo stato è di circa 80%, e in alcune regioni fino al 99% del numero di abitanti. E 'più di quanto non fosse nel resto delle "repubbliche nazionali" della ex Unione Sovietica, al momento del crollo. Molti altri stati-nazione non possono vantare un tale percentuale della nazione titolare del numero di abitanti. Tuttavia, abbiamo volutamente abbandonata che lo stato come un omaggio al passato imperiale e sovietica. Non è un caso il primo presidente – B. N. Eltsin – ha iniziato tutto il suo appello al popolo con la frase: "Cari russi" – sottolinea lo status di cittadino, piuttosto che la nazione. Tra l'altro, il termine "russo" non ha preso piede nella nostra società, dando il via ad un "cittadino della Russia."
  2. Essere un membro permanente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Andò al paese, perché la Russia si è dichiarato il successore legale dell'Unione Sovietica.

Quest'ultima circostanza ci dà significativa leva sulla scena internazionale. Maggiori dettagli su questo capirà ulteriormente.

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite – uno strumento di influenza sulla politica internazionale

membro permanente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite dà motivi per dire che la Russia occupa un posto di primo piano nel sistema delle relazioni internazionali. Brevemente elencare i benefici di questo status:

  1. Il nostro rappresentante alle Nazioni Unite può imporre "veto" su qualsiasi risoluzione dell'Onu. Infatti, senza il nostro consenso, qualsiasi grande evento internazionale – la guerra, sanzioni contro altri paesi, la formazione di nuovi stati, ecc -. Sarà considerato illegale dal punto di vista del diritto internazionale.
  2. La Russia potrebbe innescare molte questioni all'ordine del giorno del Consiglio e altri di sicurezza dell'ONU.

Purtroppo, molti processi internazionali si verificano in elusione delle Nazioni Unite, che dà ragione di credere la crisi dell'organizzazione e accusarla di non riuscire a risolvere i problemi politici internazionali. Russia nelle relazioni internazionali non è più giocare lo stesso ruolo importante svolto una volta "unificata e potente 'Unione.

I fattori di influenza della Russia negli affari mondiali

membro permanente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite – non è l'unico strumento di influenza. Russia nel sistema delle relazioni internazionali prende una delle disposizioni chiave nei seguenti casi:

  1. Territorio. Il nostro Paese è il più grande nella zona e il settimo più grande della popolazione dello stato.
  2. Posizione. La Russia occupa una posizione geopolitica favorevole nel centro di Eurasia. è possibile creare le vie di transito economica più favorevole con una corretta conduzione della politica estera tra le "tigri asiatiche" – Cina, Corea del Sud e Giappone – e il Vecchio Mondo.
  3. Raw. la quota della Russia nel riserve globali di petrolio: – 10-12%, di ferro – 25%, sale potassa – 31%, gas – 30-35%, ecc Il nostro paese può influenzare i prezzi mondiali, volumi di produzione delle risorse minerarie del mondo, ecc …
  4. Potente potenziale nucleare ereditato dall'Unione Sovietica e gli altri.

Qual è il posto della Russia nel sistema internazionale? Tutti questi fattori ci permettono di capire che il nostro Paese – un potere trans-regionale influente e una superpotenza nucleare globale. sanzioni anti-russa del West e la sua pressione politica sul nostro paese sono temporanei non costruttiva. Questa affermazione non è autorità russe ufficiali e leader dei principali paesi occidentali. Speriamo che la situazione sarà presto normalizzarsi. Proviamo a simulare il possibile futuro, basata sulla geo-politica di autodeterminazione della Russia.

Opzioni per il futuro sviluppo della Russia

due scenari alternativi per lo sviluppo del nostro paese:

  1. Sarà un modo innovativo di sviluppo, si effettuerà una completa modernizzazione, che porterà all'approvazione di un regime democratico.
  2. La Russia diventerà un fattore di destabilizzazione della situazione in gran parte dell'Eurasia, che porterà all'approvazione del regime totalitario.

La terza forma di realizzazione non può essere. O ci evolviamo e diventare un paese sviluppato avanzata, o isola completamente il resto del mondo. La seconda opzione ripete il destino dell'Unione Sovietica. Purtroppo, molti economisti indipendenti e analisti politici dicono che stiamo per il secondo percorso e diventare "un campo di anarchia e il caos che si diffondono per le regioni limitrofe." I tradizionali "sovietici" i problemi di ritardo tecnologico aggiunto nuovo, inedito: l'imposizione dell'ortodossia, lo sciovinismo e il nazionalismo a livello statale, che si manifesta attraverso la costruzione del cosiddetto "mondo russo".

Russia nel sistema delle relazioni economiche internazionali

Ci si allontana dalla sfera politica ed analizziamo il economica. Russia nel sistema di relazioni finanziarie internazionali ha iniziato a svilupparsi dopo la sua entrata il mercato azionario internazionale. Questo evento, naturalmente, era uno sviluppo positivo per il commercio internazionale, ma per noi, al contrario, ha avuto un impatto negativo. La ragione è che non eravamo pronti per un brusco passaggio alla fase di "capitalismo selvaggio" dopo il "socialismo dal volto umano". Gorbaciov di "perestroika", anche se nascenti primi inizi di un'economia di mercato, ma la maggior parte della popolazione era confuso nelle nuove condizioni. Aggravare la situazione e "terapia d'urto" del nostro governo democratico, che ha battuto le tasche dei cittadini comuni. La fame e la povertà – simboli dell'epoca di transizione. La cosa andò avanti fino a luglio-agosto 1998 la crisi finanziaria. Dichiarare un default, abbiamo effettivamente rovinato molti grandi investitori stranieri. Tuttavia, dopo questi eventi, il nostro paese ha cominciato a sviluppare nello spirito del potere capitalista.

I problemi della globalizzazione economica per la Russia

Creazione di libertà economica per la capitale in concomitanza con l'isolamento politico del nostro Paese sulla scena internazionale porta ad un problema enorme per lo sviluppo economico dello stato: "fuga di capitali" c'è un In altre parole, molti imprenditori non sono interessati a sviluppo a lungo termine della Russia. Il loro obiettivo – per fare rapidamente una fortuna, e portare tutti i profitti in banche estere. Così, il deflusso di capitali nel 2008 è stato di $ 133,9 miliardi di dollari, nel 2009 – .. US $ 56,9 miliardi di dollari, nel 2010 -. Per il 33,6 $ miliardi di dollari, e così via anti-russo sanzioni stranieri e interni "torcendo .. noci "solo intensificato questi processi.

Conclusione può essere deludente: la transizione verso l'economia di mercato in Russia si è rivelata del tutto inutile. Solo i prezzi elevati degli idrocarburi, all'inizio del XXI secolo e ha creato l'illusione di prosperità. Tutto finì quando i loro prezzi sono scesi di nuovo ai livelli precedenti. Economisti dicono che più di questi impianti non è un valore di attesa in relazione allo sviluppo di fonti energetiche alternative.

Più avanti in questo articolo ricordiamo un po 'di storia e guardiamo a questi processi in diversi periodi storici.

La Russia nel XVII secolo

Russia nel sistema internazionale del 17 ° secolo ha portato una politica estera attiva. Il suo scopo – a "raccogliere" antiche terre russe che sono stati ceduti alla Polonia. Nel 1569, l'Unione di Lublino è stato firmato, in base al quale la Polonia e il Ducato di Lituania uniti in un nuovo stato – Rzeczpospolita. Ortodossi popolazione ucraina e bielorussa nel nuovo stato è stato sottoposto a una triplice oppressione: nazionale, religioso e feudale. Di conseguenza, è stato versato in un grande cosacchi e contadini rivolte. Dopo il più grande di loro – sotto la guida di Bogdan Khmelnitsky – Russia entra in guerra con la Polonia.

8 gennaio 1654 nella città di Pereyaslavl terrà Consiglio (Parlamento), su cui una decisione sulla riunificazione di Ucraina e Russia. Dopo di che, tutto il XVII secolo, il nostro paese ha difeso il diritto di queste aree durante le guerre continue con la Polonia, la Crimea, l'Impero Ottomano e anche la Svezia. Solo alla fine del XVII secolo, questi paesi hanno riconosciuto l'intera riva sinistra di Kiev e Ucraina nella cittadinanza in Russia, firmando vari trattati di pace.

Russia nelle relazioni internazionali: il 18 ° secolo

Nel XVIII secolo, la Russia è diventata uno Stato europeo potente. E 'collegato con i nomi di "grande sovrano": Pietro I il Grande, Elisabetta I il Grande e Caterina II la Grande. La Russia nel XVIII secolo, ha raggiunto i seguenti risultati:

  1. Ha guadagnato l'accesso al Mar Nero e del Mar Baltico. A questo scopo sono stati molti conflitti militari con la Svezia e Turchia.
  2. ritmo accelerato ha iniziato a sviluppare la propria industria, ci fu un rifiuto della importazione di materie prime, molti beni industriali e armi.
  3. La Russia è diventata il più grande esportatore di grano.
  4. Il nostro paese è finalmente annesso tutto il paese di Rus. Questo è diventato possibile dopo la partizione (ci sono stati diversi) del Commonwealth.

obiettivi non realizzati in politica estera del XVIII secolo

Va notato che i piani dei nostri governanti nel XVIII secolo furono grandiosi:

  1. La creazione di un unico Stato europeo ortodosso che dovrebbe includere tutti i popoli ortodossi dell'Europa.
  2. L'accesso al Mar Mediterraneo. A tal fine è stato necessario per catturare i due stretti turchi – il Bosforo e dei Dardanelli.
  3. La Russia era diventata un centro culturale globale, così come il principale centro dell'autocrazia globale. È per questo che il nostro paese ha ospitato tutte le "persone reali" di Francia dopo il rovesciamento durante la rivoluzione francese e di cui il "dovere di punire il parvenu" – Napoleon Bonaparte.

La Russia nel XIX secolo

Russia nel sistema internazionale del 19 ° secolo è stato coinvolto nei processi di integrazione industriale globale. Fino alla metà del secolo, si conservava ancora il conservatorismo. Abbiamo sconfitto Napoleone, considerato "il gendarme d'Europa" e il garante della sicurezza nel mondo. Tuttavia, i principali paesi europei hanno già messo a punto sulla via del capitalismo industriale. La Russia è in ritardo rispetto di loro è diventato sempre più evidente con il passare degli anni. Infine, è diventato chiaro dopo la guerra di Crimea del 1853-1856. In cui i nostri soldati sterminato dalla distanza rigata pistole europee, fucili a lungo raggio, e il mare, la nostra flotta a vela più recente è stata distrutta piroscafi.

Dopo questi eventi, la Russia si rifiuta di politica estera attiva e apre le sue porte al capitale straniero internazionale.