570 Shares 2531 views

Cattedrale della Trinità di Alexander Nevsky Lavra: descrizione, storia e fatti interessanti

A sud-est del centro di San Pietroburgo, vicino alle rive del Neva, è la cupola della maestosa cattedrale della Santissima Trinità, che è un centro architettonico e un ornamento dell'Argentina Nevskij Lavra. Le sue linee nobili sono familiari e vicine a ogni Petersburger. Sono diventati la stessa carta di visita della città, come una barca sulla spira dell'Ammiragliato e "il razzista pilota che ha sollevato la Russia".


Il monastero, nato dal comando di Pietro il Grande

Le cronache storiche indicano che nel 1710, dopo aver visitato la confluenza del fiume Nera nella Neva – questo è il nome dell'attuale Monastirka – l'imperatore Pietro il Grande ha ordinato di costruire un monastero dedicato al principe santo e benedetto Alexander Nevsky. Il suo desiderio non era un capriccio minuto. Questi erano gli anni della guerra con la Svezia, e l'aiuto del patrono celeste, in particolare l'esperienza di smascherare gli svedesi, era necessaria. La scelta del luogo per la costruzione del monastero era il risultato dell'opinione mista che esisteva in quegli anni che era in questo luogo che il principe Alessandro ha vinto la sua vittoria.

Avendo posato "il prossimo arrogante indignato" la sua grande città, il caro Pietro stabilì la sua costruzione su un piede largo. È stato sviluppato un piano generale, secondo il quale le strade della città si estendono in ordine geometrico rigoroso. I migliori architetti stranieri sono stati invitati a costruire edifici governativi, chiese e palazzi dei nobili. Il lavoro di migliaia di servi, guidati da tutta la Russia, dalle paludi delle paludi finlandesi è salito a nord di Venezia.

In mezzo alle opere, quando i bastioni della fortezza di Pietro e Paolo furono eretti e le prime navi della flotta russa sono state lanciate dal nuovo cantiere di Ammiragliato, l'Imperatore era preoccupato per la necessità di creare un centro spirituale. Caro Pietro desiderava che i monaci onesti, lontani dal rumore della città, pregavano costantemente di inviare la benedizione di Dio a tutte le sue impegni. Inoltre, come già accennato, la guerra con gli svedesi era in pieno svolgimento e la memoria del santo che li ha sconfitti è stata quella di ispirare i guerrieri attuali.

Preparativi per la costruzione del monastero

Per il nuovo monastero, l'Imperatore ha assegnato personalmente un grosso pezzo di terra sulle rive del Neva, inoltre, è stato attribuito a aree estese nella regione degli Olombi. Il progetto del complesso architettonico è stato realizzato due anni dopo dall'architetto italiano dell'origine svizzera Domenico Trezzini.

Progetto D. Trezzini

Inizialmente era stato progettato che un complesso di edifici monastici, distribuiti simmetricamente su tutto lo spazio assegnato ad esso sulla riva di Neva, avrebbe dovuto diventare un'altra struttura difensiva a sud-est del capitale giovane, per cui è stato costruito secondo tutte le regole della fortificazione.

Collegare il monastero a San Pietroburgo è stato progettato per essere posato attraverso la strada forestale del boschetto, chiamato il piano come "Nevskaya Pershpektiva" – la futura strada principale Nevsky Prospekt.

Il centro architettonico del monastero in costruzione sarebbe stato di diventare un tempio, il luogo per il quale era indicato sul piano da parte di Trezzini e da cui intendeva iniziare la posa di Nevsky Prospekt. La creazione del progetto del tempio fu affidata ad un giovane architetto tedesco che era arrivato di recente dalla Germania, ma che riuscì a guadagnare fama per l'architetto T. Schwerfeger, un devoto devoto dello stile del barocco tedesco che era di moda in quegli anni.

Il primo pancake è grasso

Questa prima Cattedrale della Trinità di Alexander Nevsky Lavra, non conservata finora, era una struttura grandiosa decorata con due torri campanili con guglie sulle cime. Nel 1719 iniziava un complesso di opere preparatorie. La costruzione dell'edificio, durata undici anni, è stata completata entro il 1733, ma si è ben presto reso evidente che nel suo schema furono commessi gravi errori.

In particolare, il terreno su cui è stata eretta la fondazione non è stata sufficientemente rafforzata. Di conseguenza, vi era un sedimento irregolare di alcune parti della cattedrale, che ha causato la comparsa di fessure nelle sue volte. Fondata nel 1744, la commissione giunse alla conclusione del reale pericolo del crollo dell'edificio e dell'impossibilità del suo sfruttamento.

Lo smantellamento completo del tempio, iniziato nel 1753 e prodotto sotto la guida del consigliere di Stato Ivan Yakovlevich Rossi, l'omonimo del famoso Karl Rossi, durò due anni. Dopo che la prima Cattedrale della Trinità dell'India Alexander Nevsky Lavra a San Pietroburgo fu completamente smantellata, rimase per sei anni l'unico elemento incompleto dell'intero complesso monastero eretto a quel tempo.

Il comando più alto di Caterina II

La nuova fase della costruzione del tempio appartiene al regno dell'imperatrice Caterina II, il cui comando nel 1763 è stato il concorso dei progetti della cattedrale. A cui hanno partecipato gli architetti più titoli del tempo, come Yu. M. Felten, AF Kokorin, FF Vist, SA Volkov e molti altri. Nessuna delle opere presentate ha ricevuto la massima approvazione e il progetto di costruzione è stato congelato per altri undici anni.

Solo nel 1774, quando furono impossibili ulteriori ritardi – il monastero fu costruito e non c'era una chiesa centrale – Caterina II ordinò di affidare il progetto della sua creazione all'architetto russo Ivan Yegorovich Starov. I lavori sulla documentazione tecnica hanno durato due anni e nel 1776, dopo la massima approvazione del progetto, il suo autore è stato affidato alla gestione della costruzione. L'imperatrice era personalmente presente alla solenne posa della cattedrale. Subito dopo la fine delle feste, la benedizione, hanno cominciato a lavorare.

Completamento del lavoro e consacrazione del tempio

Quattro anni dopo due torri a torre a due piani si alzarono verso il cielo. Su uno di loro, a sud, al tempo stesso sono stati installati i chimes e, dall'altra, quello settentrionale, è stata sollevata una campana di tredici tonnellate, precedentemente nel monastero Iver e gettata nel 1658. Nel 1786 il lavoro di installazione fu in gran parte completato, e quattro anni più tardi, necessari per completare l'interno e lasciare tempo per la pioggia, consacrò la cattedrale.

È stata tenuta con straordinaria solennità alla presenza di Caterina Magna stessa. Allo stesso tempo, dalla vicina chiesa di Blagoveshchenskaya, sotto l'incessante saluto dei cannoni, la carcassa d'argento, conservata fino ad ora, è stata conservata nella Cattedrale della Trinità dell'India Alexander Nevsky Lavra, dove si trovavano le reliquie santi di Alexander Nevsky.

Il tempio è un tributo agli eroi

Fin dalla sua nascita, la Cattedrale della Trinità dell'India Alexander Nevsky Lavra a San Pietroburgo appartiene alla categoria dei cosiddetti capitolatori, cioè dei Templi dell'Ordine. In questo caso si parla dell'Ordine di S. Alexander Nevskij. Inizialmente, il limite dedicato ad esso si trovava sotto la torre meridionale, ma nel 1838 fu abolito.

Come segno di particolare rispetto a tutti coloro che hanno ricevuto questo premio, nel 1791 è stata aperta una sala speciale nei Corpi Fedorov adiacenti alla cattedrale e un'immagine di rilievo dell'ordine apparso più tardi all'entrata del tempio.

L'inizio dell'era del totale ateismo

Con l'inizio del dominio bolscevico, la Cattedrale della Trinità dell'Indonesia Nevskij Lavra non sfuggiva al processo di esproprio universale dei valori appartenenti alla chiesa. Tutto ciò che le nuove autorità ritenevano di valore è stato preso da esso e l'edificio stesso è stato consegnato in un anno ai Renovationists – rappresentanti del movimento scismatico che apparve dopo la Rivoluzione di febbraio tra il clero che ha sostenuto il "rinnovamento della Chiesa" e ha cercato di raggiungere con i bolscevichi.

Dal 1928 al 1933, la Cattedrale della Trinità di Alexander Nevsky Lavra apparteneva ad un diverso ramo del clero che è sceso nella storia come "inimmagabile". Questo gruppo di chierici ha rifiutato di compromettere con le autorità sovietiche e ha pregato in preghiera per i loro servizi al Metropolitan Sergius (Stargorodsky), che ha collaborato strettamente con lei. A quel tempo, questa deviazione apparentemente insignificante dalla Carta della Chiesa poteva essere considerata dalle autorità come un'azione politica e per risolverlo occorreva un grande coraggio.

Il Tempio negli anni del regime totalitario

Ma nel 1933 è stata chiusa la Cattedrale della Trinità di Alexander Nevsky Lavra, la cui storia è in molti aspetti consonante con la storia di molte chiese e monasteri di quel tempo. L'ultimo servizio divino si è tenuto il 7 dicembre. Nella costruzione della cattedrale, che è un capolavoro riconosciuto dell'architettura del tempio, hanno creato un centro propagandistico. Nel periodo successivo, i locali della cattedrale ospitavano l'amministrazione distrettuale, un magazzino e un museo. Anche Alexander Nevsky Lavra è stato abolito.

La Cattedrale della Trinità è stata rinviata alla gente ortodossa nel 1957, ma solo sui diritti della chiesa parrocchiale e a condizione che la comunità intraprenda a proprie spese l'esecuzione di tutte le opere necessarie per la sua riparazione e restauro. Fortunatamente, negli anni trascorsi dalla sua chiusura, l'iconostasi di marmo dei Fratelli Pinckety non è stata distrutta, cosa che ha accelerato notevolmente la restaurazione del tempio. Un anno dopo, quando fu completata la fase iniziale della riparazione, il tempio fu finalmente consacrato.

Revival di allori

La Santissima Trinità Alexander Nevsky Lavra è stata ripresa come monastero solo nel 1989. Allo stesso tempo, la Carta è stata riattivata e sono state individuate le persone che hanno occupato le principali posizioni amministrative, come l'economista, il decano, il sacrestano, il confessore e così via. Allo stesso tempo, la comunità, che era responsabile di tutti gli affari della Cattedrale della Santissima Trinità dell'India Alexander Nevski Lavra, è stata abolita. Ciò è dovuto alla perdita dello status di una chiesa parrocchiale indipendente. Infine, tutti gli edifici che appartenevano al complesso del monastero furono restituiti agli allori del 2000.

Tempio – decorazione del complesso architettonico

Oggi Alexander Nevsky Lavra di San Pietroburgo è uno dei principali monumenti storici della città, il cui centro architettonico è giustamente considerato la Cattedrale della Santissima Trinità. Questa grande struttura a cupola, decorata da due torri monumentali di torri, è riconosciuta come uno dei capolavori del classico inizio. All'interno dei suoi tre potenti piloni, che dividono tutto lo spazio e gli conferiscono una forma a croce, sostengono il tetto dell'edificio. La loggia dell'entrata principale è decorata con un portico di sei colonne doriche.

Prima della rivoluzione, la cattedrale ospitava dipinti dipinti dall'imperatrice Catherine II e successivamente sequestrati dai bolscevichi. Tra loro erano le opere di molti maestri eccezionali del passato. Ma anche oggi la Cattedrale della Trinità di Alexander Nevsky Lavra, le cui tradizioni risalgono al XVIII secolo, adornano l'opera di maestri riconosciuti di arte. Fino ad ora abbiamo conservato la pittura della cupola e degli archi, eseguiti secondo i disegni di Quarenghi. Oltre all'ingresso meridionale e nordico sono bassi rilievi che raffigurano scene del Vecchio e Nuovo Testamento, opera dell'ottimo scultore russo F. Shubin. Un'attenzione particolare merita anche la pittura dei cancelli reali, realizzati da famosi artisti IA Akimov e Y. Mettenleyter.

Questi maestri dipinti e scultura decorazione della stanza interiore del tempio hanno continuato completamente la linea artistica, l'inizio di cui è stato messo da IE Starov. La Cattedrale della Trinità di Alessandro Nevsky Lavra, nonostante tutte le perdite subite da lui durante gli anni di combattimento totale di Dio, è rimasta il più alto modello dell'arte classica russa del XVIII e XIX secolo.