139 Shares 6771 views

Lo sapevate che una poesia del miglior poeta del 20 ° secolo?

La maggior parte delle persone come per leggere una grande varietà di letteratura, ma se sanno che ciò che è una poesia? Si tratta di un importante pezzo di versi lirica. Questo tipo di letteratura si legge tutto d'un fiato, è sempre pieno di scene interessanti ed è scritto interamente in rima modulo. Poesia può essere un romanzo in versi, appartiene al genere lirico-epico. Quindi chiamare e antica epopea medievale. Che cosa è la poesia, varie fonti interpretati in modi diversi, ma il significato rimane quella – opere letterarie in versi. In genere, prodotto di grandi dimensioni, a volte con un senso latente, e il lettore stesso dovrebbe arrivare alla trama, di leggere i segreti tra le linee e così via.


Che cosa è la poesia, nota fin dai tempi degli antichi dell'epoca. Spesso i governanti e le persone importanti della società si sono riuniti per ascoltare le opere di grandi autori. Poesie hanno molte varietà: eroici, didattici, comici, satirici, lirici e drammatici, e altri. Nei tempi antichi è stata popolari opere storiche. Allo stesso tempo le persone come versi romantici connessi con cavalieri e principesse. Più tardi hanno cominciato ad apparire opere che si svolsero problemi filosofici.

Uno dei più famosi poeti russi del 20 ° secolo è considerato Anna Akhmatova. Il suo destino era molto tragica, ma per la vita ha creato un notevole e insuperabili capolavori della letteratura. Poesie di Achmatova del sparsi in tutto il mondo e sono ancora molto popolari. L'opera più significativa Anny Ahmatovoy considerato la poesia "Requiem". Durante la vita di molti capolavori del poeta non sono stati pubblicati a causa della censura è vietata. Solo dopo la sua morte, quando più di due decenni, ha iniziato a pubblicare le opere di Achmatova. Grazie alle poesie sulla guerra Anna Akhmatova divenne noto e figura rispettata in Unione Sovietica. Un sacco di poesie preferite della gente ha scritto Achmatova. La poesia "Vicino al mare" ha vinto il cuore dei lettori, così come "La Via di tutta la terra" e "Russian Trianon" toccato le corde profonde delle anime delle persone. Ma il più famoso, naturalmente, il "Requiem". Questa poesia è stata dedicata ad un momento in cui le persone sono state esposte al popolo "grande terrore" hanno sofferto e non poteva combattere il potere. Achmatova ha gettato tutto su carta, per cui è stato sottoposto a repressione ed espulsione. "Requiem" è stata creata su dieci poesie, e dal centro soggetto quinta descritto del poema, che è dedicato il Times.

In quel periodo terribile gente non pensa molto circa l'arte della poesia, che è la poesia. Ma Achmatova ha detto: "Ero con la mia gente." Sulla carta, ha espresso i sentimenti che soffocarono milioni di persone. E volevo comunicare alle autorità che è impossibile vivere in modo che le persone saranno rotti e rovinati. Nel decimo capitolo descrive Achmatova dolente – come una madre perde il figlio come lei soffre e non può cambiare nulla. Poeta lo confronta con la Madre di Dio – come se la sua immagine incarna tutte le madri del mondo. Anna Akhmatova sentito acutamente il loro dolore come se stessa ha perso suo figlio. Ha scritto con tutto il cuore, il dolore e la sofferenza. Leggendo le sue opere, come me sperimentando i dolori e tribolazioni, che è stato oggetto di popolo sovietico.