111 Shares 5579 views

Maggiore Gavrilov: biografia e foto

Maggiore Gavrilov è uno dei più famosi eroi della Grande Guerra Patriottica. La sua impresa è ancora ricordato dai discendenti dei vincitori e il modo di vita di Pietro Mikhailovich come esempio per le giovani generazioni. Difensore della Fortezza di Brest – la prima linea di resistenza all'occupazione nazista – ha superato la capacità di una persona fisica e mentale, e, quindi, immortalato per sempre inscritto il suo nome nella storia.


Biografia: i giovani

Maggiore Gavrilov è nato nel 1900 in quella che oggi è un'area Pestretsy. La sua famiglia erano contadini ordinari. Lasciato senza un padre, Peter ha lavorato duramente fin dall'infanzia. Per provvedere alla sua famiglia, stava aiutando un anziano con i lavori di casa. E in quindici anni ero già lavorando come bracciante agricolo. Dopo di che, sono andato a Kazan, dove ha ottenuto un lavoro in fabbrica ed era un operaio. le condizioni di lavoro disumane e boss arbitrarie chiamati Gavrilov sincero odio per il regime esistente nell'impero russo, e la disuguaglianza sociale.

Quando la prima emozione è iniziata, si è unito subito i rivoluzionari. Ha preso parte attiva nella proclamazione delle autorità dei Consigli delle persone e nel Distretto di Kazan. Dall'inizio della guerra civile nel all'età di diciotto anni è scritto come volontario per creare un gruppo di lavoro-contadini Armata Rossa. Combattere al fronte contro i Bianchi. Personalmente ho partecipato alla battaglia con le unità di Kolciak e Denikin. Ho visitato su molti fronti. Due anni dopo la fine della guerra civile viene al partito bolscevico. Inizia a studiare. Si è laureato presso la scuola di fanteria. Dopo alcuni anni di sposarsi e padre di un bambino.

La prima guerra

Carriera muove verso l'alto. Il trentanovenne di recente-Major Gavrilov diplomato all'Accademia Militare Superiore. Egli affida Reggimento Fanteria. Nello stesso anno inizia un'altra guerra. Gavrilov viene inviato alle foreste freddo della Finlandia per partecipare alla Guerra d'inverno. L'Armata Rossa sta combattendo in condizioni molto difficili e la carenza di cibo azioni sabotatori finlandesi. Nonostante questo, l'unità Gavrilova svolge le sue funzioni. Dopo la guerra, Gavrilova trasferita a Brest. Questa città è diventata la sovietica a seguito della invasione sovietica della Polonia. Lì, i soldati si trovano nella vecchia fortezza.

Il primo attacco alla fortezza

Nel giugno 1941, la Fortezza di Brest sono stati circa nove mila persone. Maggiore Gavrilov con gli uomini è stato anche stazionato all'interno del vecchio castello. Date le attuali condizioni di guerra, il forte non era un rafforzamento serio, e soldati messo lì esclusivamente dalla logica di argomenti. Nel caso dell'attacco della Germania nazista erano nella fortezza combattenti dovevano prendere la linea Brest di fortificazioni. Tuttavia, il 22 giugno sera, le vecchie mura improvvisamente rabbrividì da colpi di artiglieria. Bombardamento è durato circa 10 minuti. Colti di sorpresa soldati dell'Armata Rossa sono morti nei loro letti. A causa della rapidità e l'agitazione ha iniziato a prendere dal panico. Alla fortezza c'erano anche famiglie con bambini comandanti. Molti hanno cercato di scappare oltre le mura, ma sono stati catturati dal fuoco nemico.

assalto

Subito dopo l'incendio appiccato il primo attacco. Speciale battaglione nazista ha sfondato la porta e quasi catturato la cittadella. Tuttavia, le forze sovietiche riuscirono a riorganizzarsi e lanciare un attacco. Gavrilov guidato una delle unità. Già al mattino quasi tutti i tedeschi entrarono del castello sono stati distrutti. Ma poi venne il giorno a loro rinforzi. I difensori hanno perso il collegamento con il comando e non erano a conoscenza della situazione nelle zone circostanti. Sotto i resti bombardamenti quasi incessanti truppe riuscirono a stare insieme e di elaborare un piano d'azione. Essi sono stati divisi in diversi gruppi, uno dei quali era guidato dal maggiore Gavrilov. Brest fortezza fu semidistrutto, ei tedeschi la sera ha organizzato un nuovo attacco. I difensori hanno combattuto durante il giorno e di notte. Nonostante la mancanza di munizioni e le disposizioni, sono anche riusciti a fare incursioni. La cosa più difficile era l'acqua, perché l'acqua non ha funzionato per diversi giorni. Gavrilov con i combattenti si rifugiò a East Fort, dove è riuscito a organizzare la resistenza. A pochi giorni i tedeschi, senza successo, hanno preso d'assalto la fortezza e non ce la faceva.

La distruzione della cittadella

Con il ventinovesimo del comando nazista ha deciso di alleviare il pesante bomba aerea del peso di circa due tonnellate. Dopo aver colpito la sua munizioni esplodere, molti combattenti sono stati uccisi. Sopravvisse una manciata di difensori, tra i quali era il maggiore Gavrilov. La fortezza di Brest è stato quasi completamente catturato dai tedeschi. gruppi separati di combattenti barricati fumatori e continuarono la resistenza.

Sindaco Peter Gavrilov con una dozzina di rosso lasciare un forte in rovina e depositare nelle segrete. Oltre alle armi personali, avevano solo quattro mitragliatrici e un po 'di munizioni. Mentre sotterranea, hanno fatto sortite e combatterono l'attacco tedesco. Dungeon Defense è durato per quasi un mese. Nelle condizioni di cattiva alimentazione, la mancanza di oscurità e difensori resistito cartucce con ostinazione. Questi eventi hanno un effetto negativo sul morale dei nazisti. All'inizio della guerra, Hitler ha promesso di ridurre in schiavitù l'Unione Sovietica per l'anno. E il vecchio castello, i nazisti cercarono invano di prendere un paio di settimane.

Ultimo combattente

29 luglio Maggiore Gavrilov Potr Mihaylovich era solo. I nazisti trovarono in una delle cantine. Nonostante l'estrema stanchezza, entrò con loro in battaglia. Con bombe a mano e una pistola che aveva ucciso e ferito molti tedeschi. Dopo essere stato gravemente ferito il suo inconscio è stato catturato. I tedeschi sono rimasti scioccati. Maggiore era emaciato e sembrava un cadavere. Gavrilov era vestito in uniforme un brandelli, grande dell'ufficiale decaduto. I medici non potevano credere che qualche tempo fa, quest'uomo poteva combattere. Dopo la cattura Gavrilova mandato in un campo di concentramento. Lì, ha incontrato tra gli altri con generale Karbysheva.

dopo la guerra,

Nella primavera del quarantacinque si salva dal campo. Nell'autunno del suo rango e capo carica ridotta di un campo per prigionieri dei giapponesi. Su questo servizio, anche lui si distinse, per prevenire le epidemie. Dopo il trasferimento alla riserva sono andato a Kazan e ho trovato la sua famiglia. scavi della fortezza inizia negli anni Cinquanta, e il mondo apprende della resistenza eroica dei suoi difensori. Nel 1957, il maggiore Gavrilov, difensore della Rocca Brest è stato insignito del titolo di Eroe dell'Unione Sovietica. Ha partecipato alla stesura di un libro sulla difesa della fortezza, è stato intervistato, che ha contribuito a far luce sugli eventi dell'estate del 1941. Gli ultimi anni della sua vita a Krasnodar, dove morì nel 1979. Fu sepolto a Brest, sul cimitero presidio.