459 Shares 7018 views

Chi sono mammiferi e come sono differenti dagli altri animali?

Chi sono mammiferi? In questa classe degli animali più sviluppati sono animali completamente diversi: un elefante enorme e un piccolo volano di topo, un lupo predatore e un agnello rassegnato. Vivono in tutti gli elementi: in terra, in mare (delfini e balene), in aria (pipistrelli). Ma cosa li distingue dagli altri animali? Sangue caldo? La stessa caratteristica è inerente agli uccelli. La capacità di produrre cuccioli vivi? Beh, in primo luogo, non tutti i mammiferi sono viviparous. Alcuni di essi posano le uova, ad esempio il platypus, mentre altri cuccioli alla nascita sono più simili agli embrioni immaturi e costretti a "maturare" in una speciale borsa di incubazione sul ventre della madre, come un canguro. In secondo luogo, viviparous si trovano in alcuni rettili, pesci e persino insetti. Sulla questione di chi siano tali mammiferi, cosa differiscono dal pesce, è possibile rispondere semplicemente: la presenza della luce. Tutti gli animali respirano l'aria. Pertanto, lo squalo non ha bisogno di salire sulla superficie dell'acqua per disegnare un respiro, a differenza di un delfino simile ad esso, che può essere semplicemente annegato senza ossigeno vivente. Ma, ancora, molti anfibi primitivi e tutti gli uccelli hanno polmoni.


Tra tutte le enormi differenze tra gli animali possiamo distinguere solo due parametri che determinano chi sono i mammiferi. Questa è la presenza della linea sottile e l'alimentazione dei cuccioli con il latte. Tutte le femmine di questo gruppo di animali hanno ghiandole mammarie del seno sul corpo, che riempiono con il fluido nutritivo dopo la consegna. Questa proprietà e ha dato il nome a tutti i mammiferi. Tra gli altri segni che caratterizzano gli animali, è possibile aggiungere la presenza della mascella inferiore, costituita da un osso, e il diaframma che separa i polmoni e il cuore dal tratto digestivo.

Ma il segno più importante per determinare chi sono questi mammiferi è il loro cervello incredibilmente sviluppato e un sistema flessibile di comportamento. Ciò significa che due individui della stessa specie, che sono caduti nelle stesse circostanze di vita, possono comportarsi in modo diverso. Sono in grado di utilizzare l'esperienza accumulata, osservare e motivare. Non sorprende che nella classe dei mammiferi compare Homo Sapiens – l'uomo intelligente. Beh, oltre a lui, ci sono ancora circa 5000 altri animali sulla Terra, raggruppati in 1100 generi, 140 famiglie e 18 distaccamenti e 3 gruppi.

Non meno interessanti sono la finitezza dei mammiferi. Con tutta la loro diversità visibile (gli artigli dei predatori, le dita dell'uomo e delle scimmie, gli zoccoli) finiscono con un processo corneo, unghie. Negli animali che vivono in acqua, questi processi atrofia. Questa caratteristica di adattamento alle condizioni ambientali ha contribuito al fatto che i mammiferi si sono diffusi in tutto il pianeta e hanno occupato tutte le nicchie vitali – sulla terra, nell'aria, nel mare, sotto la terra. Grazie alla capacità di mantenere la temperatura corporea con sangue caldo, possono vivere in deserti artici (orsi polari) e tropicali (jerboa, cammelli).

Si pone la domanda: quando sono comparsi i primi animali? Non c'è dubbio che i più antichi mammiferi trovassero l'era dei dinosauri. A quel tempo erano principalmente di piccola statura e mostravano segni di "rettili animali". Dal momento che gli scienziati che lavorano con i fossili hanno solo scheletri a loro disposizione, è difficile determinare in quale fase questi animali avevano capelli e la capacità di nutrire i giovani con il latte. Se procediamo dal criterio di una mandibola singola, allora possiamo tranquillamente dire che un altro 215 milioni di anni fa un piccolo animale (15 cm) assomigliava ad una vena moderna in Sudafrica, in Europa e in Cina.