683 Shares 4166 views

Vasily Korzh: biografia dell'eroe dell'Unione Sovietica

Vasily Korzh – eroe dell'Unione Sovietica. Durante la seconda guerra mondiale era un comandante di "zanzare" – un distacco di partigiani, occupandosi del posto di maggiore generale. Nel 1950 è diventato presidente della fattoria collettiva. Vasily Zakharovich Korzh, i cui exploit non dimenticheranno il paese, hanno partecipato alla guerra, sono stati assegnati ordini e medaglie.


Biografia dell'eroe dell'Unione Sovietica

Korzh Vasily Zakharovich, la cui biografia è piena di numerosi eventi, è nata il 1 gennaio 1899 in Bielorussia, nel villaggio di Horostovo.

Nel 1921 Basil prese parte a battaglie con i distacchi della Guardia Bianca, che si opponevano all'Unione Sovietica. Il distaccamento partigiano, in cui era membro di Korzh, ha combattuto contro il partito anti-sovietico dei rivoluzionari socialisti.

Nel 1931 si è laureato in corsi speciali presso l'Università Pedagogica Statale di Orenburg. Dopo aver ricevuto la sua formazione, Vasiliy Korzh ha ricevuto il titolo onorario di leader del movimento partigiano.

Per salvaguardare la cospirazione Basil è stato considerato un istruttore della Società per l'assistenza alla difesa, l'aviazione e la costruzione chimica, ma in realtà era responsabile delle attività di guerriglia in sei aree di confine.

L'inizio della carriera militare

Nel novembre 1936, Vasily Korzh è stato chiamato in Spagna, dove in quel momento le operazioni militari hanno cominciato con i francesisti. A questo punto Vasily era il comandante di un distacco di partigiani. Nel dicembre 1937, Basilio tornò in patria, dove ricevette riconoscimenti per il coraggio e il coraggio.

Tempo scuro

Vasily Korzh era sospettato di spionaggio. Si suppone che raccolse tutte le informazioni raccolte dalla Polonia, in modo da poter condurre operazioni militari attive contro l'URSS.

Di conseguenza, Korzh è stato arrestato e mandato in prigione di Minsk, dove ha soggiornato per più di un mese. Le condizioni del carcere sono state molto difficili, hanno deriso i prigionieri, ma Vasily Korzh, anche per la sua liberazione, non ha firmato una confessione di spionaggio contro l'Unione Sovietica.

Nuova pagina

Uscendo dalla prigione, Basil è andato a Pinsk. Fu lì che creò il suo distacco partigiano. Vasily Korzh cambiò il suo nome a Komarov, che poi divenne il suo pseudonimo per evitare un altro arresto.

22 giugno 1941, la Germania invase il territorio dell'URSS, attaccando il paese dal lato della Bielorussia. Fu qui che è stato formato il più grande movimento di guerriglia in Europa, in prima linea che era Korzh.

Primi successi

Per l'Unione Sovietica, la Bielorussia era un elemento importante che non poteva essere concesso alle truppe tedesche. Era su questo territorio che c'erano impurità dei rifiuti forestali e delle profonde foreste, il principale vantaggio per lo sviluppo dei movimenti di guerriglia.

Già il 28 giugno 1941, Korzh e il suo distacco di guerriglieri erano in grado di organizzare un agguato sulla strada per Pinsk-Logishin, dove passava un convoglio nemico di attrezzature militari. Già dopo i primi lanci mirati delle granate nei serbatoi, la macchina di testa fu fracassata. È stato questo agguato che è sceso nella storia come primo attacco di guerriglia. In questa battaglia, le "zanzare" non hanno perso un unico combattente.

Successo in ulteriori azioni

Già nei primi mesi della guerra i territori della Bielorussia erano occupati. Nell'inverno del 1942, il distacco partigiano guidato da Korzh fece una corsa a slitta verso la parte posteriore tedesca. Durante questo scontro, sono state condotte diverse decine di guarnigioni nemiche. "Komarovtsy" ha attaccato non solo le guardie nemiche, ma anche le stazioni ferroviarie, gli echeloni tedeschi con soldati e forniture militari, hanno distrutto le linee telefoniche. Il gruppo di guerriglieri era fortunato in tutto, ma nessuno dei partigiani poteva pensare che la passeggiata avrebbe durato così a lungo: il distacco era stato in questo scontro per più di tre anni.

Relazioni familiari

Durante la guerra, entrambe le figlie di Vasili hanno partecipato anche alle operazioni militari e agli attacchi ai fascisti. Vasily Korzh, la cui famiglia è stata inevitabilmente trascinata nella guerra, era molto preoccupata per le figlie – le donne prese in prigione subì una terribile tortura da parte dei soldati nemici. Tuttavia, la figlia più giovane Zinaida, ereditando il carattere del padre, è andato a combattere con fiducia nella vittoria sul nemico. Alla fine della guerra, Zinaida Korzh ha ricevuto molte medaglie e ordini per il suo coraggio e la sua stabilità. Zinaida ha ricevuto l'Ordine della Stella Rossa, l'Ordine della Guerra Patriottica del secondo grado.

Olga, la figlia maggiore di Vasylia, era un istruttore sanitario in una squadriglia di cavalleria. Come ricordava Olga, durante la guerra pensava che tutto quello che vedesse poteva essere lasciato indietro, ma non poteva dimenticare i volti distorti e i corpi mutilati.

Malgrado il fatto che uomini che erano compagni di armi durante la guerra, ridendo alle donne, non credevano che le ragazze possano veramente beneficiare, Olga e Zinaida erano da tempo coinvolti nelle operazioni militari. Tuttavia, Vasily Zakharovich persuase le ragazze ad andare ai cosacchi della fattoria collettiva, dove sarebbero sicuri.

Solo nel 1941 Zinaida e Olga cedettero alla persuasione del padre per lasciare la guerra. Partirono per il villaggio di Tbilisi, dove cominciarono a vivere e lavorare sulla fattoria collettiva, tra i cosacchi.

Zinaida, entrata nella società delle donne che partecipano alla guerra, è diventata il presidente di questa società.

Vita di Korzh nel dopoguerra

Nel 1946 Vasily Zakharovich si è laureato all'Accademia Militare dello Staff Militare. Nello stesso anno, Korzh si è dimesso, essendo nel rango di maggiore generale.

Già alla fine della guerra, Korzh ricevette due ordini di Lenin, un Ordine della Guerra Patriottica del primo grado.

Nello stesso anno, Vasily ha iniziato a lavorare come viceministro della silvicoltura. Dopo aver lavorato sul sito per quattro anni, Korzh ha potuto ottenere il presidente della fattoria collettiva "Partizansky Krai" nel suo paese natale – nel villaggio di Horostovo. In questa posizione, Vasily Zakharovich lavorò fino alla sua morte.

Negli anni del dopoguerra, Vasily Zakharovich era in stretta amicizia con il maresciallo Georgy Konstantinovich Zhukov. Dopo aver incontrato a Slutsk, i comandanti hanno accettato in gran parte e per il resto della loro vita sono rimasti in contatto. Mentre trascorrevano tempo, cacciarono paludi per le anatre, Zhukov passava spesso durante la notte presso la casa dei genitori di Korzh. Già nel periodo di pace del dopoguerra, Korzh ha spesso visitato il suo amico disgraziato nella capitale.

Modo creativo

Vasili Korzh aveva il desiderio di scrivere e pubblicare un libro autobiografico che potesse raccontare di tutti i terribili eventi che si sono incontrati sulla strada con l'Eroe dell'Unione Sovietica. Per lungo tempo lavorando su memorie che si basavano sugli eventi della guerriglia guerra, Korzh era in grado di trasmettere l'intera atmosfera che regnava nei terribili giorni che passavano in mesi e anni.

Nel dopoguerra il libro è stato bandito dai censori, perché gran parte di quello che ha scritto Vasiliy Korzh è stato troppo duro, potrebbe mostrare le azioni delle autorità dell'Unione Sovietica non nella migliore delle ipotesi. Tutti sanno che anche in tempi di guerra, il potere dell'URSS era troppo crudele. Giuseppe Stalin, che aveva già perso il momento in cui le truppe tedesche hanno attaccato il territorio dell'Unione Sovietica, era troppo preoccupato per Korzh, che ha influenzato l'atteggiamento generale di tutta la guerra. I censori credevano che la maggior parte di quello che Korzh descrisse nelle sue opere non coincidesse con la realtà, ma Vasily Zakharovich ha descritto tutti gli eventi sinceramente. Finora, l'affidabilità del libro può essere verificata basandosi su fatti storici.

Il libro è stato pubblicato solo nel 2008, che ha aiutato la figlia più giovane di Basil, Zinaida. Era lei che ha trasferito le opere di suo padre all'Archivio Nazionale della Bielorussia.

Relazioni familiari del comandante

Secondo alcune fonti, si crede che Vasily Korzh e Max Korzh siano parenti. Lo stesso spettacolo dice che Vasily Zakharovich è il suo grande zio. Gran parte di ciò che si conosce sulla vita di Basilio, ha detto a Max Korzh. Vasily Zakharovich Korzh, le cui fotografie possono essere viste in questo articolo, ha veramente una somiglianza esterna con un giovane cantante.

Poche parole sulla vita di Korzh

Vasily Korzh – un grande leader militare, grazie al quale il movimento guerrigliero ha ottenuto una tale velocità significativa. Fu con il suo aiuto che l'URSS ha potuto conservare le terre strategicamente importanti della Bielorussia necessarie non solo per l'Unione Sovietica, ma anche per gli invasori tedeschi. Avendo addestrato le loro figlie degne combattenti che ereditano il loro carattere paterno, Vasily Zakharovich era orgoglioso di loro tutti gli anni del dopoguerra. Ha mantenuto relazioni amichevoli con il maresciallo Zhukov per molti anni, era chiaro a tutti che erano connessi – l'opale costante da parte delle autorità. Entrambi, essendo stati in disgrazia, si capivano perfettamente. Avendo guadagnato il rispetto dei suoi compagni di braccio, Vasili Korzh rimaneva per sempre in memoria di tutti coloro che onorano la grande vittoria dell'Unione Sovietica.