614 Shares 3712 views

Buddismo – gli antichi insegnamenti d'Oriente. Quello che dovrebbe essere un monaco buddista?

Negli ultimi decenni, aumentando in modo significativo interesse tra la popolazione del pianeta al buddismo. Sia perché questa religione assume il ritmo più misurato e mirosozertsatelny della vita che nel nostro trambusto di tutti i giorni è molto, molto prezioso. Sia a causa di tutto l'esotico (e il buddismo, in ogni caso, ancora esotica) è intrigante e attraente.


Molto spesso ci viene detto frasi ammiccanti come "monaco buddista consiglia", "consiglio del Dalai Lama", etc. Molte persone sono in corso per i messaggi simili. E in tal modo probretayut znaiya spirituale, ma, al contrario, più fastidioso e seminare malvagità. Chi era un monaco buddista, e se lui ti dà consigli?

monaco buddista, come suggerisce il nome – è una persona che professa il buddismo e divenne monaco secondo la Vinaya – Codice lasciato dalle persone Buddha. Il principio di base, o, più precisamente, l'obiettivo di un monaco buddista – la conoscenza del Dhamma (il cosiddetto percorso e gli insegnamenti del Buddha). Tuttavia, oltre a studiare l'universo di una maggiore monaco buddista è anche missione educativa – di portare la conoscenza ai laici. Lui – il loro insegnante, e spesso l'unico giudice del paese, in grado di risolvere le controversie in modo equo e e conflitti dei loro concittadini, secondo le leggi della loro religione.

Questo monaco non è guadagnare da vivere, e vive a spese della carità, che serve i fedeli del tempio. Puoi diventare un monaco in età precoce (circa sette anni), ma sempre nel suo seno il Buddismo accetta gli uomini da 20 anni. A questa età, un principiante può fare un voto, FOMC porterà per tutta la vita.

Come il lettore noterà, tutte le novizie hanno rasato la testa. Questa tradizione ha un profondo senso del sacro – il rifiuto della meschinità della vita e tutto il superfluo. D'altra parte, i capelli sono costantemente bisogno di cure. E senza capelli – nessun problema.

Il più piccolo dei beni personali di un monaco, il più vicino è al cielo. Anche se non fare a meno di dettaglio. Novizio è consentito di avere una torcia elettrica, rasoio, ago e filo, orologi e strumenti di scrittura (penne, matite). Come pastori sono vegetariani e permanentemente rinunciato l'amore delle donne. Sono vietati, non solo per avere un rapporto intimo con l'altro sesso, ma anche razgovarit e pensare a questo proposito. In questo caso, tutti i monaci devono evitare il contatto con le donne, in modo da non cadere in tentazione gambe.

monaco buddista sul Web: che ci crediate o no?

Quindi vale la pena di noi, gli utenti di Internet e seguaci di vari siti di social networking, a dare per scontato tutto ciò che si cela dietro il titolo seducente "Consigli monaco buddista?"

Va da sé che, per dare consigli – è per vocazione monaci buddisti. Ma, naturalmente, lo fanno non sul World Wide Web. Qualunque siano passi camminato il pianeta né progresso, non tutti i suoi benefici presi rigorosi seguaci buddisti. In ogni caso, i computer e le altre realtà della civiltà moderna monaci buddisti non si basano in linea di principio. Che altro si può dire, anche se gli abiti dei monaci buddisti è sorprendente nella sua povertà? E non c'è niente da fare – queste sono le regole. monaco buddista che vive di elemosine, la più squalificata dai benefici e dalle tentazioni della vita mondana, sacrificando in stretta osservanza dei voti (non ha né più né meno di 227!) e la meditazione. Tra l'altro, al fine di meditare praticato questa gola insolito e bellissimo canto monaci buddisti. E 'anche, secondo gli alunni delle scuole speciali per i futuri Lamas (come esistono in Russia), viene utilizzato per leggere un certo tipo di preghiera. Che alcuni, perché in monasteri buddisti, anche la preghiera è di tre tipi differenti.

In generale, un monaco buddista seriamente impegnato nel servizio del suo Dio, ed è molto lontano dal fare tutti i tipi di blog e la pubblicazione di contenuti sul web. E poiché tutto ciò che presumibilmente firmato da lui stesso, è in realtà niente di più che un trasferimento, libera parafrasi, o anche solo a modo loro di interpretare i principi qualcuno di filosofia orientale (naturalmente, questo non si applica ai siti specifici dedicati al buddismo). Prendere qualcosa per se stessi, nessuno vieta: Est, infatti, non è solo sottile, ma anche saggio. Ma sopravvalutare tale istruzione canonica non vale la pena.