664 Shares 3700 views

popoli ugro-finniche: storia e cultura. La gente del gruppo etno-linguistico ugrofinnica

lingue ugro-finniche sono legati alla moderna finlandese e ungherese. Le persone che le parlano, compongono il gruppo etnolinguistico ugrofinnica. Loro origine, un'area di reinsediamento, le somiglianze e le differenze in termini esterni, cultura, religione e tradizioni – soggetti di ricerca mondiale nel campo della storia, antropologia, geografia, linguistica, e un numero di altre scienze. Brevemente evidenziare questo tema provare questo articolo di rassegna.


Popoli inclusi in finlandese-finnica gruppo etnolinguistico

Sulla base del grado di vicinanza delle lingue, i ricercatori hanno condiviso i popoli ugro-finniche nei cinque sottogruppi.

La base della prima del Baltico e Finlandia, sono i finlandesi ed estoni – la gente, hanno i loro propri stati. Vivono bene in Russia. Seth – un piccolo gruppo di estoni – reinsediati nella regione di Pskov. I più numerosi del Baltico e dei popoli finlandese della Russia – Carelia. A casa usano tre dialetti indigeni, mentre la lingua letteraria hanno considerato finlandese. Inoltre, per lo stesso sottogruppo sono vepsi e Izhors – piccole nazioni che hanno conservato i loro linguaggi e Vod (hanno meno di un centinaio di persone hanno perso la propria lingua) e Livs.

In secondo luogo – Sami (Lapponi o) sottogruppo. La maggior parte delle persone che hanno dato un nome, si stabilì in Scandinavia. Il Saami russo vivono sulla penisola di Kola. I ricercatori suggeriscono che nei tempi antichi questi popoli occupati più territorio, ma sono stati successivamente respinti verso nord. Poi ci fu la sostituzione della propria lingua, uno dei dialetti finlandesi.

La terza componente sottogruppo dei popoli ugro-finniche – Volga-Finlandese – Mari e comprende Mordvinians. Mari – la maggior parte della popolazione della Repubblica di Mari El, vivono anche in Bashkortostan, Tatarstan, Udmurtia e anche un certo numero di regioni russe. Essi identificano due lingua letteraria (con la quale, però, non tutti i ricercatori concordano). Mordvinians – popolazione indigena della Repubblica di Mordovia; allo stesso tempo, una parte significativa della mordvini stabilì in tutta la Russia. Come parte di questa nazione – i due gruppi etnici, ciascuno con una propria lingua scritta letteraria.

Il quarto sottogruppo è chiamato il Permiano. Esso comprende Komi, Komi-Perm, e Udmurtia. Prima di ottobre 1917 il livello di alfabetizzazione (anche se, in russo) Komi avvicina le persone più istruite della Russia – ebrei russi e tedeschi. Per quanto riguarda l'Udmurtia, il loro dialetto è rimasta per lo più nei villaggi della Repubblica di Udmurtia. Che vivono nella stessa città, tendono a dimenticare e lingua indigena, e costumi.

Con la quinta, finnico, sottogruppo comprende ungheresi, Khanty e Mansi. Anche se il corso inferiore del Ob e Severnyy Ural separa dallo stato ungherese sul sacco del Danubio di chilometri, queste persone sono davvero i parenti più stretti. Khanty e Mansi sono piccoli popoli del Nord.

Extinct tribù ugro-finniche

Con i popoli ugro-finniche e le nazioni in questione, riferimento al quale è ora conservato solo nelle cronache. Così, Meria gente ha vissuto tra il Volga e Oka nel primo millennio dC – v'è una teoria che è stata successivamente fusa con gli slavi orientali.

La stessa cosa è successa con Moore. Questo è – ancora più antico popolo di ugrofinnica gruppo etno-linguistico, un tempo abitato piscina Oka.

È stato a lungo tribù finlandese estinti che vivono lungo il fiume Onega e Dvina del Nord, i ricercatori hanno chiamato Chud (secondo un'ipotesi, sono stati gli antenati dei moderni estoni).

Una lingua e cultura comune

Annunciando le lingue ugro-finniche come gruppo, i ricercatori sottolineano che la comunità come un fattore importante che unisce le persone che le parlano. Tuttavia i gruppi etnici degli Urali, nonostante la somiglianza nella struttura delle loro lingue, capiscono ancora l'altro non sempre. Così, Finn, naturalmente, essere in grado di spiegare al Estone, erzyanin – con mokshaninom e Udmurtia – Komi. Tuttavia, questo gruppo di popoli geograficamente distanti tra loro, dovrebbe fare un grande sforzo per identificare nella loro lingua caratteristiche comuni che li aiuterebbero ad avere una conversazione.

la parentela linguistica dei popoli ugro-finniche possono essere ricondotte principalmente alla somiglianza delle strutture linguistiche. Questo influenza in modo significativo la formazione di pensare e di visione del mondo dei popoli. Nonostante le diverse culture, questo fatto contribuisce ad una comprensione reciproca tra i gruppi etnici.

Allo stesso tempo, una sorta di psicologia, a causa del processo di pensiero in queste lingue arricchisce la cultura universale della loro visione unica del mondo. Così, in contrasto con i popoli indoeuropei, ugro-finniche inclinati rispetto al carattere eccezionale. cultura ugro-finnica per molti aspetti ha contribuito anche il desiderio di queste persone per regolare pacificamente ai vicini – hanno generalmente preferito non combattere, ma per la migrazione, preservando la loro identità.

Anche caratteristica dei popoli di questo gruppo – l'apertura di interscambio etnica e culturale. Nella ricerca di modi per rafforzare il rapporto con i popoli affini mantengono contatti culturali con tutti coloro che li circondano. In sostanza, i popoli ugro-finniche sono riusciti a conservare la propria lingua, gli elementi culturali di base. La comunicazione con tradizioni etniche in questo settore può essere rintracciata nella loro nazionale di canti, danze, musica, cucina tradizionale, abbigliamento. Inoltre, siamo sopravvissuti molti elementi delle loro antiche cerimonie: matrimoni, funerali, memoriale.

Una breve storia dei popoli ugro-finniche

L'origine e la storia antica dei popoli ugro-finniche a questo giorno rimane un argomento di dibattito scientifico. Tra i ricercatori più diffusa che in tempi antichi c'era un solo gruppo di persone, parlare la stessa ugrofinnica proto-lingua. Gli antenati dei popoli ugro-finniche prima della fine del terzo millennio aC. e. mantenuto l'unità relativa. Essi sono stati risolti nella zona degli Urali e Urali occidentali, e forse anche in alcune zone circostanti.

In quel periodo, chiamato ugrofinnica e le loro famiglie in contatto con i indoiranici, che si riflette nei miti e nelle lingue. Tra il terzo e il secondo millennio aC. e. separate l'una dall'altra e finlandese Ugric Perm-ramo. Tra i popoli di questi ultimi, che si stabilirono in direzione ovest, a poco a poco si è distinto e divenne isolato sottogruppo autonomo delle lingue (Baltico-finlandese, finlandese-Volga, Perm). Come risultato del passaggio della popolazione indigena del Far North su una delle avverbi ugrofinnica Sami formate.

gruppo finnico delle lingue dividere la metà del I millennio aC. e. La divisione del Baltico-finlandese si è verificato all'inizio della nostra era. Perm è durato un po 'più a lungo – fino all'ottavo secolo. Un grande ruolo nello sviluppo separata di questi linguaggi hanno giocato i contatti di tribù ugro-finniche, con il Baltico, iraniana, slava, turca, popoli germanici.

Il territorio dell'insediamento

popoli ugro-finniche in nostri giorni vivono per lo più nel nord-ovest dell'Europa. Geograficamente, si stabilirono sul vasto territorio dalla Scandinavia agli Urali, nella regione del Volga-Kama, il Tobol inferiore e medio. Ungheresi – solo le persone di ugrofinnica gruppo etno-linguistico, che ha formato un proprio Stato oltre ad altre tribù affini – nella regione dei Carpazi-Danubio.

Il numero dei popoli ugro-finniche

Il numero totale di popoli che parlano lingue uraliche (questo include l'ugrofinnica con Samoiedo), è 23-24.000.000. I più numerosi sono i rappresentanti degli ungheresi. Sono il mondo più di 15 milioni di persone. Sono seguiti dai finlandesi ed estoni (5 e 1 milione, rispettivamente). La maggior parte degli altri gruppi etnici ugro-finniche che vivono in Russia.

Ugro-finnica gruppi etnici sul territorio della Russia

coloni russi accorsi in massa alla terra dei popoli ugro-finniche nei secoli XVI-XVIII. Il più delle volte, il processo di loro di stabilirsi in queste parti si è svolta pacificamente, ma alcune popolazioni indigene (ad esempio, Mari) di lunghezza e fieramente resistito l'adesione di bordo per lo Stato russo.

La religione cristiana, la scrittura, la cultura urbana, adscititious russo, alla fine ha iniziato a sostituire le credenze e avverbi locali. Persone si sono spostate verso la città, si è trasferito in Siberia e la terra Altai – dove la lingua principale e comune era russo. Tuttavia, egli (in particolare il suo dialetto del Nord) ha assorbito un sacco di parola ugrofinnica – in particolare modo nel campo dei toponimi ei nomi dei fenomeni naturali.

Luoghi dei popoli ugro-finniche della Russia mescolati con i turchi, convertiti all'Islam. Tuttavia, gran parte di essa era ancora assimilato russo. Pertanto, queste nazioni non costituiscono la maggioranza – anche in quelle repubbliche che portano il loro nome.

Tuttavia, secondo il censimento del 2002, in Russia ci sono molto grandi nel numero del gruppo ugrofinnica. It Mordvinians (843 mila persone), Udmurts (quasi 637.000), Mari (604 000), Komi (293.000), il Komi-Permiano (125 migliaia), Karels (93.000). Il numero di alcune persone non superi i trenta mila persone: la Khanty, Mansi, Veps. Izhors rappresentano 327 persone, e la gente di Vod – solo 73 persone. Vivono in Russia e gli ungheresi, finlandesi, gli estoni, Saami.

Sviluppo della cultura ugrofinnica in Russia

Sedici dei popoli ugro-finniche che vivono in Russia. Cinque di loro hanno la propria formazione dello stato-nazione, ma due – nazionale e territoriale. Il resto stabilì disperso in tutto il paese.

In Russia dedica notevole attenzione alla salvaguardia dell'identità culturale tradizionale degli abitanti dei gruppi etnici. A livello nazionale e locale, i programmi sono sviluppati con il sostegno di cui studiare la cultura dei popoli ugro-finniche, i loro costumi e dialetti.

Così, Sami, Khanty, Mansi è insegnato nella scuola primaria, e il Komi, Mari, Udmurt, lingue Mordovian – nelle scuole secondarie in quelle regioni, dove ci sono grandi gruppi dei rispettivi gruppi etnici. Ci sono leggi speciali sulla cultura, la lingua (Mari-El, Komi). Così, nella Repubblica di Karelia, la legge in materia di istruzione, sancisce il diritto delle Veps e Carelia insegnati nella loro lingua madre. prioritari di sviluppo delle tradizioni culturali dei popoli della legge definisce la cultura.

Inoltre, nella Repubblica di Mari El, Udmurtia, Komi, Mordovia, nella zona autonoma di Khanty-Mansi ha i suoi concetti e programmi di sviluppo nazionali. Fondata e gestisce le culture del Fondo per lo sviluppo dei popoli ugro-finniche (sul territorio della Repubblica di Mari El).

popoli ugro-finniche: Aspetto

Gli antenati dei popoli ugrofinnici sono verificati a seguito della miscelazione paleoevropeyskih e paleo-asiatiche tribù. Pertanto, nella parte esterna di tutti i popoli di questo gruppo ci sono sia le caratteristiche europee e mongoloidi. Alcuni studiosi hanno anche avanzato la teoria dell'esistenza di razze separate – gli Urali, sono "intermedio" tra gli europei e gli asiatici, ma questa versione ha alcuni sostenitori.

I popoli ugro-finniche sono eterogenei in termini antropologici. Tuttavia, la caratteristica "Ural" funzioni in un modo o nell'altro ha qualsiasi membro dei popoli ugro-finniche. Si tratta, di norma, di altezza media, un colore di capelli molto chiaro, il naso "snub", faccia larga, la barba piuttosto sottile. Ma queste caratteristiche si manifestano in modi diversi. Così, mordvini-erzya – alte, titolari di capelli biondi e gli occhi azzurri. Mordvini-Moksha – al contrario, più breve, ad alta guance, con i capelli più scuri. La caratteristica Udmurts e Mari non comune di "Mongol", l'occhio con una piega speciale all'angolo interno dell'occhio – epicanto molto larghe facce, barba liquido. Ma mentre i loro capelli è solitamente biondi e rossi, ei suoi occhi – blu o grigio, che è tipico per gli europei, ma non i Mongoloids. "Piega mongolo 'trovato anche in Izhora, Voti, Karel e anche gli estoni. Komi un aspetto diverso. Dove ci sono i matrimoni misti con il Nenets, i rappresentanti di questa nazione bretelle e dai capelli neri. Altro Komi, d'altra parte, appaiono più come gli scandinavi, ma più larga faccia.

Ugro-finnica cucina tradizionale in Russia

La maggior parte dei piatti della cucina tradizionale del popolo ugro-finniche degli Urali e Trans-Urals, infatti, non è stato conservato o state significativamente errato. Tuttavia, etnografi riesce a tracciare alcuni modelli generali.

Pesce era il prodotto principale della potenza popoli ugro-finnica. Non solo è trattata in modi diversi (griglia, vyalili, fermentato, brew, essiccati, mangiato crudo), ma anche per preparare ogni tipo a suo modo, che sarebbe gusto migliore trasportato.

Prima dell'avvento delle armi da fuoco il principale metodo di caccia nei boschi erano una trappola. Abbiamo preso principalmente uccello della foresta (gallo cedrone, fagiano di monte) e la piccola selvaggina, soprattutto di coniglio. Carne e pollame in umido, bolliti e cotto, molto meno – fritto.

crescente crescione nella foresta, mucca pastinaca, rafano, cipolla, giovane goutweed – Verdure rape e ravanelli, erbe utilizzate. popoli occidentali ugrofinnici quasi mai mangiato i funghi; allo stesso tempo, per la parte orientale, che sono una parte essenziale della dieta. I primi tipi di grano noto a quei popoli – orzo e frumento (farro). Da prepararli porridge, gelatine calde e condimenti per salsicce fatte in casa.

Moderna repertorio culinario dei popoli ugro-finniche ha pochissime caratteristiche nazionali, come è stato fortemente influenzato dal russo, Baschiro, Tatar, Chuvash e altre cucine. Tuttavia, quasi tutte le nazioni è sopravvissuto uno o due pasti tradizionali, cerimoniali o celebrativi che sono sopravvissute. In sintesi, danno un'idea generale della cucina ugrofinnica.

nazioni ugro-finniche: religione

La maggior parte dei popoli ugro-finniche professano la fede cristiana. Finlandesi, estoni e Western Lapponi sono luterana. Tra gli ungheresi dominate dai cattolici, anche se è possibile anche incontrare i calvinisti e luterani.

I popoli ugro-finniche che vivono nella parte europea della Russia, – in prevalenza ortodossi cristiani. Tuttavia, Udmurt e Mari persone sono riuscite a preservare i siti antichi (animista), la religione e popoli Samoiedo e gli abitanti della Siberia – sciamanesimo.