631 Shares 6406 views

carrello di atterraggio dei velivoli dai fratelli Wright "Flyer" a "Ruslan"

Poiché l'aria è aumentato prima aeroplani, miglioramento continuo continua aeromobili. Una parte integrante di ciascun aeromobile sono dispositivi utilizzati per la sua movimentazione a terra (o acqua) per disperdere prima del decollo o dopo l'atterraggio inibizione.


Questo affascinante spettacolo – osservare sia il sistema meccanico ingombrante vista in pianta (chassis) costituito da una pluralità di elementi dopo la separazione dalla pista facilmente piegato acquisizione forma compatta, e nasconde sotto le alette nella sua fusoliera o ali.

marcia "terra" atterraggio velivoli Classic si compone di due elementi principali – puntoni e ruote, chiamati anche pneumatici. In quei casi in cui è necessario creare la possibilità per il funzionamento in acqua o manto nevoso, alcuni campioni aeromobili comprendono l'installazione di pezzi di parti a contatto con la superficie del sedile, può essere sci o galleggianti.

Fino alla metà degli anni Trenta del XX secolo per l'industria aeronautica mondiale hanno visto prevalere il design carrello di atterraggio non retrattile. E 'stato certamente più sicuro, ma per creare più resistenza aerodinamica, che ha richiesto vari trucchi di ingegneria, come carenature aggiuntivi e diradamento profilo del supporto di base. Nel corso del tempo, di tale sistema è in gran parte stato abbandonato, anche se alcuni tipi di aerei cosiddetta aviazione "piccolo" usarlo a questo giorno. Un esempio è il "sopravvissuto celeste" An-2, che non è costruito stato modificato dal 1949.

Sviluppo di aerei da combattimento necessaria per aumentare la velocità. Cremagliere, precedentemente dotati di ammortizzatori solo diventato più complicato, e il meccanismo delle ruote della recinzione nel piano della fusoliera o gli ingegneri mettono i problemi tecnici difficili, ma il risultato era la pena. carrello di atterraggio aereo IL-16 è diventato una soluzione rivoluzionaria, la prima volta che venivano puliti su un caccia disponibile in commercio che ha dato i nostri piloti volontari l'opportunità di vincere vittorie nel cielo in guerra in Spagna.

La sua diversità un piccolo elemento di design può essere confrontato con il carrello di atterraggio. Lo schema, che ha ricevuto la più diffusa in aerei moderni – triciclo. Si tratta di due pilastri e uno secondario (più spesso – nasale, assume fino al 9% del peso dell'aeromobile). Tuttavia, mezzo secolo fa, un ulteriore supporto è più spesso installato sulla coda.

Alcuni disegni di aeromobili devono oltre ai tre principali pilastri temono anche. Si presume che il carico in caso di atterraggio di successo (per esempio IL-62). Con l'aumento del peso al decollo dei due pilastri principali non è stato sufficiente. Numero dei pneumatici della An-124 "Ruslan" ha raggiunto 24. Secondo lo schema multishelf progettato e velivoli carrello di atterraggio "747".

Landing – il momento più cruciale per tutto il volo, sa che ogni pilota. Pertanto, come progettare l'affidabilità e le esigenze di produzione dei materiali del carrello sono molto elevati. leghe precisione durevole, di cui sono eseguite, forniscono la capacità di sopportare ripetute con un margine. E per garantire che il numero di decolli sono sempre uguale al numero degli sbarchi, e creare il backup, i pilastri di emergenza del sistema di scarico. Solo nel caso.