383 Shares 3999 views

Vita e morte Freak (Continua parte 2)


La tua mente

Un adolescente ha tredici o quindici anni e vuole vivere la sua mente. Vivi la tua mente! È buono o cattivo?

È normale. Bene. In una condizione: se c'è una mente.

Un bambino molto piccolo tra le prime parole scritte spesso dice: "Se stesso!" Oppure: "Se stesso!" E all'interno delle sue capacità gli adulti lo permettono di tirare le mutande stesse o di tenere un cucchiaio e di mangiare zuppa.

Un adolescente? Cosa può fare per questo?

Sì, quasi tutto ciò che gli adulti fanno! Se solo lui non è abituato a camminare sulle buche fino … fino alla ricezione di un passaporto, e perfino – prima del matrimonio.

Ma spesso succede che un ragazzo (o una ragazza) sia cresciuto con una madre e lo ricorda ogni giorno:

"Fai il tuo lavoro!"

E tale cure non offende lo studente di scuola superiore? Qualcun altro scatta indietro:

– lo conosco!

E lo riporta la sua – la principale! Lavoro alla sera tardi, quando il cervello è già stanco e il letto invita.

E l'indipendenza? No, è una mancanza di volontà e di autodisciplina, cioè esattamente ciò che è necessario per la vita indipendente.

La cura dei genitori è fastidiosa. Ma la maggior parte dei casi dà fastidio a coloro che non sono capaci di vita indipendente! Torniamo all'esempio primitivo e più comune con lezioni. Se hai stabilito un regime rigido in questo settore (per esempio: dalle quattro alle sette lezioni!), Così la madre ordinerà: "Prendi le lezioni!"

Avevamo un ragazzo nei nostri vicini che avevano un padre e una madre al lavoro tutto il giorno. Già all'età di nove anni (e più tardi), egli stesso preparava un pasto semplice (zuppa, porridge, patate) e vissuto strettamente secondo il calendario.

Uno dei ragazzi suona il campanello:

"Petya, andiamo nel cortile!" I ragazzi guidano il calcio.

"No," rispose Petya.

"Che cosa, non hai fatto le tue lezioni?"

"Ho fatto le mie lezioni." Non ho ancora suonato la musica …

E ritorna al pianoforte.

Cosa, non voglio guidare il calcio? Ancora come ti piace: il ragazzo è lo stesso! Ma l'indipendenza inizia solo con una comprensione della sensazione di un dalog, e non con un capriccio, non con una contraddizione vuota degli anziani, non con indulgenza ai propri desideri o fantasie.

Cosa pensi, il lettore, questa disciplinata Petya che, anche per il calcio e completamente senza supervisione degli anziani, non perderà il contatto con la questione … Pensa che "proverà" la droga a suggerimento di un pari o di un ragazzo più anziano?

Non posso dire che voglio!

Perché?

Perché vive con dentro e per la mente, e la sua esperienza – anche se piccola – lo dice che le droghe sono male! Anche se non vedeva un tossicodipendente vivente con un'espressione morbosa sul suo volto, è tutto uguale: ha sentito le conseguenze della tossicodipendenza sulla radio, sulla TV, dai genitori, ha visto nel cinema … È abbastanza intelligente da vedere, sentire, pensare e capire: non salire in questo idromassaggio. Non ne vale la pena!

E – nessuno lo convincerà!

Ma c'è un'altra "indipendenza", basata sul principio seguente: farlo in modo! E per ognuno: "Non farlo!" Questa giovane "indipendente" dirà (o – pensa): "è necessario!" E fare le cose contrarie al buon senso – "sputare" a coloro che danno consigli, non pensando che sia soprattutto per se stessi La maggior parte verrà fuori lateralmente … Quello è – per farsela!

Oggi, non solo i ragazzi adolescenti sono coinvolti nella tossicodipendenza, ma molto spesso – e ragazze. Il modo più caratteristico per la dipendenza è amare un tossicodipendente adulto o un pari. Ecco un estratto del foglietto del centro regionale per la prevenzione e la riabilitazione medica menzionata in precedenza.

"Alcune ragazze pensano di amare un tossicodipendente, ma la madre è indifferente alle droghe.

Nella situazione standard, che abbiamo costantemente di fronte. Una ragazza è innamorata di un ragazzo che prende droghe. Sono pronto a pregare per lui. Che cosa fa a lei e lei? Stoiche rezmennoe emotionality. Tutti i tossicodipendenti sono psicopatici. Hanno tutti i sentimenti troppo! Tutto è sul punto di esaltazione. In primo luogo, la ragazza è formata da una dipendenza psicologica dalla sua amica, poi inizia una relazione intima e la dipendenza, diventa sessuale. Ma che dire di non condividere la gioia con una persona amata? Sulla base della natalità, si scopre che la dipendenza narcotica è l'unica cosa che li connette. Per curare una coppia così dolce, devi generarle per diverse cliniche. Fortunatamente, tali connessioni decadono rapidamente ".

L'intossicazione di droga è un modo per evitare difficoltà, fuga dai problemi della realtà. Il desiderio di ridurre la tensione emotiva, sopprimere i sentimenti dell'ansia, dell'incertezza, crea l'illusione della propria importanza, coraggio, adulta. Dietro di tutto questo è l'incapacità, la mancanza di volontà di superare le difficoltà della vita, i conflitti.

Vuoi vivere la tua mente? Eccellente! Poi – il primo compito per la tua mente. Chiedetevi: puoi pensare, valutare le proprie azioni e le tue azioni, confrontare bene e male, prendere la propria decisione e non scattare gli sconosciuti, come fa il pesce abbastanza esca?

Puoi farlo? Ben fatto!

Non sai come? Imparare!

Essere una persona indipendente, ma – non lo schiavo dei tuoi amici (e ancor di più – quelli che fingono di essere tuoi amici). E soprattutto! Non essere schiavo dei tuoi desideri: "voglio", "non voglio". Una persona ragionevole che non solo galleggia lungo il corso della vita, ma siede la sua vita è guidata da principi che possono essere espressi in modo molto generale: "Devo farlo!" "E questo non dovrei fare!"

Nessuno ti rimprovererà o rimprovererà, se tu stesso farai quello che è necessario e come ti serve. C'è così breve aforisma: "La libertà è una necessità cosciente".

E ora di coloro che sono abituati a vivere su un puntatore di qualcun altro, ma non scelgono con successo per se stessi "ukazchikov".

Ci sono adulti in un simile concetto: branco. Un concetto sprezzante. Si riferisce a persone che non hanno i propri principi o le proprie aspirazioni … Il loro principale … sì no – l'unica regola: vivere "come tutti gli altri". Va tenuto presente che questa posizione vitale è presa in prestito dalle pecore. Una pecora non può vivere fuori dalla mandria! Ha sicuramente bisogno di un leader.

Mi hanno parlato delle pecore. Il ragazzo del villaggio è pastore. Ed improvvisamente un lupo saltò fuori dalla foresta, afferrò una pecora e lo trascinò. Il ragazzo urlò dopo il lupo. Non riuscivo a recuperare, ma corse e urlò, e il lupo dopo un po 'gettò le pecore e si voltò verso la foresta.

Quindi, pensi, ha fatto questa pecora, liberata dai denti del lupo? Si guardò intorno e, vedendo nessun altro a cui si potesse unire, si precipitò dopo il lupo! Il lupo, guardando indietro, ha valutato la situazione (le pecore sono vicine, il ragazzo è lontano), afferrò le pecore e lo prese per il pranzo a se stesso e alla sua famiglia.

Sì, un … Ricordami i tossicodipendenti deboli di questa pecora debole e stupida. Se solo per entrare nel gregge … No, i tossicodipendenti dicono: in un gregge. Tu, certo, non vuoi essere come quella pecora e prendi il lupo nei tuoi denti. E lo sai …

Conosci le tue carenze? No, la dignità, capisco, tutti sanno, a volte anche esagerare loro non importa. Ma – svantaggi … Ma questo è molto più importante!

Beh, per esempio … hai una debole volontà. Puoi facilmente subire l'influenza di qualcun altro. È male? Naturalmente, è male. E cosa devo fare? Tali persone dovrebbero essere, se si può mettere in questo modo, sempre in guardia. Cominciarono a "fare pressione" sulla vostra psiche – per valutare la situazione: non è possibile che l'interlocutore sta cercando di fare è dannoso per la tua vita. E la mentalità è ferma: no! No, no e no! E sarai in una doppia vittoria.

Perché: in un doppio?

Innanzitutto, rifiuta una proposta che possa danneggiarti (e quindi, insieme a lei, rifiuterai il danno potenziale!). Questo, in particolare, è molto importante in quei casi quando ti viene offerto di "provare" un farmaco.

In secondo luogo, capirete che non sei così marcio e capace di decidere cosa fare e cosa non fare. Una volontà debole? Questa è una questione controversa. La volontà non viene data a una persona in una certa norma per il resto della sua vita come il colore degli occhi. Può essere addestrato come un atleta che addestra il suo corpo. Ieri c'è stata una debole volontà, ma oggi …

Oggi, la forza di volontà dipende da te!

"C o m o m a l d m a m t, t o m o n o s s s s s s s."

(Leonardo da Vinci)

schiavitù

"Lo schiavo, che leggiamo nel dizionario di Dahl, è uno schiavo, un uomo convertito in proprietà del prossimo, che è pieno di lui …"

No, sembra che questa definizione non sia adatta al tossicodipendente. Nessuno è la sua proprietà, non appartiene a nessuno in piena potenza … Allora, almeno, gli sembra.

Ma sembra solo così! Sì, ha uno schiavo. O – proprietari di schiavi … Il nome di loro: i rivenditori di droga. Lo schiavo e lo schiavo … no – gli schiavi non sono stati ancora visti nel fare gli uni agli altri, ma il proprietario delle anime umane danneggiate sa: verranno, verranno a lui e arricchiranno a costo del proprio destino e per una dose – basta dare il tempo per entrare nel vizio! – Lo schiavo per il suo Maestro del Drug Trader andrà sia a furto, a rapina, e … E – non è noto un caso – anche per uccidere.

Il rivenditore di droghe vive secondo il principio: il denaro non ha odori. Non si preoccupa di quante vite siano rotte, maculate, rovinate. Questa è la vita di qualcun altro! I commercianti di droga e tutti coloro che li aiutano spesso giocano su una debolezza umana: il desiderio di imitazione.

Sai come avevano usato le scimmie prima? Qui con questa stessa passione per l'imitazione … Il cacciatore della scimmia viva arriva nel luogo in cui vivono questi animali, diffonde una rete forte e inizia a correre su di esso e saltare, e la scimmia guarda dall'albero e invidia. Dopo un po ', il cacciatore lascia "dimenticare" a raccogliere la rete. Scimmia e felice! Ho saltato l'albero, ho iniziato a pattinare e … e – sono confuso! Il cacciatore doveva solo raccogliere i beni vivi e consegnarlo allo zoo.

Le scimmie sono molto appassionate di imitare! Beh, la gente … Si può imitare un uomo laborioso, audace, dotato … Tuttavia, tutto questo richiede gli sforzi della mente e della volontà. Ma imitare un tossicodipendente …

Un rivenditore di droga è un maestro intelligente della tua vita. La tua povera vita! Tuttavia, c'è ancora l'invisibile, ma imperioso, che ti conosce saldamente, ma non ti lascia fuori dai tuoi artigli, come un'aquila non rilascia una vittima dagli artigli. E anche questo, scrive Dahl.

"Uno schiavo del peccato, uno schiavo di passione, un uomo che si è dato in passione alle passioni, spinto da loro".

L'uomo. Perseguito dalle passioni … meglio non dire! Al momento della Dahl in Russia non c'era alcuna tossicodipendenza. Ma c'erano altre passioni che sono state governate da persone: ubriachezza, avidità, gioco di carte … Queste passioni hanno sequestrato la loro vittima in rete e non era facile superare il loro vizio. Ma ancora – non così difficile dalla forcella della dipendenza! Perché la passione della tossicodipendenza è associata anche alla sofferenza fisica.

Hai, il lettore, dovuto soffrire una grave fame? Quando tutto il tempo che vuoi mangiare, ma non c'è niente … O – la sete triste. Bere! Bere! Ma una situazione che non c'è acqua! Non hai sopravvissuto a tale prova. Ma cerchi di immaginare … Deserto. Il sole sta bruciando. Frittura … E – non una goccia d'acqua! Tutto il giorno. No, è il secondo … terzo giorno! Non un sorso d'acqua …

Se vi offriamo il brivido di una prova del genere, è improbabile che tu sia d'accordo. Perché dovresti tormentarsi? Sì, nessuno ti offrirà un esperimento con una sete terribile, perché i tuoi potenziali schiavi sapranno che non pagherai denaro per sperimentare la sofferenza della sete.

No, non ti offriranno la farina, ma – a f. Kayf dalla droga! E il tormento, che seguirà dopo un po ', non dirà una parola. E tu non pensi a loro.

C'è un proverbio molto tempo fa: "Chi Dio punirà i desideri, toglie la mente". E senza ragione, una persona diventa uno straccio, con il quale fai quello che vuoi.

Tuttavia, invece della mente, c'è qualcosa di nuovo, sconosciuto e sgradevole: una voglia di droghe. In medicina, questo problema è chiamato: la tossicodipendenza. Ho illuminato alcune volte "erba" o provato un altro veleno narcotico e …

Molti tossicodipendenti inizio pensano: sì, butterò in qualsiasi momento, ho solo bisogno … spero di "forza di volontà". Ma il potere, come molti altri nella psiche e nel corpo, paralizza il farmaco, distrugge. Willpower dovrebbe essere utilizzato nella misura più completa, quando ti viene offerto di provare il farmaco, per dire saldamente: "NO"!

Non hai detto? Così rischiate di cadere nella schiavitù della tossicodipendenza …

Ecco il dialogo dello psichiatra Boyanov con un adolescente.

"- Ma molte persone dicono che non c'è niente di sbagliato con la tossicodipendenza. (Questo è un adolescente).

– Ascolta questi discorsi, sputa davanti a coloro che diffondono tali sciocchezze. Qualsiasi droga in una tale quantità – danno, dolore, guai. Qui non si sa mai, dopo che dose diventerai un tossicodipendente: uno – in una sola volta, un altro – in un mese, ma tutto diventa ".

Che tipo di potere è questo in veleno, chiamato droga? L'uomo prende la sua volontà una uguale uguaglia, ma subito dopo diversi periodi di intossicazione non controlla più se stesso, ma questo veleno lo controlla.

"Prendi il farmaco!" – Silenzioso, ma imperiosamente comandato da uno strano proprietario, che non c'era prima.

Sì, prima che la persona fosse libera. Ma ora … Ora qualcuno gli ordina come vivere e cosa fare. Tuttavia, tutti i suoi comandi sono ridotti a uno:

"Il farmaco!" Droga !! Droga !!

"Non ho soldi", la tossicodipendente affligge mormore.

– Cerca! Ottenerlo! Chiedilo. Ruba. Cosa vuoi? Ma – subito: un farmaco!

Il tossicodipendente intollerabilmente vuole ripetere lo stato in cui era sotto l'influenza del farmaco. Capisce che sta diventando schiavo della passione narcotica, ma raramente nessuno cerca di liberarsi da questa schiavitù.

Per quanto riguarda gli schiavi – se uno schiavo di uomo o uno schiavo di passione – le persone parlano di disprezzo. Lo schiavo per lo schiavo perde le sue qualità umane normali e si trasforma nell'essere sottomesso del suo padrone.

Lo schiavo del farmaco è lo stesso. La portata degli interessi del tossicodipendente è ridotta nello stesso modo in cui lo spazio per il pesce catturato si riduce alle dimensioni del bollitore in cui le danno un po 'più nuotare.

Dove e come ottenere i soldi per i farmaci? Dove ?! Come ?! Questo è l'intero punto dell'esistenza del tossicodipendente.

Sarebbe bello, naturalmente, rinunciare a una passione dolorosa … Ma la tortura di un tossicodipendente, quando non può ottenere un farmaco nel suo tempo, è molto più difficile di quelli sperimentati da una persona affamata o da sete. Perché la droga è una bestia tranquilla, insidiosa e predatoria nella pelle morbida di un brusio stupefacente – ora senza alcun travestimento rilascia i suoi artigli taglienti e provoca la tua farina di corpo che è commisurata alla tortura nelle prigioni di terribili prigioni.

Il tossicodipendente perde interesse per tutti i suoi hobby precedenti. Chitarra? Calcio? Libri? .. Sì, una volta (di recente!) Mi piaceva guidare il calcio con ragazzi, cantare canzoni di mia composizione sotto la chitarra, leggere storie detective … Ma tutto questo era in un'altra società, in un'altra vita. Ora è disprezzato in questa società: un tossicodipendente! Si avvicina alla "confezione" di ragazzi e ragazze, il cui mondo interiore si inserisce in due parole: la pigrizia e la mancanza di spiritualità. Un tossicodipendente vive dalle droghe alle droghe. Il suo mondo: il farmaco – il ronzio – la preoccupazione – la rottura – il farmaco a tutti i costi!

Studiare a scuola … Non è interessato a scuola! Seduto alla lezione, pensa solo a come andrà in "la sua" compagnia, beve "la composta" o inghiotti la "ruota" e si lamenti. E gli insegnanti necessitano della conoscenza e non si siede per lunghi periodi per lezioni, deuces, deuces … L'assenteismo assente è aggiunto ai deuces. E c'è un momento in cui l'adolescente in genere cessa di andare a scuola.

Madre … È necessario nascondersi dalla madre e dalla dipendenza dalle droghe e dai problemi di scuola. Fino ad allora, funziona prima del tempo … ma devo sacrificare rapporti gentili con mia madre, perché un adolescente è costretto a far finta di tutto, è tutto in ordine, deve mentire e non puoi costruire buoni rapporti nella famiglia …

E poi c'è iniziare con problemi di salute. Farmaci causano stanchezza e il declino della forza fisica. Ci sono violazioni di coordinazione motoria, tossicodipendente cammina barcollando, le sue volte "riempimenti", come se fosse ubriaco, estranei e pensare che era ubriaco, e lo condanna o ridere di lui …

Ma diamo la parola al dipendente (piccola-book).

"Proprio ora ho capito quanto perso. vita vissuta, e dietro – nulla, e la lunga, straziante, la tortura, ore di ricerca di droga. Su queste ricerche ha preso tutto. Ero pronto a rompere la vetrina e arrivare a una farmacia per ingoiare in fretta intossicanti. sforzo sovrumano si teneva a non uscire e rubare il primo venuto … "

La parola "schiavo" è non solo totalmente dipendente sul proprietario, ma è sinonimo di povertà spirituale. Tutto questo in uno stato normale è stata la ragion d'essere, è in passato, come se da qualche vecchio uomo, e in cambio – una sola preoccupazione: droga.

Così è la prima – la morte spirituale di un tossicodipendente. il suo corpo continua a vivere, tossicodipendente mangia, dorme, "spinoso", camminando sulla terra, sia pure incerto. Ma la sua anima è devastato, senza interessi e piaceri, senza speranze e le aspirazioni, senza entusiasmo e la creatività, senza l'amore dei parenti, senza aprire un dialogo sincero … Il tossicodipendente non sembrava di vivere e arranca attraverso la vita da una dose a quella successiva.

'H t r e un b a c a n t h a r a e h e m b r a n e c a d a t a b r o l s e circa n o e".

(Seneca Jr.)

Germania Ovest rivista "Der Spiegel" una volta pubblicato un'intervista con i due tossicodipendenti. Ecco un estratto dall'intervista.

"E '. A quattordici anni, il mio amico e ho iniziato a fumare hashish. Era ancora a scuola. A volte in una tana, e ci hanno dato la cocaina.

Quando ho incontrato Martin – è stato sette anni fa – non ho avuto alcun singolo farmaco. Il fatto che siamo passati all'eroina – colpa mia. Nella discoteca, dove ho comprato hashish, mi sono incontrato con un tipo. Mi ha detto: "Aspetta, ti darò qualcosa di meglio." E 'stata una polvere bianca. Ora introduco il farmaco per sedare attacchi di disperazione e di rabbia.

Per A p a n o n d e n t. C'è qualcosa nella tua vita qualcosa di diverso rispetto ai farmaci?

A proposito di NA. I – niente. Io o andare al bar, o il sonno, o sedersi in una stanza e guardare il muro.

A proposito di n. Da allora, io non rubo, ho quasi sempre si trovano nella stanza e aspettare, e quando, finalmente, vengo Brigitte e portare un altro lotto di eroina.

Per un p pe a n o n d e n t. Come ti senti per il fatto che lei era impegnata nella prostituzione?

A proposito di n. Naturalmente, io odio. Sono stufo di questo. Ma quando si pensa al prossimo gruppo di farmaco, si dimentica tutto il resto ".

E che l'esistenza miserabile si chiama: w e s n s?

La tossicodipendenza – una malattia mentale. Sì, il tossicodipendente non farò il nome di una persona mentalmente normale. C'è solo una differenza: altre malattie mentali cogliere una persona per motivi indipendenti dalla sua volontà. Ma tossicodipendenti si sono volontariamente. L'uomo si rifiuta normale, complesso, inquietante, a volte – bene, a volte – difficile, ma sempre – la vita di un uomo meraviglioso quando può lavorare, di godere, di amare, di superare le emergenti difficoltà della vita, fallimenti sconvolto e godere le vittorie. Respingo con tutti i suoi problemi di una vita felice e si tuffa nel fango di intossicazione da farmaci, che paga per la perdita di tutto quello che aveva: la salute, la famiglia, la scuola, il lavoro, l'amore … Alla fine – la perdita della vita stessa lunga prima di un certo periodo di natura.

Nei momenti di illuminazione da narcotico tossicodipendente si rende conto che ha perso. Come nella fiaba dei fratelli Grimm di un soldato che un pezzo d'oro dopo diverse operazioni alla fine scambiato alla pietra.

"E con t i n n s p d e d – t t un h o p s d y T E R a n"

(Proust)