605 Shares 9035 views

Gas acido. Formula, produzione, proprietà chimiche

L'ossido di zolfo (anidride solforosa, anidride solforosa, anidride di anidride solforosa) è un gas incolore che ha in condizioni normali un odore caratteristico e forte (simile all'odore di un accenditore illuminato). Si liquefica sotto pressione a temperatura ambiente. L'anidride solforosa è solubile in acqua e si forma acido solforico instabile. Questa sostanza si scioglie anche in acido solforico e etanolo. Questo è uno dei componenti principali che compongono gas vulcanici.


Come ottenere gas acido

La produzione di SO2 – anidride solforosa – in modo industriale consiste nella combustione di zolfo o di solfuri brucianti (principalmente si usa la pirite).

4FeS2 (pirite) + 11O2 = 2Fe2O3 (ossido di ferro) + 8SO2 (gas sulfuro).

In condizioni di laboratorio, l'anidride solforosa può essere ottenuta mediante l'azione di acidi forti su idrosolfiti e solfiti. Allo stesso tempo, l'anidride solforosa risultante si decompone immediatamente in acqua e anidride solforosa. Ad esempio:

Na2SO3 (solfito di sodio) + H2SO4 (acido solforico) = Na2SO4 (sodio solfato) + H2SO3 (acido solforico).
H2SO3 (acido solforico) = H2O (acqua) + SO2 (anidride solforosa).

Il terzo metodo di ottenimento dell'anidride solforosa consiste nell'azione dell'acido solforico concentrato sul riscaldamento a metalli bassi attivi. Ad esempio: Cu (rame) + 2H2SO4 (acido solforico) = CuSO4 (solfato di rame) + SO2 (anidride solforosa) + 2H2O (acqua).

Proprietà chimiche del diossido di zolfo

La formula di anidride solforosa è SO3. Questa sostanza si riferisce agli ossidi acidi.

1. L'anidride solforosa si scioglie in acqua, con la formazione di acido solforico. In condizioni normali, questa reazione è reversibile.

SO2 (anidride solforosa) + H2O (acqua) = H2SO3 (acido solforico).

2. Con gli alcali, l'anidride solforosa forma i solfiti. Ad esempio: 2NaOH (idrossido di sodio) + SO2 (gas acido) = Na2SO3 (sodio solfito) + H2O (acqua).

3. L'attività chimica dell'anidride solforosa è abbastanza elevata. Le proprietà riducenti dell'anidride solforosa sono più pronunciate. In tali reazioni, aumenta il grado di ossidazione dello zolfo. Ad esempio: 1) SO2 (anidride solforosa) + Br2 (bromo) + 2H2O (acqua) = H2SO4 (acido solforico) + 2HBr (idrobromuro); 2) 2SO2 (anidride solforosa) + O2 (ossigeno) = 2SO3 (solfito); 3) 5SO2 (anidride solforosa) + 2KMnO4 (permanganato di potassio) + 2H2O (acqua) = 2H2SO4 (acido solforico) + 2MnSO4 (manganese solfato) + K2SO4 (solfato di potassio).

Quest'ultima reazione è un esempio di una reazione qualitativa a SO2 e SO3. Vi è una scolorita della soluzione di colore viola).

4. In presenza di forti agenti riducenti, l'anidride solforosa può presentare proprietà ossidanti. Per esempio, per recuperare zolfo dai gas di scarico nell'industria metallurgica si utilizza la riduzione di anidride solforosa con monossido di carbonio (CO): SO2 (anidride solforosa) + 2CO (monossido di carbonio) = 2CO2 (anidride carbonica) + S (zolfo).

Inoltre, le proprietà ossidanti di questa sostanza sono utilizzate per la produzione di xilitolo ricco di fosforo: PH3 (fosfina) + SO2 (gas sulfuro) = H3PO2 (acido fosforico) + S (zolfo).

Dove viene utilizzato l'anidride solforosa

Fondamentalmente, l'anidride solforosa viene utilizzata per produrre acido solforico. Inoltre viene utilizzato come conservante (E-220) nella produzione di bevande alcoliche (vino e altre bevande della categoria di prezzo medio). A causa della proprietà di questo gas, per uccidere diversi microrganismi, essi fumigano depositi e negozi di verdure. Inoltre, l'ossido di zolfo viene utilizzato per sbiancare la lana, la seta, la paglia (quei materiali che non possono essere sbiancati con cloro). Nei laboratori, l'anidride solforosa viene utilizzata come solvente e per produrre diversi sali di acido solforico.

Effetti fisiologici

Il gas zolfo ha proprietà forti tossiche. Sintomi di avvelenamento – una tosse, un naso che cola, la raucedine della voce, una sorta di gusto in bocca, una forte sudata nella gola. Quando l'anidride solforosa viene inalata in alte concentrazioni, diventa difficile inghiottire e soffocare, disturbi del linguaggio, nausea e vomito, possibilmente lo sviluppo di edema polmonare acuto.

MPC di anidride solforosa:
– al chiuso – 10 mg / m³;
– Il tempo medio giornaliero massimo nell'aria ambiente è 0,05 mg / m³.

La sensibilità all'anidride solforosa in individui, piante e animali è diversa. Ad esempio, tra gli alberi la quercia e la betulla sono la più stabile, e il meno – abete e pino.