741 Shares 8885 views

Peceneghi – questo è … La sconfitta del Peceneghi

cartina di tornasole con la quale siamo in grado di determinare l'origine del popolo – la lingua. Lingua pecenega appartiene alla famiglia turca, che include una varietà di supporti dalla Turchia alla Siberia e l'Asia centrale. In tutto questo c'è una grande comunità di piccoli sottogruppi. Nel caso di questo pechenegy lingue Oguz, alla quale si è classificato. Sapendo questo, siamo in grado di capire il loro parente più prossimo.


origine Peceneghi

Parenti Peceneghi sono Oguz – anche alcuni nomadi che hanno preso parte attiva nella formazione dei popoli dell'Asia centrale. Peceneghi – questo è il loro vicini più prossimi, ha deciso di trasferirsi ad ovest delle steppe del Volga. Chiamato diverse ragioni. Forse era un'inimicizia tribale, così come gravi cambiamenti climatici in habitat, tra cui la siccità, che significava una diminuzione delle risorse vitali.

In un modo o nell'altro, ma un'unione di tribù spostato verso ovest. E 'successo alla fine del IX secolo, esattamente durante il verificarsi del centro di Stato slava orientale. Per questo motivo, gli alieni non sono andati a nord, e hanno continuato il loro viaggio verso ovest, fino al confine con la Bulgaria e Bisanzio. Nuovi vicini si stabilirono nelle steppe del Mar Nero, sul territorio dell'attuale Ucraina.

Nonostante le sue radici turche, i nomadi eventualmente acquisito alcune caratteristiche caucasoidi. Così, i contemporanei hanno affermato che il popolo delle steppe dai capelli neri e rasato la barba, e da Kiev in un incontro con loro può facilmente perdersi nella folla. Queste parole sembrano un po 'contraddittorio, ma era possibile e come, soprattutto se si considera che la steppa, dopo le incursioni di successo ha avuto come concubine residenti locali.

La natura delle relazioni tra la Russia e nomadi

Fin dall'inizio, il Peceneghi e la Rus divennero rivali e nemici. Essi appartenevano a diverse civiltà, il golfo delle differenze religiose tra di loro. Inoltre, sia si distinguono per indole bellicosa. E se la Russia alla fine acquisisce le caratteristiche di questo stato che si offre, e quindi non può attaccare i suoi vicini, al fine di trarre profitto, i suoi vicini meridionali ed erano dai nomadi della natura, che porta un modo semi-civilizzata della vita.

Peceneghi – questa è la prossima ondata, buttare via le steppe asiatiche. In Europa orientale, questo scenario ha giocato ciclicamente diverse centinaia di anni. Prima era Unni che la loro migrazione ha segnato l'inizio della Grande Migrazione. Quando è venuto in Europa, hanno messo paura nelle nazioni più civili, ma alla fine scomparve. Nel loro cammino verso il futuro è andato slavi e magiari. Tuttavia, sono riusciti a sopravvivere e persino di stabilirsi e abitare un territorio definito.

Slavi, tra le altre cose, diventano una sorta di "scudo umano" in Europa. Hanno preso costantemente il peso delle nuove orde. Pechenegi in questo senso – solo uno dei tanti. In seguito al loro posto vengono i Cumani, e nel XIII secolo – i mongoli.

I rapporti con gli abitanti delle steppe sono stati determinati non solo le due parti, ma anche a Costantinopoli. imperatori bizantini a volte hanno cercato di box vicini. Nel corso erano diversi metodi: oro, le minacce, le assicurazioni di amicizia.

I primi scontri tra nomadi e slavi

Peceneghi e primo incontro della Rus' nella battaglia, quando i nomadi hanno attaccato il sovrano di Kiev Askold. Questi risultati sono contestati da alcuni storici, ma nessuno nega che il confronto militare con i nuovi arrivati dalle steppe principe Igor di 915 e 920. A questo punto le autorità hanno esteso Rurik a Novgorod, da dove è venuto.

Con una grande quantità di risorse e persone, quali, la Russia era in grado di sopportare l'assalto dei nomadi dal sud. Quando il figlio Igor – Svyatoslav – orda periodicamente combattere su un fianco come mercenari esempio contro bizantina. Tuttavia, l'Unione non è mai stata forte. Tutti gli stessi, è stato ucciso da Svyatoslav Pecheneg agguato sulle rapide Dnieper, dopo Ioann Tsimiskhy Khan ha offerto un sacco di oro.

La steppa fioritura

In quegli anni l'alleanza nomadi raggiunge il suo picco. Grazie alle campagne dei Khazari slavi caduto. Ora basso Volga vuoto, e quindi immediatamente orda sono stati impiegati. Il raid Peceneghi non potrebbe sopravvivere e poche colonie di slavi tra i fiumi Dniester e Prut, in quella che è oggi la Moldova. A proposito di quasi alla periferia d'Europa sono stati ascoltati non solo immediati vicini, ma anche Re Cattolici a ovest e viaggiatori arabi.

Quando Vladimir la Red Sun confronto tra le due forze è venuto con vari gradi di successo. In particolare, Trubezh 993 anni ha vinto il principe, mentre nel 996, sotto Vasilyeva slavi sono stati sconfitti. Vladimir non solo inviare l'esercito nelle regioni di confine. In primo luogo ha usato la pratica della costruzione di fortezze, al confine con la steppa, con l'aiuto di luci di segnalazione che può notificare rapidamente Kyiv del pericolo imminente. Inoltre, gli alberi sono stati creati che i nomadi plagued pascolano mandrie e, quindi, li hanno costretti ad andare a sud.

La partecipazione al conflitto in Russia

Dopo la morte del Battista della Russia nel Principato ha cominciato lotta tra i suoi figli. Nomads come mercenari erano nel conflitto a fianco della Svyatopolk the Damned, che non evita i metodi più sporche, tra cui l'omicidio insidioso dei fratelli. Come il nome del fanatico, la parola "Peceneghi" ancora si verifica come sinonimo di comportamento barbarico.

Svyatopolk è stato sconfitto. Egli è salito al potere Yaroslav Mudry. Pechenegi quando infastidito la Russia per l'ultima volta. Nel 1036 hanno tentato di assediare Kiev disarmato, ma furono sconfitti dall'esercito del Granduca è apparso nel tempo.

minaccia Polovtsian

Dopo diverse sconfitte posizione Slavi Peceneghi diventato minaccioso. Nel XI secolo in Russia iniziò l'era della formazione di principati, e principi frammentati erano nomadi a portata di mano. Tuttavia, in questo momento, una nuova orda apparve a est. Questi erano i Cumani (in diverse fonti come Cumani o kipčaki). Essi espulsi gli ex proprietari delle steppe del Mar Nero dalle loro sedi. E 'anche importante che i nuovi nomadi hanno portato la loro vecchia fede – l'Islam. Alcuni khan accettato, alcuni, al contrario, è diminuito. Tali faide non poteva andare a vantaggio del sindacato.

Cumani e Peceneghi erano etnicamente vicini. Entrambi appartenevano a popoli turchi. Tuttavia, questo non ha impedito l'odio e sconfiggere una delle parti. Cumani e Peceneghi erano disuguali in forza, come sul lato di una nuova orda erano rifornimento fresco di Asia, mentre la vecchia Unione era affetto da continue guerre con i vicini potenti.

Il successivo destino

nomadi sfollati sono andati ai Balcani o in Ungheria, dove assimilato con la popolazione locale e cessò di esistere come una nazione separata. Tuttavia, questo è solo uno dei punti di vista.

Secondo un'altra teoria, Peceneghi – questo è gli antenati dei Gagauz vivere in Moldavia e ortodossa. Nel corso del secolo XI, le orde sono ancora presenti in alcune fonti. Ad esempio, hanno partecipato nelle guerre contro Bisanzio, selgiuchide. L'ultima gravi danni è stato causato alla tribù turca nel 1091, quando le mura di Costantinopoli, l'imperatore unificati dell'esercito e Polovtsy sconfitto aggressori. La sconfitta del Peceneghi era pieno e completo. La maggior parte di loro non si seppe più nulla.

Tuttavia, la memoria degli abitanti delle steppe era ancora vivo tra la gente per lungo tempo. Così, già nel 1380, nella battaglia di Kulikovo, eroe Chelubey che ha iniziato la battaglia con il loro duello, è stato nominato cronista "Pecheneg".

stile di vita

Steppa, come c'era da aspettarsi, principalmente impegnati in allevamento di bestiame e vagavano con i loro animali. Il vantaggio di questo erano tutte le condizioni, come l'alleanza tribale situata nel vasto spazio. dispositivo interno era tale. C'erano due grandi gruppi. In primo luogo si stabilì tra il Dnepr e Volga, mentre il secondo vagava tra la Rus e Bulgaria. In ciascuno di essi vi erano quaranta tipi. Il centro approssimativa delle terre tribali era Dnepr, che ha condiviso nella steppa di occidentale e orientale.

Il capo della tribù è stato scelto in una riunione generale. Nonostante la tradizione del conteggio dei voti, i padri hanno ereditato la maggior parte bambini.

sepoltura

Pecheneg siti archeologici rappresentati da piccoli tumuli. I morti sono sempre girò la testa verso ovest. Come regola generale, una persona è stato sepolto con il suo cavallo. Pertanto, nei cumuli, oltre ossa umane, ci sono anche cavalli. Tale culto è la norma per la comunità, conducendo una vita nomade.

Anche nella tomba e sinistra tutti i tipi di trofei, ereditata sia come premio o come estrazione (orecchini, gioielli e monete d'oro della moneta bizantina). Pechenegi – è anche i proprietari di arsenale impressionante. Pertanto, insieme con i soldati sepolti armi. In genere, questo sciabola (sciabola).

Resti trovati principalmente sul territorio dell'Ucraina. I tumuli russo Pecheneg sono più spesso si trovano nella regione di Volgograd.