127 Shares 8837 views

L'organizzazione del processo produttivo. Principi di base.

Qualsiasi tipo di attività industriale richiede corretta interpretazione del processo di produzione, che è definito l'oggetto del processo di trasformazione manodopera (materie prime, semilavorati) nel prodotto finito, necessario per la società.

L'organizzazione del processo produttivo comporta il collegamento razionale dei suoi elementi: lavoro (umana), strumenti di lavoro (mezzi di produzione), processi naturali (chimici, fisici, biologici), volta a modificare le proprietà di lavoro dell'oggetto – la sua forma, dimensioni, qualità o condizione.

I principi di organizzazione razionale del processo di produzione.

Esistenti processi di produzione sono estremamente diverse, ma in base alla loro corretta organizzazione sono alcune linee guida da seguire, che permette di ottimizzare le attività industriali.

  1. il principio di differenziazione. In base a questo principio, l'organizzazione del processo produttivo deve essere effettuato in modo che per le singole unità per essere fissati specifici processi aziendali o operazioni che sono alla base della tela industriale.

  2. combinando principio. Consiste raggruppando tutte o alcune operazioni, che indossa un carattere diverso, all'interno della stessa unità di produzione (gestione, link).

    A prima vista questi principi si contraddicono a vicenda. Quale di essi deve essere data preferenza, determina la complessità dei manufatti e praticità.

  3. Il principio della concentrazione. Questo principio è portare insieme in un unico sito di produzione lavori per la produzione di prodotti omogenei o l'applicazione di uno stesso nello svolgimento delle operazioni. Il suo utilizzo permette un uso più efficiente delle apparecchiature di tipo (aumenta il suo carico), aumentando la flessibilità dei processi.

  4. il principio di specializzazione. Si tratta fissa, per ciascun sito di lavoro esattamente un numero limitato di operazioni, lavoro e prodotti. Livello di specializzazione determinato dalla natura dei pezzi prodotti, nonché il volume quantitativa del loro rilascio. Più alto è il livello di specializzazione della società, il meglio le competenze dei dipendenti, maggiore produttività. Questo aumenta la possibilità di automazione della produzione e costi ridotti associati adeguamento delle apparecchiature. Lo svantaggio è la monotonia del lavoro e fatica persone.

  5. Il principio della universalizzazione del fronte del principio di specializzazione. L'organizzazione del processo produttivo, che si basa su questo principio, comporta la produzione di una varietà di prodotti (o l'esecuzione di processi eterogenei) entro un'unità di lavoro. La produzione di una vasta gamma di informazioni richiede un livello abbastanza alto di abilità e il coinvolgimento di apparecchiature multifunzione.

  6. Il principio di proporzionalità. Una corretta gestione del processo produttivo è inseparabile dalla rapporti conformità tra il numero di prodotti fabbricati da diversi reparti. impianti di produzione siti devono rispettare mezzi di carico ed essere compatibili tra loro.

  7. Il principio del parallelismo. Comporta la produzione simultanea di (preparazione) di vari prodotti al fine di risparmiare il tempo speso per la produzione del prodotto finale.

  8. Il principio a flusso continuo. L'organizzazione del processo produttivo deve essere effettuata in modo tale che il percorso dell'oggetto di lavoro da uno stadio di lavorazione ad un'altra era la più breve.

  9. principio ritmica è che tutti i processi produttivi mirati al rilascio del intermedio per la fabbricazione di componenti e prodotti finali sono soggette ad una ripetizione periodica. Questo principio permette flusso di produzione è indenne da violazioni dei termini e tempi morti.

  10. principio di continuità assume oggetto consegna lavoro uniforme da un'operazione all'altra senza interruzione o ritardo.

  11. Il principio di flessibilità consente un rapido adeguamento alle modificazioni siti produttivi realtà produttiva connessi alla transizione alla produzione di nuovi prodotti.

Questi principi nella organizzazione della produzione vengono utilizzati in conformità con la loro fattibilità pratica. Sottovalutare il loro ruolo comporta un aumento dei costi di produzione e, di conseguenza, ad una diminuzione della competitività dei prodotti.