783 Shares 6126 views

Il diritto internazionale umanitario


Il diritto internazionale umanitario (IHL) – è un ramo indipendente di diritto pubblico, che consiste in un insieme di principi e norme che definiscono MP comune per i diritti e le libertà del mondo; gli obblighi dello Stato in materia di fissaggio, il sostegno e la protezione di tali diritti e libertà, e la rappresentanza legale agli individui la possibilità di realizzazione e la protezione dei diritti e delle libertà riconosciuti dalla loro.

Il principale e il compito principale di IHP ha riconosciuto lo sviluppo di accordi, norme che stabiliscono chiaramente un insieme di diritti e gli obblighi delle parti di un conflitto armato, oltre a limitare i metodi e mezzi di condurre le ostilità.

Alcuni avvocati sono divisi internazionale diritto umanitario in due categorie: "il diritto di L'Aia", che regola le modalità e mezzi di guerra, e il "diritto di Ginevra", che contiene disposizioni per la tutela delle vittime di guerra. Sotto il concetto di "vittime di conflitti armati" caduta feriti e dei malati negli eserciti in campo; i feriti, i malati e coloro che erano naufraghi e fanno parte delle forze armate in mare; prigionieri di guerra; civili.

1864 è passato alla storia come l'anno in cui il governo svizzero ha tenuto una conferenza per sviluppare uno strumento di aiuto alle vittime di ostilità. Il risultato della riunione ha portato alla firma della prima Convenzione per la protezione dei malati e dei feriti durante la guerra. E 'stata la prima fonte del diritto internazionale umanitario.

Le fonti del diritto umanitario internazionale fino ad oggi in una vasta quantità, e sono tutte finalizzate a regolare i rapporti tra gli stati durante le ostilità. Ci sono tre varianti della stessa. Il primo – le regole che si applicano solo in tempo di pace. La seconda – la normativa in vigore solo durante il periodo delle ostilità. Il terzo tipo – regole misti in vigore in tempo di pace e in tempo di conflitto armato.

Il diritto internazionale umanitario in diversi periodi storici conteneva diverse disposizioni. Manu fissa i limiti di violenza, tra cui il divieto di uccisione di inermi, dei prigionieri, l'uso di armi avvelenate. Nell'antica Grecia le norme prescrivono che l'inizio di un'azione militare deve avvenire con l'annuncio di loro. Nel caso di sequestro delle città non poteva uccidere coloro che hanno preso rifugio in chiese, i prigionieri di guerra sono stati scambiati e rimborsate.

Nel corso della Conferenza dell'Aia di anno mondiale v1899, FF Martens è stato proposto di applicare una disposizione che avrebbe proteggere la popolazione civile e combattenti in situazioni in cui le azioni degli Stati membri non sono regolamentati dalle norme di diritto internazionale umanitario. Tale disposizione stabilisce che civili e militari soggetti alle regole del MP per la ragione che essi sono il risultato di tradizioni stabilite dalle nazioni civili, le leggi dell'umanità, e chiede anche la coscienza pubblica. Questa regola divenne noto come il "clausola Martens".

Il diritto internazionale umanitario, così come altri rami del diritto, stabilisce i suoi principi, primo dei quali è l'umanizzazione dei conflitti armati. Tra l'altro sono i seguenti: la tutela dei valori culturali; tutelare e rispettare gli interessi degli stati aderenti alla neutralità; limitazione delle parti coinvolte nelle ostilità nei mezzi e metodi per il loro riferimento.

Designazione la posizione dei militari conflitto tra gli stati comporta conseguenze legali offensivi, come la cessazione dei rapporti consolari e diplomatiche; l'uso di un regime speciale per i cittadini di uno stato nemico; risoluzione dei contratti, che sono stati osservati in tempo di pace. Il diritto internazionale umanitario inizia a funzionare in questo periodo.