103 Shares 3203 views

fondamenti pre-rivoluzionaria di diritto in Russia

Fondamenti di legge – il fondamento su cui costruire la maggior parte delle relazioni esistenti e le interazioni tra i membri della società, paesi e organizzazioni. Sono loro che sono i principali indicatori della civiltà in cui la vita è soggetto a determinate leggi. In generale, i fondamentali sono a destra una misura che determina la maturità e vitalità di stato e della società nel suo complesso. Sono apparsi agli albori della storia, ed è diventato una caratteristica integrale, che determina il grado di responsabilità e l'estensione della libertà umana.


Nel nostro paese, la storia della sua esistenza, le giuste basi sperimentato una serie di metamorfosi. Inizialmente in Russia, così come in qualsiasi altro stato, guidato dalle tradizioni della comunità tribale. Non considerato barbarie, per esempio, una faida o di omicidio plebeo. Nozioni di base di diritto penale dello Stato russo per la prima volta si trovano nella cosiddetta "Verità russa", che risale alla metà del secoli XI-XII. Le differenze tra il reato di civile penale o non esiste in essa, e qualsiasi atrocità è riferito a come "insulto", da cui possiamo concludere che la pena è stata valutata più a livello emotivo, piuttosto che legale.

Con lo sviluppo dello Stato e cambiamento della struttura della società è apparso e strumenti migliorati, tra cui il diritto alla metà del XV – inizio XVI secolo conciliare Il Codice metà del XVII secolo, così come Peter militari marcatura, che può essere considerato il primo codice penale. In questo documento i crimini sono stati divisi in una serie di categorie, introduce il concetto di reato intenzionale, atti criminali delimitate contro la persona e contro lo Stato nel suo complesso. Questo è dove il primo ha parlato sulla necessità di chiarire le cause di morte e la causalità tracciamento.

Fondamenti di diritto di famiglia nel nostro paese sono anche andato abbastanza lontano. Pre-Russia Cristiana è stata guidata da antiche tradizioni. Fondamenti del diritto in questo settore si riflettono nel "Kormchaia" – testi dei principi bizantini tradotti. Il matrimonio in chiesa è stata fatta nel XI secolo e, a differenza del ramo cattolica del cristianesimo, ortodosso Rus ha permesso la possibilità di divorzio.

I matrimoni con i rappresentanti di altre fedi sono stati vietati. E 'sorprendente, ma nell'antica Rus donna potrebbe essere di proprietà possessivo. Per quanto riguarda il rapporto tra padri e figli, in questo periodo di tempo la legalità di origine del bambino non ha avuto molta importanza, in contrasto con la regola in seguito alla metà del XVII secolo, quando il bastardo non ha riconosciuto anche se i genitori si sposano dopo la sua nascita.

Come base dei diritti di criminali, le relazioni familiari sono stati organizzati in epoca di Peter. E 'stato durante questo periodo rafforza il ruolo di canonici secolari, che si riflettono nel Codice delle leggi dell'impero russo. Un ruolo significativo è dato al matrimonio volontaria. Ortodossa potrebbe iniziare una famiglia con i rappresentanti di altre confessioni cristiane, aumentando il limite di età, dopo di che è stato possibile essere un marito o una moglie. Se le ragazze sposate in precedenza potrebbero essere di età inferiore ai 13 e ragazzi di 15 anni, Codice di menzione 16 e 18, rispettivamente. infinita potenza dell'uomo diventa più civile. Dalla metà del XI secolo X vieta la punizione fisica di mogli e figli.