107 Shares 9842 views

Maxim Tank: una breve panoramica sulla vita e sulla creatività

Maxim Tank è uno dei più famosi poeti bieloressuali. Il suo lavoro è stato importante per lo sviluppo della letteratura bielorussa, non solo nel senso artistico, ma anche nel senso nazionale: dopo tutto ha fatto molto per diffondere la lingua bielorussa, tradotto libri e sostenuto fortemente il suo sviluppo.


Primi anni

Maxim Tank, la cui biografia è oggetto di questa recensione, è nata nella regione di Minsk nel 1912. Il suo vero nome è Evgeny Skurko. È venuto da una famiglia semplice, ma non povera di contadini. Dopo lo scoppio della prima guerra mondiale, lui e la sua famiglia sono andati a Mosca, ma dopo un po 'tornati al suo villaggio nativo. Ha studiato in due scuole: polacco e russo, è diventato membro del Komsomol, ma fu presto espulso dalla palestra per liberarsi e disobbedire. Dopo di che, Maxim Tank è entrato nel Vilnius Russian Gymnasium, dove ha provato per la prima volta nel campo letterario. Ha pubblicato la sua rivista letteraria a mano in cui ha posto le sue prime poesie.

L'inizio di una carriera letteraria

Negli anni Trenta il poeta ha scritto attentamente opere nuove sotto uno pseudonimo. Fu in questo periodo che divenne famoso in tutto il paese. Tuttavia, a causa del fatto che vive in Belorussia occidentale, allora parte della Polonia, Maxim Tank è stato perseguitato a causa della propaganda della lingua bielorussa e per la pubblicazione della rivista in questa lingua. Tuttavia, continua a pubblicare attivamente nelle pubblicazioni bielorussa e per conservare una colonna in bielorusso sul giornale polacco.

Nel decennio ha creato, e grandi opere, poesie, per esempio, "Narach", "Kalosse". Le sue opere sono diventate immediatamente un fenomeno notevole nella vita letteraria del paese, il giovane autore ha immediatamente richiamato l'attenzione e ha cominciato a essere percepito come uno dei poeti più promettenti. Dopo l'unificazione della Bielorussia, era sotto il sospetto delle autorità sovietiche, nonostante fosse considerato un comunista. Molte volte la minaccia di arresto si avventò su di lui, ma questo non gli impediva di continuare la sua attività letteraria attiva.

Anni militari

Maxim Tank, un poeta bielorusso, ha dedicato un posto significativo nel suo lavoro a temi militari. Per esempio, ha composto la poesia "Yanuk Syaliba", e ha anche rilasciato diverse collezioni di poesie, tra le quali si può chiamare "Praz vegennye nebashil". Il tema militare occupava un posto prominente nel suo lavoro nei decenni successivi, ma il poeta stesso li considerava insufficiente e espressivo.

Caratteristiche della creatività

Maxim Tank, biografia, creatività, la cui bibliografia è oggetto di questa recensione, ha ricevuto l'amore nazionale come creatore di fiabe nello spirito folkloristico, così come opere su argomenti quotidiani. Qui puoi indicare le sue opere come "Yehau Cossack Bai", "Cavallo e Leu" e altri. Nel 1970 pubblica un libro scritto in forma di diario. I critici notano le seguenti caratteristiche del suo linguaggio e stile:

  • Libero possesso di una forma poetica;
  • Non sempre aderisce alle regole classiche e ai requisiti canonici, ma ha scritto in una caratteristica, solo per lui un modo peculiare, spesso ricorrendo a un versetto bianco.

Era molto preoccupato per la sua lingua madre e per tutta la sua vita, la sua creatività e le sue attività sociali, che desideravano affermare il suo valore duraturo. A proposito, egli stesso era fluente in polacco, e conosceva anche il russo.

Editoriale e lavoro pubblico

M. Tank è stato attivamente impegnato in lavori editoriali. È già stato detto che ha iniziato la sua attività letteraria con il rilascio della sua rivista manoscritta. Negli anni del dopoguerra, ha curato la rivista satirica "Vozhyk", poi ha spostato in un'altra pubblicazione, chiamata "Polymya". Era membro dell'Unione dei Scrittori del paese, era presidente del suo consiglio. Il poeta ha anche lavorato nel Consiglio supremo, il che indica che è stato finalmente formato come autore riconosciuto dall'era del dopoguerra. Questo è testimoniato dal fatto che ha ricevuto il titolo di Poeta Popolare. Maxim Tank, biografia, creatività, riconoscimenti e titoli che affermano di aver meritato l'amore e il rispetto dei lettori, hanno contribuito significativamente allo sviluppo della lingua bielorussa, per la quale ha ricevuto i premi Stalin e Lenin e divenne anche l'eroe del lavoro socialista.

le opere

Le opinioni politiche del poeta sono ancora contestate. Da un lato, si posizionò come comunista, ma al tempo stesso è venuto da una famiglia di benedetti contadini (quelli a quel tempo chiamati kulak), è cresciuto in un paese capitalista, per cui è stato costantemente sospettato dal partito. Tuttavia, i temi popolari occupano uno dei luoghi principali del suo lavoro. Egli era interessato innanzitutto agli schizzi della vita delle persone e della vita delle persone ordinarie.

Per esempio, ha dedicato una delle sue prime poesie "Narach" allo sciopero dei pescatori ordinari perché era vietato pescare sotto il ghiaccio. Una delle prime collezioni delle sue poesie è chiamata "Alle tappe", e poi è stata pubblicata la collezione "Pad Mast". Nonostante il fatto che il posto principale nel suo lavoro sia occupato da soggetti filosofici, così come un genere satirico, scrive e su un tema militare. Tra queste opere può essere chiamato come "Cab ha conosciuto", "A Daroza" e altri. Il poeta è morto nel 1995.

L'attività letteraria del poeta dovrebbe essere considerata e valutata accanto all'opera di altri poeti bielezionati come Y. Kupala e Y. Kolas. Questi autori hanno glorificato la poesia bielorussa con le loro opere. La caratteristica comune del loro lavoro è che tutti hanno fatto il tema principale delle loro opere un'immagine della vita della gente e della vita quotidiana delle persone comuni, nonché il problema della guerra.