746 Shares 1913 views

Riassunto di "Boris Godunov" Pushkin A.S.

Un breve sommario di Boris Godunov permetterà di conoscere la vita ei problemi dei governanti russi del XVII secolo. Pushkin ci porta all'anno 1598, il 20 febbraio è diventato un mese, come Boris Godunov, insieme a sua sorella, si è bloccato in un monastero, nascondendosi dalle preoccupazioni mondane. La gente piangeva e gli chiede di salire al trono, ma rifiuta ostinatamente di assumersi la responsabilità per tutta la Russia. Boyarin Shuisky ha capito l'abile gioco di Godunov, che rifiuta di regnare per decenza, e poi diventerà ancora re, altrimenti, perché ha dovuto uccidere il principe, la cui morte "il cortigiano scaltro" accusa Boris.


Sommario di Boris Godunov. La nascita di Falsi Dimitri

Come ha previsto Shuisky, Godunov è salito al trono, è stato quattro anni da quando ha governato lo stato. Nel frattempo, padre Pimen nella cella del monastero di Chudov completa la cronaca, in cui racconta di un terribile peccato – l'omicidio di Tsarevich Dimitri. Con lui vive un giovane monaco Grigory, che languisce in carcere e si lamenta della vita monastica. Chiede a Pimen di dirgli della morte dell'eredito del trono e gli disse che ora il paese è governato dal regicidio.

Un breve sommario di Boris Godunov dice che il monaco Gregory scappa dal monastero, avendo deciso di diventare un "caro a Mosca". Ovunque lo cercano, hanno inviato messaggeri in tutto il paese con una descrizione dell'aspetto, ma il monaco sta scivolando con successo dalle mani delle guardie. Grigory Otrepyev si avvicina al confine con la Lituania per chiedere aiuto.

Nella casa di Basil Shuisky Afanasy Pushkin sta visitando, che porta notizie dal nipote Gavrila Pushkin, che vive a Cracovia – al cortile del re polacco è apparso Dimitri, il ragazzo dello zar che è stato ucciso da Godunov. Il boyar Shuisky riferisce immediatamente questa notizia al carlo. Lui, sentendo parlare di questo, si agita e chiede se il principe è veramente morto. Shuisky sostiene di aver visto di recente il corpo di Dimitri nella cattedrale, Boris Godunov si calmò su di esso. La poesia poi trasporta il lettore a Cracovia, dove l'impostore raccoglie truppe.

La prova della falsa Dimitria

Grigory riuscì a convincere i futuri sostenitori, ognuno di loro che aveva promesso qualcosa: la retribuzione dei servitori disgraziati, le libertà ai cosacchi e Chernysky al gesuita – la subordinazione della Russia al Vaticano. Nell'autunno del 1604, False Dimitry si avvicina al confine lituano, è tormentato dalla coscienza, che conduce nemici alla sua patria, ma si calma immediatamente che il peccato non cade su di lui, ma sul zar, che ha ingannato il trono.

Il sommario di Boris Godunov racconta la campagna militare dell'imputatore. Il re ordina che le persone siano riunite per servire, ma la notizia di Tsarevich Dimitri semina discordia tra i popoli. Grigory Otrepiev occupa la città fuori città, smash le truppe russe, persino il suo fallimento a Sevsk non lo spaventa, l'impostore riunisce i soldati e prosegue.

Il massacro dei Godunov

Godunov è insoddisfatto con i boyar e vuole mettere il saggio leader Basmanov, ma improvvisamente diventa intorpidito. Boris si accorge che sta morendo, quindi benedice il regno del suo amato figlio Theodore, prende un giuramento dalla corte che serviranno al principe per fede e verità. Basmanov Theodore è stato nominato comandante militare, ma è passato al fianco di False Dimitry. Gavrila Pushkin si appella al nuovo re per appellarsi ai cittadini.

La poesia "Boris Godunov" termina con la gente che getta il grido per uccidere il figlio di Godunov. La sua casa fu presa in custodia, i figli di Boris, Xenia e Theodore, stavano seduti alla finestra. Alcune persone si disprezzano per loro, perché anche se il padre era male, non sono colpevoli di niente. In casa c'è il grido di una donna, il rumore di una lotta, dopo che i Boyar di Mosali esce sul portico e proclama che Maria Godunova e Theodore si avvelenano di veleno. Chiama ad accogliere il nuovo caro Dimitri, ma la gente è in silenzio inorridito.