605 Shares 2040 views

Partito sovietico e leader dello Stato Fedor Davydovich Kulakov: biografia e fatti interessanti

Membro del Politburo del Comitato Centrale del CPSU. Nell'Unione Sovietica, questo era il più alto livello di potere del partito. Ma il partito ha guidato tutti i processi in corso, quindi il titolare del posto ha raggiunto le altezze di riconoscimento statale nel suo paese. Tale è stato il ricordo di Fyodor Davydovich Kulakov – negli anni '70 uno dei membri più giovani e più energici del Politburo del Partito comunista dell'Unione Sovietica.


Infanzia e gioventù

Regione di Kursk, il villaggio di Fitizh. Qui il 4 febbraio 1918 Kulakov è nato Fedor Davydovich. La famiglia era contadina. Le informazioni sull'infanzia sono molto significative e incomplete. Ho aiutato a casa a casa, sono andato a scuola. Da una giovane età ho imparato il sapore salato dal sudore del lavoro contadino e il prezzo di una pagnotta di pane grezzo e casalingo. Pertanto, quando era tempo di determinare con la professione futura, senza esitazione scelse il lavoro dell'agricoltore.

Per studiare Fedor è andato nel vicino quartiere di Rylsk, nel 1922 ha aperto una scuola tecnica agricola. Lì entrò in un contadino. Una città antica con le sue attrazioni e altre tentazioni non ha distolto il giovane dall'obiettivo principale – gli studi. Fedor Davydovich Kulakov, fin dall'infanzia, usava fare tutto in modo contadino. All'età di 20 anni, dopo aver diplomato alla scuola tecnica, è stato inviato a lavorare nella regione di Tambov. Da quel momento inizia la biografia del lavoro di un uomo destinato ad arrivare ai vertici della gerarchia del partito sovietico.

Inizio del lavoro

Nel 1938 un giovane specialista, Fyodor Davydovich Kulakov, è arrivato a Uritsk nella regione di Tver della regione di Tambov. Il laureato di ieri della scuola tecnica agricola è stato immediatamente nominato assistente al capo del dipartimento, giovani quadri istruiti nel villaggio erano assolutamente mancanti. Le notevoli strage staliniste passarono non solo tra i capi dell'esercito. Il villaggio è stato colpito anche dalla repressione di massa, e molti leader agricoli sono stati arrestati e condannati a lunghi periodi di carcere. E il paese aveva disperatamente bisogno di cibo. Pertanto, il giovane agronomo doveva lavorare instancabilmente. Una coincidenza simbolica: nello stesso anno 1938 il Soviet supremo dell'URSS ha stabilito il premio "Hero of Socialist Work". Kulakov è stato assegnato questo titolo nel 1978 in onore del 60 ° anniversario.

Nello stallone di Uritsky, Fyodor Davydovich lavorò come capo del dipartimento e fu trasferito poi nella regione di Penza come capo del dipartimento e dopo un po 'diventò un agronomo del Zetchinsky beet-sovkhoz. Al tempo stesso è entrato nelle fila del Partito comunista (1940).

Durante la guerra

Contemporaneamente all'attività produttiva, il giovane agronomo era impegnato in Komsomol e negli affari sociali. Presto ha iniziato la sua carriera professionale del partito. Nel 1941, un nuovo segretario, Kulakov, apparve nel Comitato distrettuale Zemetchin. Fedor Davydovich, informazioni sulla sua nomina rapidamente volato intorno alle organizzazioni Komsomol, ha cominciato a viaggiare molto intorno al distretto. I suoi doveri ufficiali sono diventati più estesi: adesso era responsabile del lavoro dei giovani in tutte le imprese del distretto di Zemetchin.

Lo scoppio della guerra ha portato le proprie correzioni alla vita del giovane leader. Non è stato portato davanti, erano necessari specialisti che potrebbero organizzare un lavoro ininterrotto sul retro. Proprio un tale uomo si è mostrato Kulakov. Fedor Davydovich, la cui biografia è stata fortemente connessa alla produzione agricola, è diventata capo del dipartimento di distretto territoriale dopo il lavoro nel comitato distrettuale. Ora, sulle spalle, si occupava dell'opera di tutte le imprese agricole del distretto.

E nella parte posteriore ha forgiato una vittoria

La rapida promozione ufficiale del giovane leader dimostra che è una persona sensata e altamente professionale. In condizioni difficili è riuscito a organizzare l'operazione ininterrotta delle imprese, i cui prodotti sono andati a fornire l'esercito rosso e le imprese di difesa. Nel 1944 Fyodor Davydovich Kulakov aveva già guidato con successo il comitato esecutivo distrettuale e il comitato distrettuale del partito nel distretto di Nikolo-Pestravsky.

Il tempo di guerra tosto che si presenta coraggiosamente alle posizioni di leadership sono ancora giovani. In un altro momento, il loro destino avrebbe potuto essere diverso, ma l'offensiva vittoriosa sui fronti, comandata dai giovani generali, doveva essere sostenuta dall'operazione ininterrotta della parte posteriore. E qui l'iniziativa apparteneva agli stessi giovani dirigenti aziendali. Nel 1944, all'età di 26 anni, Fyodor Davydovich è diventato il capo del dipartimento agricolo del Comitato del Partito regionale Penza e dell'Amministrazione agricola regionale. In questo post, Kulakov ha incontrato la vittoria il 9 maggio 1945. Davanti al giovane leader del partito era una vita pacifica e un nuovo lavoro interessante.

Salite in cima

La regione di Penza è diventata il luogo dove si è formato il grande leader Fedor Kulakov. Un uomo di stato e lavoratore di partito, ha rapidamente passato tutti i passaggi di una lunga scala di carriera. Quando nel 1950 fu affidato a dirigere il Consiglio Regionale dei Deputati del Popolo di Penza, era già un capo formato con una posizione adeguata e chiara opinioni sull'organizzazione della pubblica amministrazione. È vero, Kulakov non ha tardato a questo lavoro. La testa prospettica e specialista nel settore dell'agricoltura era richiesta nella sua specialità principale. Dal 1955 Fedor Davydovich lavora come vice ministro dell'agricoltura e nel 1959-1960 ha diretto il ministero del pane. Allo stesso tempo, riempie il divario nell'istruzione – in assenza finisce l'Istituto di Agricoltura (1957).

E poi è accaduto che molti dei biografi di Kulakov chiamano un "riferimento onorato". Fedor Davydovich è stato inviato al lavoro di partito a Stavropol. Qui, dal 1960 al 1964, dirige il Comitato Regionale e divenne membro del Comitato Centrale del Partito Comunista (1961). Il ritorno a Mosca si è verificato dopo la rimozione di Krusciov dalla direzione del Paese. Si è detto che Kulakov ha partecipato direttamente alla preparazione del licenziamento di Khrushchev dall'ufficio.

Tra i top management

Produzione agricola – questo era dedicato alle sue attività e alla sua biografia. Fedor Kulakov a Mosca rivolge ancora una volta gli affari familiari da parte della gioventù, ma già su scala nazionale – dirige il dipartimento agricolo del Comitato Centrale del Partito (1964-1976). Un anno dopo, nel 1965, diventò segretario del Comitato Centrale del CPSU. Questa era una posizione alta, che ha dato il diritto di partecipare alle riunioni del Politburo e di avere una voce consultiva su di loro. Nel 1971, Fyodor Davydovich si unì al Politburo – raggiunse il picco del potere di partito e stato.

Kulakov differiva dalla maggioranza dei leader di partito anziani che non erano esperti per ideologia pratica. Dopo aver raggiunto un posto alto, ha cercato di migliorare la produzione agricola nell'Unione Sovietica. La credenza nelle idee comuniste non ha impedito la comprensione che in condizioni esistenti il contadino non può effettivamente svilupparsi e nutrire il paese. Ha proposto la distribuzione in massa di terreni a cittadini per cottage e il mantenimento delle proprie fattorie. Il pensiero di introdurre l'agricoltura nell'Unione Sovietica sembrava selvaggio, e anche Kulakov ha offerto di liberare i contadini dalle imposte nei primi due anni.

Nonostante un alto livello, è stato rilasciato all'estero solo nei paesi socialisti dell'Europa orientale. A quanto pare, idee troppo libere sulla struttura del villaggio sovietico hanno ispirato alcuni timori per la sua fiducia.

Al muro del Cremlino

La partenza dalla vita di Fedor Davydovich Kulakov era inaspettata. Il più giovane dagli standard della nomenklatura sovietica, il leader è morto il 17 luglio 1978. La sua morte improvvisa ha portato a pettegolezzi e voci. A parte la chirurgia del cancro eseguita con successo nel 1969, Kulakov era un uomo sano e forte. Sebbene le critiche critiche dell'industria agricola e di lui, che suonavano poco prima della fatidica giornata in uno dei plenum, non avevano sicuramente aggiunto la salute di Fedor Davidovich.

La versione ufficiale della causa della morte è l'insufficienza cardiaca. Ma le persone che hanno conosciuto Kulakov hanno discusso altre possibili versioni: da omicidio al suicidio. E gli argomenti per confermare il loro punto di vista sono stati significativi, perché Kulakov è stato considerato uno dei probabili successori dell'invecchiamento Leonid Brezhnev come segretario generale del partito. Egli, con il suo punto di vista sulla necessità di cambiamenti reali nel settore economico dell'economia, potrebbe essere scomodo per molti colleghi della dirigenza sovietica superiore. A favore di questo è il fatto che alcuni membri del Politburo non hanno partecipato alla cerimonia di lutto. Questo è stato un evento senza precedenti nella storia sovietica.

Dopo la cremazione, le ceneri di F. D. Kulakov furono sepolte nel muro del Cremlino.

La moglie Kulakova, Evdokia Fedorovna, dopo la morte del marito ha visitato la sua patria, il villaggio di Fitizh. Qui, al posto di una vecchia capanna in cui si stabilirono dopo il matrimonio, costruì una nuova casa e spesso arrivava a Fitige per l'estate. La casa cominciò gradualmente a somigliare a un museo, in cui gli abitanti del villaggio guardarono con sguardo. E la memoria immensa è il miglior monumento nazionale di una persona eccezionale che, anche dopo la morte, non è stata dimenticata nella sua piccola patria.