346 Shares 5715 views

Robert Fisher: giocatore insuperabile del XX secolo

Robert "Bobby" Fischer (1943/09/03 – 17.01.2008) – scacchi maestro americano, il 11 ° vincitore della corona mondiale di scacchi, il creatore di una versione alternativa di scacchi – "960", il titolare del brevetto nuovo orologio di scacchi "orologio Fischer" con il controllo del tempo. Molti lui il più grande giocatore di scacchi in considerazione e consumata tutti i tempi. Bobby Fischer – il tre volte vincitore della "Chess Oscar" (1970-1972 compreso). Il valore nominale massimo è stato registrato nel luglio 1972 – 2785 punti.

Infanzia e l'adolescenza Bobby Fischer

Nel mese di marzo 1949, il 6-year-old Bobby è stato introdotto a scacchi. I primi lotti erano con la sorella maggiore Joan. Giovane Fisher rapidamente ha cominciato a cadere in amore con il gioco, è stato impossibile tenere dalla dipendenza al gioco degli scacchi. Quando Joan aveva perso interesse per il gioco, niente di Bobby che resta da fare, come giocare contro se stesso.

Seduto a scacchiera per ore e ore, Robert non voleva iniziare fare amicizia, la comunicazione umana è semplicemente respinto. Era in grado di comunicare solo con quei bambini che sanno come giocare a scacchi, ma tale non era affatto tra i coetanei. Le circostanze erano molto preoccupati per la madre – Regina Fischer, si rivolse a uno psicologo per quelle spiegate come lo sviluppo del paese del bambino, ma Robert non volevano cambiare.

I primi titoli

Presto Robert è registrata nella sezione scacchi locale e all'età di 10 anni, ha tenuto il primo torneo di scacchi importante, che ha vinto. Il dono fenomenale e una buona memoria permette una velocità massima di Robert prendere le decisioni giuste al scacchiera. Fischer costantemente affinato la sua abilità e anche facilmente imparato diverse lingue straniere, era libero di leggere la letteratura a scacchi in spagnolo, tedesco e serbo-croato. Nel 1957, Robert Fischer è diventato il campione di scacchi ufficiale degli Stati Uniti. Questo tipo di realizzazione non precedentemente osservato 14 anni è diventato il più giovane campione di scacchi del paese.

Battaglia di scacchi del XX secolo

Nella fase finale della World Chess Championship 1972 a Reykjavik, ha incontrato i rappresentanti delle due principali potenze del mondo – Boris Spassky (URSS) e Robert Fisher (USA). Il montepremi del match è stato di 250 mila dollari, a partire dal 1972 tale importo è stato un record nella competizione di questo tipo. E 'stata una battaglia di principio non solo per la corona mondiale di scacchi, ma anche un'ideologia politica nel bel mezzo della Guerra Fredda. La prima riunione si è tenuta il 11 luglio, che ha vinto Boris Spassky, ma c'è ancora avuto partiti venti di gioco. La fase finale è stata completata il 31 agosto con un punteggio totale di (12½): (8 ½) a favore degli americani. Robert Fisher dà la corona degli scacchi per gli Stati Uniti.

Robert Fisher torna a casa un vincitore

Ora Robert Fischer – giocatore di scacchi con una lettera maiuscola, è diventato un eroe nazionale! Dopo aver vinto il campionato del mondo di scacchi di interesse negli Stati Uniti ha raggiunto il suo picco. Al ritorno a casa, il presidente degli Stati Uniti Richard Nixon invitato scacchi sul cena laica alla Casa Bianca, ma è stata respinta. Fischer ha detto molto coraggiosamente :. "Odio quando qualcuno guarda in bocca quando mangio"

Tale comportamento ha causato sorpresa tra la comunità internazionale, ma la stampa ed i media hanno continuato a esprimere lusinghiera verso il nuovo campione. La reazione di Fisher agli eventi era molto tranquilla, è rimasto spavaldo e inflessibile. Robert Fisher era lo stesso indipendentemente dal parere altrui una persona che è scettico su qualsiasi conversazione con la stampa. E 'stato offerto di endorsement per milioni in diritti d'autore, ma ha sempre rifiutato di loro.

divulgazione completa degli scacchi in Occidente è cresciuto rapidamente. Robert Fisher Partito studiata non solo l'America ma il mondo intero! Il pubblico secolare è disposto ad avere una conversazione con lui, e gli altri chiamato i loro figli dopo il suo nome.