717 Shares 7874 views

Eroe dell'Unione Sovietica Dolina Mariya Ivanovna

La Grande Guerra Patriottica ha lasciato molti discendenti dei grandi nomi dei piloti sovietici. Uno di loro – Dolina Mariya Ivanovna. Ha ricevuto il titolo di Eroe dell'Unione Sovietica ed ha ricevuto l'Ordine di Lenin e di Bandiera Rossa.


primi anni

Nato Dolina Mariya Ivanovna 18 dicembre 1922 in Sharovka – un villaggio situato nella regione di Omsk. I suoi genitori erano normali contadini siberiani e origine ucraina. Il padre della ragazza aveva combattuto nella guerra civile e non ha perso le gambe.

A causa della disabilità del capofamiglia, la famiglia si trasferì a regione Zaporizhzhya, dove la ragazza diplomato alla scuola secondaria di otto-grade. Bambino attratto sempre gli aerei. Nel 1939, si è laureata presso la formazione in scuola di aviazione Kherson. Per arrivarci, Mariya Ivanovna Dolina aggiunto alla loro età di due anni, in modo che in tutti i documenti ufficiali è stato celebrato l'anno della sua nascita come del 1920 °. Tali manovre erano molti dei suoi coetanei, soprattutto quando è iniziata la guerra, e gli uffici di arruolamento militare non erano in grado di prendere a tutti di essere al fronte.

L'Armata Rossa

A differenza di molti altri eroi della guerra, divenne l'esercito solo per l'attacco della Wehrmacht, Dolina Mariya Ivanovna ha ricevuto tutte le competenze necessarie in tempo di pace. Dopo essersi laureato alla scuola di aviazione a Kherson, ha iniziato a lavorare come pilota istruttore in Osoaviahima. Ho vissuto a Dnepropetrovsk e Nikolaev.

Quando nel 1941 scoppiò la guerra, Dolina Mariya Ivanovna come un valido specialista è stato immediatamente incorporata nella Armata Rossa. Prima donna nella lotta contro mensola Bomber 587i. La sua macchina da guerra è stato il piano di "Pe-2." E 'stato un bombardiere in picchiata, sviluppato sulla pianta aviazione Kazan.

Sul grande patriottica

Il suo primo aviatore sortie realizzato in prossimità di Stalingrado, dove le sorti della guerra in molti modi. Successivamente Maria Valley continuamente passando dalla parte anteriore verso la parte anteriore. Ha fatto alcuni combattimenti nel cielo Kuban, nel Caucaso settentrionale e Kursk. Nella fase finale della guerra, aviatore prese parte alla liberazione della Repubblica Socialista Sovietica Bielorussa e gli Stati baltici.

Nelle mani capaci di "Pe-2" è diventato un'arma letale diretto contro avversari tedeschi. Un Mariya Ivanovna Dolina, certamente è stato un vero professionista, nonostante la sua giovanissima età. Quasi ogni sua sortita è conclusa con perdite nel campo nemico. Il "Pe-2" Mary Valley non era meno brillante navigatore – Galina Dzhunkovsky.

Il ripiano aviazione 125-m

Nel 1943, Mariya Dolina ha ricevuto un nuovo appuntamento. Divenne vice comandante della Bomber Reggimento femminile 125 guardie. Allo stesso tempo, si tratta di una formazione militare ha ricevuto il nome di un altro famoso pilota sovietico – Mariny Raskovoy, che è morto nei pressi di Saratov in volo sul davanti.

I piloti del reggimento, che ha servito da Mariya Dolina, attrezzature, manodopera e le difese del nemico sulle rive del fiume Volga, dove nel 1943 ci fu una crisi di tutta la Grande Guerra Patriottica distruggere. "Pe-2" ha fornito la svolta dei carri armati sovietici durante la famosa battaglia di Kursk.

Combatti il Crimea

Quasi tutti i piloti della Grande Guerra Patriottica era una battaglia che stava per diventare l'ultimo. Ho avuto un tale evento e la Dolina Mariya Ivanovna. Pilota è stato affidato il compito di distruggere diversi obiettivi nei pressi del villaggio Kuban cosacco chiamato Crimea. Nei cieli sopra questo luogo 2 giugno 1943 la sua "Pegno" ha ricevuto un danno significativo – un frammento del guscio anti-aereo ha colpito uno dei motori.

Mariya Dolina ha portato il link squadrone sinistra. Nel momento in cui l'obiettivo era proprio dietro l'angolo, il motore della macchina ha cominciato a correre di massima. L'aereo ha cominciato ad andare fuori strada. L'equipaggio della Valle dietro lo squadrone principale, all'interno della quale ha svolto il suo incarico. Ma anche in questa macchina stato l'equipaggio ha continuato a combattere. bersagli a terra sono stati bombardati, e l'obiettivo fissato dal comando, viene eseguito. Sulla via del ritorno, "Pe-2" è sotto il fuoco diversi nuovi caccia tedeschi.

Nella battaglia del mitragliere a "Pe-2" a corto di munizioni. Valle in queste circostanze ha deciso di diminuire. In questa posizione, ha incontrato uno dei "Messers". Il velivolo è andato vicino, in modo che il pilota ha visto il volto del nemico tedesco. Attraverso il parabrezza fece cenno Valley, prima uno e poi due dita. La donna non ha capito il valore di gesto. Solo allora ho spiegato a lei che il pilota tedesco gentilmente chiesto quante chiamate a far cadere la sua macchina. Ma non è successo niente. In un equipaggio schermaglia amaro Valle eliminato nemico "Me-109" e FW-190.

Tuttavia, nel Soviet "Pe" ha iniziato il fuoco. Valley non è accecato dal fuoco solo perché è tempo di Galina Dzhunkovsky messo gli occhiali (mani piloti sono stati impegnati tutto il tempo). Mary miracolosamente atterrato l'aereo a soli due chilometri dal fronte. Non appena l'equipaggio frettolosamente lasciato la macchina, è esploso.

in Bielorussia

Totale Mariya Ivanovna Dolina nella guerra condotta 72 sortite. Quando l'esercito sovietico liberò la Bielorussia, aviatrice citarne alcune operazioni particolarmente brillanti e di successo in aria. Ad esempio, 26 luglio, 1944 di aver distrutto una importanza strategica tratta ferroviaria nei pressi di Orsha, che i tedeschi utilizzati per il trasporto di risorse.

Molti treni con munizioni e altri oggetti importanti bombardato Mariya Ivanovna Dolina. Foto di un giovane pilota di caccia è stato colpito alla stampa sovietica nella parte posteriore e nella parte anteriore. Le sue partenze più audaci sono stati mostrati in tutto il paese come esempi di coraggio e professionalità.

Durante la battaglia sulla Bielorussia Borisov Valle residenti equipaggio ha gettato un gagliardetto con la lettera. La lettera ha esortato collega pilota per ripristinare rapidamente città natale. Quando, dopo 15 anni, i residenti di Borisov segnato l'anniversario della sua uscita, giornalisti locali ricordati di un gagliardetto reset. Avevano un sacco di lavoro per trovare la Valle Maria, che a quel tempo viveva negli Stati baltici. I dipendenti del giornale bielorusso hanno condotto diverse interviste con famosi aviatrice. Queste conversazioni registrate successivamente costituito la base di saggi biografici su Marii Dolinoy.

dopo la guerra,

Dopo la sconfitta della Germania nel mese di agosto 1945, la Valle ha ricevuto un titolo meritato di Eroe dell'Unione Sovietica. La donna ha deciso di rimanere nella Air Force. Prima del 1950, era vice comandante di un sovietici reggimenti aerei da bombardamento. Nei 28 anni ha lasciato in magazzino.

Nel successivo lavoro a tempo nel partito comunista era quello percorso, che ha scelto Dolina Mariya Ivanovna. Eroe dell'Unione Sovietica ha vissuto nella città lituana di Siauliai, dove si è diplomata Scuola del Partito. Nel 60 ex aviatrice ha lavorato nelle istituzioni lettoni del PCUS e vissuto a Riga. E 'stato eletto al Comitato Centrale locale del partito comunista.

Dal 1983, Mariya Dolina viveva a Kiev. Dopo il crollo dell'Unione Sovietica ha ricevuto la cittadinanza ucraina. E 'morto a Kiev 3 MARZO 2010 all'età di 87 anni. Il luogo di sepoltura dei piloti di fama divenne il locale cimitero di flanella.