197 Shares 6257 views

N. A. Nekrasov "Nonno Mazai e lepri." prodotto Sommario

Chi ha detto questa storia piuttosto sorprendente (chiamiamolo il narratore), voluto venire al villaggio Piccolo Vezhi. C'è sempre in attesa del suo vecchio cacciatore, che è stato chiamato striscio. A Mazaya narratore e rimasta con lui è andato a caccia. E una volta erano a caccia sotto la pioggia battente e ha dovuto cercare rifugio.


"Babbo Mazzei e lepri": sintesi

Hanno preso rifugio in una stalla, dove è andato immediatamente conversazioni esilaranti. Mazzei nonno era un grande balena su diverse storie e storia interessante. In primo luogo egli cacciava sul villaggio dei cacciatori, tra i quali uno ha rotto il grilletto della pistola e andare a caccia con una scatola di fiammiferi, le altre mani costantemente congelamento e ha scaldato pentola con carboni, che portava con sé. E uno era un caso unico di per sé a striscio, e, di conseguenza, il narratore ha deciso di scrivere la propria.

E così la trama del prodotto "di Santa Mazzei e lepri" (sintesi) è molto interessante.

Il vecchio cacciatore stava parlando del fatto che, se nelle piene primaverili negli uomini di pianura non ha ucciso la partita, sarebbe in questi luoghi vodilos molto di più.

Nekrasov "Nonno Mazai e lepri": sintesi

Così un giorno di primavera, durante una di queste inondazioni, Mazzei nonno ottenuto nel bosco a far legna.

Così comincia la storia dal titolo "Babbo Mazzei e lepri." Sinossi – on. Canottaggio, il nonno ha scoperto una piccola isola in acqua in cui per sfuggire al diluvio, si sono riuniti i conigli. Vecchio ohonik li portò nella sua barca. E poi vide una lepre sul ceppo ed anche la salvò da morte certa. Navigato un po 'più avanti, vide un registro sul quale era seduto un paio di piccioni con una fava. Poi ha preso un registro con un gaff e trascinato lungo. Il nonno ha portato tutti gli animali in un luogo sicuro e di lasciarli andare – si precipitarono in tutte le direzioni. Due coppie di conigli notevolmente indebolito e non poteva sfuggire. Mazzei li infilò nel sacchetto e portato a casa, riscaldato, e la mattina è stato rilasciato.

E così finì il prodotto "di Santa Mazzei e lepri." Sintesi può essere completato dal fatto che dopo questo incidente tutto il paese rideva di mio nonno striscio. Ma ha dato lepri ogni primavera o in estate non ha sparato, ma solo in inverno. In estate cacciava anatre, raccogliere bacche e funghi e pettegolezzi con i cacciatori e andava spesso a camminare in Kostroma.