122 Shares 1441 views

Metalli pesanti: una minaccia nascosta


L'industria chimica rende il nostro interessante e confortevole. Ma c'è un aspetto negativo: l'aspetto nell'ambiente delle sostanze che sono innaturalmente per lei. Sicuramente tutti hanno sentito qualcosa sui metalli pesanti. Ma non tutti conoscono la definizione di questa categoria di sostanze.

I metalli pesanti sono sostanze che hanno una densità maggiore del ferro e si trovano in piccole quantità nell'ambiente naturale. Ma in un nuovo ambiente creato dall'uomo, essi hanno un effetto molto forte sulle piante, sugli animali e sugli esseri umani. La cosa è che a volte diventano troppo per sistemi che non sono adattati a tali concentrazioni, sia che sia il corpo di una persona, di un animale o di un organismo di una pianta.

I metalli pesanti nell'acqua di volta in volta appaiono in diverse regioni del mondo. Così era in Giappone. La condizione causata da un aumento della concentrazione del mercurio è stata chiamata malattia di Minimal. Più di cento persone sono morte da lei e il numero di malati è stato stimato in migliaia. La gente infelice sentiva la più forte debolezza, era molto difficile per loro parlare, l'andatura diventava scomoda, il campo visivo si restringeva, le gambe si intorpidirono. Nei casi gravi, ha raggiunto una completa perdita di visione e morte. Questo evento triste è avvenuto nel 1953.

La ragione era che un fiume stava scorrendo nella baia di Minamata. Ed è stato versato in impianto chimico di scarto. Nella vegetazione acquatica marciata, il metilmercury è stato ottenuto da mercurio – una sostanza estremamente tossica. Maggiore è la catena alimentare, maggiore è la concentrazione. Il più veleno è stato conservato in pesci predatori. Quando methylmercury è stato ingerito nel corpo umano, esso è accumulato nel cervello, gradualmente causando tutti i problemi descritti con il sistema nervoso centrale.

Anche in Giappone, nel bacino del fiume Dzintsu c'era una storia negli anni '20 del XX secolo. Lì per lungo tempo c'era una terribile malattia: le persone avevano deformate le ossa e morirono con gemiti, tradotte in russo come "dolorose!". Questo orrore durava fino agli anni '70, quando i pazienti si girarono e citarono la compagnia che versava nei fiumi di cadmio nelle miniere di rifiuti.

I metalli pesanti nel terreno sono meno comuni, ma ancora gli agricoltori sono invitati a controllare il suolo per la loro presenza prima di piantare le loro piante. Dopo tutto, se questo non è fatto, anche persone, animali e piante soffrono. E questo non è solo moralmente inaccettabile e punibile, ma anche inutile.

Che cosa si trova più spesso nei suoli? Prima di tutto, piombo. Da dove viene? Da gas di scarico. Ecco perché non dovresti prendere frutti e funghi proprio accanto alla strada. E se c'è un campo? Nei paesi civilizzati sono stati in piedi lunghe distanze. A volte il piombo entra nel terreno con un repellente insetto di scarsa qualità. Così, quando si acquista pesticidi per cottage, assicuratevi di scoprire almeno su Internet il loro background.

Abbiamo già parlato di cadmio. Può trovarsi nel terreno. Era stato portato in terra insieme ai fertilizzanti di fosforo. Poi la gente è diventata più attenta, ma a volte l'elevata concentrazione di cadmio in questa categoria di fertilizzanti è ancora presente.

L'arsenico si trova nei prodotti di riciclaggio dei rifiuti, in cui aumenta la sua concentrazione, quindi è dubbio che l'elaborazione dei rifiuti sia una panacea per il benessere umano ecologico.

Se prima di tutto l'inquinamento dell'ambiente con metalli pesanti è stato utile nei paesi sviluppati per le emissioni dell'industria chimica, ora il problema principale è legato alla loro maggiore quantità in alcuni concimi. I concimi di Potash non hanno la proprietà di contenere il cadmio, ma il fosforo può. Pertanto, è meglio preferire quelli stranieri, il controllo è molto più rigido.

Non dovresti aver paura dei metalli pesanti, ma se nella tua zona ci sono stati elevati livelli di manutenzione, devi trascorrere almeno un mese all'anno in un ambiente ecologico pulito.