526 Shares 9484 views

programmazione orientata agli oggetti

Programmazione orientata agli oggetti – un metodo il più vicino possibile al nostro comportamento. Serve come una naturale estensione delle innovazioni precedenti relativi allo sviluppo dei linguaggi di programmazione. Se parliamo di programmazione strutturata, allora questa direzione è molto più strutturato rispetto alla versione precedente, inoltre, è più astratto, più modulare. Abbiamo già stati tentativi di disimpegnarsi e spostare gli elementi di programmazione del cosiddetto piano interno.


Programmazione orientata agli oggetti è quello di utilizzare per lo sviluppo di linguaggi specialistici. Di solito sono caratterizzate da tre caratteristiche principali:

– incapsulamento, cioè la combinazione di record con le funzioni e procedure, nonché modifica dei campi di record di dati, formando un nuovo tipo di banca dati, definito oggetto;

– eredità, la definizione dell'oggetto che implica il suo successivo utilizzo per costruire una gerarchia di oggetti creati con la capacità di generare nuovo oggetto appartenente alla gerarchia, così come implica il codice di accesso e generare le informazioni su tutti gli oggetti;

– il polimorfismo, cioè la capacità di assegnare le azioni con lo stesso nome, che verrà poi condiviso su e giù per la gerarchia degli oggetti, e la gerarchia di ogni implementazione oggetto dell'azione in questo modo sarà la responsabilità che è giusto per lui.

Programmazione orientata agli oggetti Delphi fornisce una serie completa di strumenti per la programmazione, tra i quali: maggiore modularità e abstract strutturato, la capacità integrata di riutilizzo. Tutte queste caratteristiche possono essere attribuite al codice, che è più strutturato, più facile in termini di servizio e molto più flessibile. Molto spesso, la programmazione orientata agli oggetti ci fa lasciamo da parte i giudizi specifici sulla programmazione per molti anni considerato come lo standard. Tuttavia, quando questo è fatto, il processo di sviluppo non sembra così complicato, e sembra un chiaro e un ottimo strumento per una varietà di compiti, offrendo enormi problemi software banale.

Se avete fatto il nostro compito, per esempio, per studiare la programmazione orientata agli oggetti in PHP, è necessario eliminare e dimenticare ciò che si sa su di esso prima, e venne a suo studio con una lavagna pulita. L'unico modo sarete in grado di vedere tutti i dettagli di questo approccio per valutare la sua usabilità e funzionalità. programmazione orientata agli oggetti, non è l'unico modo, è più simile a un continuum di idee incentrate sulla compilazione di codice pulito. Il compilatore viene eseguito su diversi principi diversi, se lo confrontiamo con l'interprete, mentre la sua velocità è molto più alta. I compilatori sono finalizzate allo sviluppo di tutti i prodotti software già pronti, piuttosto che su un numero limitato di compiti.

classi

Prima è stato creato linguaggi di programmazione orientati agli oggetti in molti sviluppi sono stati birra la necessità di estesi i tipi di dati che i numeri reali e interi, variabili di testo e variabili booleane. Diventa difficile lavorare con matrici di dati interi. Questo è quello usato in classi concetti OOP. Con tali strutture è diventato molto più facile da lavorare, perché ora per gli stessi oggetti non hanno bisogno di registrare un sacco di righe di codice per ottenere qualcosa che può essere generato automaticamente. Per i linguaggi di programmazione di basso livello tale metodo sembra essere molto difficile, ma in una nuova fase di sviluppo di usarlo abbastanza comodamente.