391 Shares 7015 views

Benedict Spinoza. "Etico" e la dottrina della sostanza

Baruch Spinoza (1632-1677) – in futuro Benedict Spinoza – il più eminente rappresentante della filosofia moderna, ha vissuto e lavorato nel campo della ricerca nei Paesi Bassi. Posto le basi del secolo dei Lumi, critica biblica moderna e il concetto di "io", può essere considerato il più grande razionalista Benedikt Spinoza XVII secolo.


"Etica", l'opera fondamentale del pensatore, in cui egli contesta il punto di vista del dualismo di Cartesio di mente e corpo, il filosofo ha portato riconoscimento da parte delle più potenti menti della filosofia occidentale. L'opera è un capolavoro indiscutibile, che sono stati negati dal concetto di opere medievali. Hegel ha parlato dei contemporanei che o accettano che postula una filosofia di Spinoza, o non sono affatto tutti i filosofi. Nonostante il fatto che le sue opere pensatore hanno dimostrato enorme talento scientifico, l'ampiezza e l'importanza delle sue attività sono state valutate solo dopo la morte del filosofo.

Benedict Spinoza. "Etico" e la dottrina della sostanza

E 'noto che, in aggiunta alle scienze umane, il filosofo è stato gravemente affascinato dalla matematica. Non a caso, la sua famosa opera, ha costruito sui principi della geometria, in quanto è considerato una fonte di rigorosi matematica delle prove che, a loro volta, trarre conclusioni credibili. All'inizio di ogni parte del trattato sono i concetti di base, e sono seguiti da assiomi – dichiarazioni evidenti che non richiedono alcuna giustificazione. Altre dichiarazioni e commenti, che sono la filosofia principale del lavoro, sulla base dei concetti e assiomi e giustificati nel usando le prove che conduce Spinoza.

"Etica" inizia una spiegazione del rapporto tra Dio e l'universo – e questa è una delle sue parti più importanti. Tradizionalmente, si è creduto che Dio è al di fuori del mondo che ha creato per qualche ragione, e che, se lo si desidera, potrebbe creare qualcosa di diverso – ciascuna di queste accuse confutata. "Dio è la natura," – dice Spinoza. La sua filosofia su questo tema sta nel fatto che tutto ciò che è nell'universo è uniforme e infinito la sostanza, che è diviso nella creatività e la creazione. Così, la sostanza creativo è Dio, e tutti gli altri oggetti e creature – il suo "Modus", la sostanza creata. Modalità variabile è, naturalmente, dipende interamente dalla sua causa – Dio, che è la loro essenza interiore.

Nel mondo v'è alcuna possibilità, conclude Spinoza. "Etico" postula che il caso è solo una rappresentazione della caratteristica soggetto e sostanza – una necessità interna della sua esistenza. Filosofo era un sostenitore del determinismo difficile: tutti gli eventi hanno una causa, anche le emozioni umane. Così, Spinoza ha sostenuto che la creazione dell'universo è stato ordinato e non è stato un atto di volontà. Tuttavia, il filosofo si considerava un ateo. Era sicuro che idee sbagliate circa la vera natura di Dio – l'ignoranza, e la vera religione deve essere costruito sulla base della moralità e della conoscenza, come scientifiche.