398 Shares 1092 views

Battleship "Imperatrice Maria". La morte della corazzata "Imperatrice Maria"

La storia delle forze navali di tutto il mondo è pieno di misteri. Tale macchina complessa come una nave da guerra, completa di attrezzature, armi e veicoli, uso improprio che potrebbe portare alla perdita della nave. Ma questo ancora non spiega tutto. Disaster spesso così fugace e la scala che raccontano tutte le sue circostanze, non c'è nessuno. Il relitto di un cumulo di lamiere contorte, di solito disteso sul fondo, quindi le indagini e il chiarimento delle ragioni è estremamente difficile. Così è stato con "fuso" navi giapponesi, "Congo", "Mutsu", "Yamato", corazzate americane "Arizona", l'incrociatore italiano "Roma" sovietico "Marat", inglese "Barham" e "Hood". Nel periodo martirologio del dopoguerra, ha aggiunto "Novorossiysk". La morte della corazzata "Imperatrice Maria" nel mese di ottobre 1916, potrebbe essere attribuita alla difficile da spiegare fatti storici.


Serie migliori navi da guerra

Contrariamente all'opinione popolare, la cui origine si spiega con l'approccio specifico dei capi del partito sovietico di storia pre-rivoluzionaria nazionale, l'impero russo non era un paese arretrato. L'apertura dei nostri scienziati per sempre nel tesoro della scienza mondiale. ingegneri elettrici russi hanno sviluppato il primo sistema di alimentazione trifase al mondo, inventato il motore a induzione e una connessione wireless. Tutti questi risultati sono stati applicati nella progettazione di nuove navi della Marina Imperiale, lanciati in produzione nel 1911. Ci sono stati tre: la corazzata "Imperatrice Maria" è diventato il primo di essi. "Imperatrice Ekaterina Velikaya" e "L'imperatore Alessandro III di" in generale ripete i suoi disegni, anche se, come spesso accade, tenendo conto che si verificano costruito durante il processo di produzione di nuove idee. Nella primavera del 1914 il gruppo di testa è stato lanciato. E 'successo al momento opportuno. La seconda guerra mondiale, che ha avuto inizio con i colpi apparentemente improvvisi tuonò a Sarajevo, come una sorpresa in realtà non lo era. Corazzate tipo "Imperatrice Maria" allineato sostanzialmente l'equilibrio delle forze sul presunto Teatro Marittimo delle operazioni militari. Marina russa Tsushima guarito le ferite.

nome porfido

navi serie ha ricevuto i nomi di personaggi reali dello Stato russo. È interessante notare che l'unica corazzata "Imperatrice Maria" Flotta del Mar Nero è stato nominato in onore di una vita, benvenuto al tempo di Alessandro III della vedova, nata danese principessa Luisa Sofia Frederika Dagmar, è diventato un vero patriota russo, tra l'altro, nonostante la sua origine straniera. Tuttavia, questo è già accaduto, è sufficiente ricordare Caterina la Grande, il cui nome ha ottenuto un'altra corazzata dello stesso tipo. Senza dubbio, questa donna si merita questo onore, inoltre, era la madre di Nicola II. Il suo ruolo nella storia russa è grande, e la forza di carattere, la gentilezza e la rettitudine della vita gareggiato con successo con la bellezza esterna.

Maria Feodorovna il destino è tragico, è morta nella sua casa di Danimarca (1928), allo stesso tempo, di essere in esilio e lui personificando una quota del russo, che ha avuto la possibilità di mangiare il pane amaro di terra straniera "senza lasciare croste." E prima di perdere la sua gente care e vicine: due figli, una figlia, quattro nipoti e un nipote.

Caratteristiche della nave

Battleship "Imperatrice Maria" era la nave a tutti gli effetti notevoli. E 'stato rapidamente sviluppando velocità quasi 24 nodi (40 km / h) di carico duemila. T di carbone e 600 tonnellate di olio combustibile ha autonomia in otto giorni, il team era composto da 1260 marinai e ufficiali. Power Plant – tipo a turbina, era costituito da due macchine a 10 000 litri. a.

Battleships – un particolare tipo di attrezzature navali, hanno un alto livello di armi di artiglieria. Quattro torrette sono stati dotati di tre cannoni da 12 pollici (reso celebre fabbrica Obukhov) ciascuno. Oltre alla batteria principale, è stato presentato e ausiliario, nella quantità di 32 parti. Queste pistole hanno significati diversi, tra i quali erano anti-aerei, che indica la capacità di ingegneri russi pensare in prospettiva e prendere in considerazione la crescente minaccia di un attacco aereo. C'era un'altra caratteristica di design che contraddistingue la corazzata "Imperatrice Maria". Disegni sovrastrutture sono state fatte per tenere conto di eventuali aumenti nel settore di fuoco, quindi la potenza del volley poco dipendente dall'angolo del bersaglio rispetto al tasso.

Uscite siluro tubi situati al di sotto della linea di galleggiamento, è stato un risultato rivoluzionario al momento. corpo tinea spessore armatura di 250 mm, ed è stata protetta dalla piattaforma. parole speciali merita e sistema di alimentazione elettrica della nave. Battleship "Imperatrice Maria" eccita i sei dinamo (oggi si chiamano generatori). Tutte le macchine agricole rotazione del motore elettrico, in particolare, su ogni torre dell'artiglieria erano 22 pezzi.

Tale nave sarebbe effettuare missioni di combattimento, anche nel nostro tempo.

Come ha combattuto corazzata

Nell'autunno del 1915 l'intensità delle battaglie navali nel Mar Nero ha raggiunto il picco. Turchia, un alleato di Austria-Ungheria, ha mostrato attività regionale, non meno aggressivo si è comportato flotta sottomarina tedesca. In risposta, la flotta del Mar Nero sotto il bombardamento di artiglieria dei porti della costa settentrionale della Ottomano – Eregli, Kilimli, Zunguldak e capre. Sulla corazzata ammiraglia, "Maria", gestito Operazioni Navali Ammiraglio Kolchak. A causa della squadra, come sempre più navi nemiche affondate. incrociatore tedesco "Breslau" in soccorso della flotta turca nel mese di febbraio, non ha potuto svolgere il compito e appena si staccò dalla corazzata russa, ha ricevuto lesioni multiple. Per l'intero 1916, un altro raider tedesco, "Gabin", solo tre osò andare al bacino del Mar Nero del Bosforo, ma non per molto e senza successo. Dal suo ultimo viaggio alla baia di Sebastopoli corazzata "Imperatrice Maria" ha prodotto 6 ottobre 1916.

Vittime e sopravvissuti

A differenza di molti altri disastri marittimi, è riuscito a sopravvivere nella maggior parte della squadra. Di 1260 membri dell'equipaggio sono morti immediatamente in base alle diverse fonti da 152 a 216 persone. Il numero dei feriti e bruciato variava da un centinaio a 232 persone. Nonostante fornire cure mediche urgenti, è morto in ospedale anche centocinquanta velisti. Quindi, la perdita della corazzata "Imperatrice Maria" ha causato la morte di trecentocinquanta persone (massimo punteggio), che rappresentano circa il 28% di tutta la squadra. Le vittime potrebbero essere molto di più, ma, per fortuna, quasi tutti i marinai, che non portavano il servizio di guardia, hanno partecipato al servizio di preghiera ha luogo sul ponte di poppa. Come si suol dire, Dio salvi.

testimone oculare

Che si è verificato la corazzata di prima mattina il 7 ottobre, e ha detto i sopravvissuti dei membri dell'equipaggio. In un certo senso, un testimone può essere chiamato tutti Sebastopoli, svegliato da un terribile incidente. Le persone accidentalmente visto l'intero quadro del disastro dalla riva e altre navi della Flotta del Mar Nero, sostengono che la prima esplosione soffiò fuori luoghi con trinchetto, tubo anteriore e la torre di comando. Ma la ragione principale per la lotta per la vita era senza valore, era la distruzione del corpo, che si manifesta nel rompere la scheda al di sotto della linea di galleggiamento, e poi l'acqua di mare ha cominciato a fluire nei vani. Il fuoco, nel frattempo, ha continuato. In pochi minuti, la nave è arrivata comandante della Flotta del Mar Nero , l'ammiraglio Kolchak, per supervisionare le operazioni di soccorso, i vigili del fuoco sono arrivati, le barche e rimorchiatori, ma era impossibile fare qualsiasi cosa. Meno di un'ora più tardi fatto esplodere munizioni nella cantina della torretta naso, è stato sentito diverse esplosioni, la corazzata ha ricevuto un assetto negativo, il capovolgimento girò e affondò.

controllo dei danni

I marinai di tutto il disastro che agisce sotto la Carta e assumersi le responsabilità, come gli ha ordinato di personale. Alle 7:20 del quarto marinai casamatta che erano di turno notato uno strano sibilo proveniente da dietro la cantina di partizione vicina torre nasale. Hanno riferito immediatamente al proprio supervisore su quanto sta accadendo, il tempo per stendere le manichette antincendio e l'acqua è fornita. Ci sono voluti solo due minuti. Dopo un cambio di guardare gli uomini in questo momento lavato prima delle vacanze, erano tutti bruciati esplosione Hellfire. Alimentazione è stato interrotto, le luci si spensero. Esplosioni continuato (vi sono cullare 25), conchiglie detonare 130 millimetri calibro. Nel frattempo, su ordine di un ingegnere meccanico di alto livello Ensign Ignatiev ha cercato di avviare la pompa antincendio. Lui non è riuscito, il marinaio coraggioso è stato ucciso. Il tentativo di inondare le cantine della seconda torre arco di creare una barriera d'acqua anche non ha avuto successo, non è semplicemente abbastanza tempo. Rendendosi conto che non tutti sopravvivono, i boss hanno dato il comando di lasciare i marinai, mentre essi stessi erano a morire, cercando di fare il suo dovere. Dopo il sollevamento della nave sono stati trovati e sepolti i resti degli eroi …

casa Versione: incidente

Le persone tendono a cercare indizi in tutto il inspiegabile. Le circostanze misteriose, più difficile e confusa che di solito sono trattati. Pertanto, la versione ufficiale della Commissione d'inchiesta che l'esplosione sulla nave ammiraglia della Flotta del Mar Nero ha avuto luogo per motivi di auto-combustione dei vapori di polvere essenziale, molti ha suscitato delusione. Tuttavia, molto probabilmente, è stato. Conchiglie lungo tempo insieme con il tappo è in canna, in particolare quando la corazzata era a caccia di "Gabin" e questo potrebbe innescare una detonazione. Ma c'è un'altra versione, secondo la quale la misteriosa morte della corazzata "Imperatrice Maria" non si è verificato per caso.

spie tedesche

A favore di ipotesi "sabotaggio", dicono anche alcune delle circostanze. Sulla nave sono state effettuate le riparazioni, il controllo degli accessi era debole, e che avrebbe messo fine a esplorare cantina mikrovzryvatel, simile a quello che è stato trovato nel italiana Dreadnought "Leonardo da Vinci" nell'estate del 1915? Inoltre, molti portelli non erano chiuse a chiave. Un altro fatto, dice ad un primo sguardo a spiare sabotaggio: nel 1933 dalla NKVD è stato neutralizzato residenza di intelligence tedesco guidato da una Werman. Secondo il prigioniero, fu reclutato prima della rivoluzione. E l'interesse per le realizzazioni di elettronica militari russi, tra cui sistemi di "Imperatrice Maria". L'attenzione per questo quando gli addetti alla sicurezza non sono dati. Era la spia Wehrmann, non so se le persone sono ammessi a nulla.

La nave è stata tagliata per il rottame nel 1926. C'era solo il ricordo di ciò che era la corazzata "Imperatrice Maria". Modello è nel museo navale Nakhimov comandante in patria – nella regione di Smolensk. Un altro layout abilmente eseguito – su larga scala – decora l'esposizione Nikolaev Museo della costruzione navale e della storia della flotta.