171 Shares 6173 views

Che cosa è bonsai? Come crescere un albero in miniatura a casa?

Per qualcuno, la pianta d'appartamento è una viola fiorita o ficus con foglie scintillanti scure. E qualcuno vuole crescere una vera foresta in una piccola manciata di terra.


Molti appassionati di piante da casa hanno sentito la misteriosa parola "bonsai". Ma che cosa è bonsai e come formare un miracolo in miniatura, semplicemente non capisco. Ma nel frattempo è piuttosto possibile capirlo.

Storia di bonsai

Moda su alberi in miniatura sparsi in tutto il mondo dal Giappone. Ma i giapponesi non sono gli antenati di un nuovo tipo di arte. L'idea di un bonsai è venuto da loro dalla Cina. Ma i giapponesi lo hanno portato alla perfezione.

La prima menzione della coltivazione di alberi in miniatura è caduta nelle mani degli storici nel 1972. Nel mausoleo del principe Zang Hui sono state trovate immagini che descrivono in dettaglio la tecnologia di coltivazione di piccoli alberi. A giudicare dal modo in cui i disegni sono stati salvati per i discendenti, la tecnica è stata riferita a conoscenze particolarmente preziose. Le cifre appartenevano all'epoca del regno della dinastia cinese Tang, che corrisponde al 600 aC. e.

I cinesi chiamarono un insolito hobby "pensai". I giapponesi leggono il carattere cinese a modo loro e la parola "bonsai" significa "cresciuto in un vassoio".

A proposito, gli archeologi dicono che persino gli antichi egiziani sapevano cosa era il bonsai. Hanno sviluppato piccole piante in vasche speciali, ma li hanno chiamati in modo diverso. Purtroppo la versione egiziana del nome non è conservata.

Qual è il punto

I giapponesi portarono alla perfezione l'arte di crescere i nani. Ogni alberello richiede un maestro di molti anni di lavoro, attenzione e pazienza. Solo in questo modo puoi ottenere un capolavoro verde che vive più a lungo del suo creatore. Una bella pianta sarà data agli studenti grati che capiscano bene il bonsai e quanto sforzo il maestro ha investito in questa bellezza.

L'arte dei bonsai è una filosofia definitiva che permette di abbracciare la vita e di godere della bellezza della sua corrente. Ogni albero nelle mani del maestro passa attraverso tre fasi, come tutte le cose viventi del pianeta. In primo luogo, vive la giovinezza, lucida di freschezza e di pressione, poi entra nella maturità, raggiunge la perfezione delle forme e della bellezza, e l'ultima fase – la vecchiaia, incarnando tutta la saggezza del mondo. Inoltre, bonsai – simbolo della continuità delle generazioni, perché i più piccoli della famiglia devono imparare dall'esperienza e poter mantenere ciò che gli anziani hanno creato.

Questi alberi possono essere coltivati

Più spesso per la coltivazione in contenitori si utilizzano specie sempreverdi. Può essere cipresso giapponese, ginepro cinese, cedro giapponese, pino giapponese a cinque foglie, nero o rosso. I bonsai di queste specie di alberi sembrano molto impressionanti, ma alcuni preferiscono crescere gli alberi decidui, trovando un fascino speciale nelle stagioni in evoluzione. In questo caso, adatta la prugna giapponese, gli alberi di mele di varie varietà, la ciliegia, alcune varietà di acero, rododendro, azalea selvatica, varie varietà di pere, persimmoni, uve selvatiche, salice e altri.

Il pino di Bonsai sembra molto bello e insolito, come si può vedere nella foto qui sotto, quindi è spesso questi alberi di conifere in miniatura che si possono trovare.

Stili Bonsai: Tokkan e Moyegi

Anche il maestro più esperto non avrà mai due piante assolutamente identiche. Ma tutte le canzoni sono chiaramente divise in stili. Questa tradizione è stata portata all'arte dei bonsai è il giapponese. Hanno dato una designazione a un certo numero di segni, secondo i quali gli alberi sono divisi in stili. Ci sono più di 30, ma li consideriamo più comuni.

Se vedi una pianta bonsai con un tronco dritto che si estende alla base, allora questo è uno stile verticale formale – il Tekkan. Un'altra caratteristica importante è che l'impianto deve essere affusolato in cima. In questo stile puoi crescere qualsiasi tipo di albero. Il simbolismo di Tikkan è orgogliosa solitudine e carattere inflessibile.

Se l'impianto è allungato verticalmente, ma i suoi rami non hanno una struttura chiara, ma si trovano arbitrariamente, questo è lo stile del Mojega. Il tronco di un albero può essere piegato, ma la parte superiore necessariamente si estende a una linea con la base, formando una perpendicolare al suolo. Mojogi simboleggia la semplicità e la libertà, e anche – il desiderio di andare oltre i limiti, resistendo alle circostanze.

Fukinagasi e Syakan

Questi sono stili di bonsai, le cui foto sembrano essere fatte con un forte vento ardente. Per Syakan (stile inclinato), la pendenza è inclinata ad angolo al suolo, ma l'albero si estende verso l'alto. Fukinagasi (piegato dal vento) può avere un tronco diritto e inclinato, ma i suoi rami sono diretti in una direzione (verso la pendenza), come se un albero crescesse in forte vento. Il simbolismo di questi stili è la resistenza alle forze della natura e alla lotta per la vita.

Sokan Style

Sokan è tradotto come "tronco diviso". Questo stile è stato suggerito dagli amanti della natura agli amanti del bonsai, poiché molto spesso due tronchi sorgono da una radice, uno dei quali è più forte e più alto. L'albero può essere piatto o inclinato, questo non è molto importante, la cosa principale è che dovrebbe formare una corona comune. Creare un bonsai simile a casa può essere, dando l'aspetto del secondo tronco il ramo più basso. Il simbolismo di questo stile è la continuità delle generazioni e la venerazione delle tradizioni. A volte Sokan è chiamato "gemelli" o "padre e figlio".

Kengai e Khan-kengai

Questi sono un po 'simili tipi di bonsai in uno stile cascata e semi-cascata. Kangai – come un albero che cresceva su una ripida scogliera. Per sopravvivere, doveva adattarsi alle circostanze difficili. Il simbolo dello stile è la plasticità in tutte le condizioni.

Khan-kengai ha una direzione più orizzontale di crescita dello stelo. Alberi, come se crescano sulla riva del serbatoio, cercando di raggiungere la corona fino all'acqua. Hen-kengai – bonsai, la cui foto mostra chiaramente che i rami non cadono sotto la parte centrale della pentola e la parte superiore dell'impianto è sempre al di sopra del livello del suolo.

Per questi stili di plastica vengono sempre scelte piante con barili piegati. La preferenza è data a pino, cotoneaster, ginepro.

Bundzingi

Questo stile è considerato uno dei più difficili da eseguire. Ed è uno dei più antichi. Altrimenti, questo stile è chiamato "letterario". Questo nome è dovuto al fatto che le piante hanno una forma schematica di "lettere giapponesi". Maestri, come se scrivessero segni calligrafici, crescendo di alberi con lunghi tronchi curvi senza rami inferiori. La corona di questa specie di bonsai è consentita solo al vertice. Lo stile simboleggia l'aria e la sublimità. Per la crescita scegliere specie di conifere o larve.

Incantevole Yose-uye

Potete immaginare vasi per bonsai, in cui una piccola foresta è cresciuta? Sono piante nello stile di Yose-uh. La composizione consiste in un gran numero di alberi con diverse altezze di tronchi, con spessore e età diversi di piante. Di solito sono selezionati un numero dispari di alberi e spesso sono della stessa specie. Pianta, non osservando la simmetria e evitando le stesse distanze. Così, il padrone ottiene il proprio parco o foresta piccola, più come un angolo del selvaggio.

Stile di Sharimiki

I giapponesi illuminati hanno imparato a vedere la bellezza in ogni momento della vita. Hanno dimostrato che la vecchiaia può anche essere bellissima. L'incarnazione di questa affermazione è lo stile di Sharimika, cioè "legno morto". L'albero artificialmente invecchia, la corteccia dal tronco è parzialmente rimosso e il suo legno è sbiancato, creando un contrasto tra i morti e i vivi. I siti con legno morto sono piegati, ma devono essere chiaramente visibili. Per questa specie, il ginepro è spesso utilizzato.

Piantare bonsai

Andando a coltivare il miracolo descritto, i principianti stanno chiedendo come piantare un bonsai. Ci sono diversi modi per farlo:

  1. Il modo in cui Missy. Questa è un'opzione ideale per iniziare esperimenti. È racchiuso nella semina di semi raccolti in natura. In questo caso, è possibile scegliere tra una varietà di germi che è necessario e iniziare a rallentare la crescita fin dall'inizio.
  2. Metodo di Toriki. Questa è la coltivazione di piante miniaturizzate da tappi o strati. Per approfittare di questo metodo, la corteccia viene tagliata o tagliata nel posto giusto sul ramo e la crescita stimolata dei cavalli viene aperta dal legno aperto. Il legno è avvolto in muschio e pellicola e in attesa di 3 (a volte più) mesi. Il luogo del taglio non è consentito asciugare tutto questo tempo.
  3. Il modo di Yamadori. Il significato approssimativo di questo nome è "trovato e scavato". In primavera, in una foresta o in un giardino, si trova una pianta adatta, scavare e lasciarlo per diversi mesi per formare cavalli superficiali. Dopo di ciò, le radici potenti vengono accorciate un po ', la pianta viene estratta dal suolo e inizia la formazione dei bonsai nel piatto.
  4. Wye modo. Con questo metodo, un impianto di piante pronte viene acquistato nel vivaio, poi viene tagliato e piantato in una vaschetta piatta. O comprato un bonsai giovane, e poi crescere, in base alle loro preferenze nello stile.

Come formare una pianta

Il compito principale di bonsai è quello di rendere l'albero piccolo. A questo scopo, rallentare la crescita e dare la forma desiderata. Per inibire la crescita, le radici sono spesso potate e vengono rimossi i giovani germogli, vengono selezionati terreni scarseggiati, viene utilizzata una quantità minima di fertilizzanti e vengono scelti vasi speciali per bonsai in cui il sistema radicale non può crescere molto. Inoltre, è necessario utilizzare il sistema di attenuazione dell'assunzione di succhi, applicando tagli orizzontali al legno o intrecciare il barile con un filo.

Quando l'impianto è sufficientemente radicato, cominciare a tagliare e piegare i suoi rami. Per fare questo, utilizzare un filo di rame, che impigliano i rami e aggiusta i perni nel vaso da fiori. Pieghe meglio iniziare in estate, quando i rami sono più elastici. Per non danneggiare la corona, il luogo della piegatura è avvolto con un fascio o un bastone morbido.

La potatura corretta dei rami aiuta a risvegliare i reni necessari alla crescita. Se, per creare la forma ideale, è necessario dirigere il ramo a destra, quindi selezionare il rene adescarsi nella direzione desiderata e tagliare il ramo sopra di esso, senza lasciare la canapa sopra.

A proposito, se cresce il pino di bonsai, la potatura dovrebbe essere fatta con estrema cautela. I rami danneggiati possono diventare gialli. Ciò vale anche per altri conifere.

Come prendersi cura di una pianta

L'impianto richiede cure per tutta la vita. Per crescere un bonsai decente , la cura di casa fornisce tutto l'anno. Questi includono il trapianto, la concimazione, l'irrigazione.

Il trapianto è fatto meglio in primavera. È necessario assicurarsi che le radici non crescano e non formino un groviglio. Non appena ciò accade, l'albero viene tolto dal piatto, le radici vengono tagliate e restituite all'impianto, ma in terreno fresco.

Per piantare fare una miscela di terreno di 3/5 humus, 1/5 torba e 1/5 di sabbia. Il primer nel contenitore è accuratamente tampeggiato per evitare la formazione di vuoti. L'altezza del terreno nel contenitore è di circa 5-6 cm. Dalla sommità, di regola, è decorata con pietre e muschio.

L'alimentazione viene effettuata in primavera ed in estate. L'intervallo è mantenuto per circa due settimane. È più conveniente utilizzare concime organico liquido pronto con gli scarti degli uccelli, che viene introdotto 2 ore dopo l'irrigazione.

Che altro hai da fare per coltivare un bonsai sano e bello? La cura di casa comporta l'abbeveraggio abbondante e regolare. Molti installano un contenitore con un albero in un vaso piatto con acqua. Il suo fondo è pieno di piccole pietre o di un reticolo. Il livello dell'acqua nel vassoio viene mantenuto ad un livello. Ciò consente di aumentare l'umidità e ridurre l'irrigazione.

L'acqua è necessaria per un albero in miniatura in grandi quantità. Ma è necessario tener conto del tipo di impianto, perché i residenti di diverse zone climatiche creano condizioni diverse per l'irrigazione. Ad esempio, i bovini di piccole dimensioni sono un albero di bonsai, la cui cura richiede l'abbondante abbeveraggio giornaliero. Ma per una donna grassa tale irrigazione è disastroso, il suo sistema radicale non può far fronte all'abbondanza di umidità e di rottura.

È importante capire che un albero in miniatura dovrebbe essere annaffiato più spesso, anche se la specie non ama il terreno umido, quando sono i seguenti fattori:

  • Il fogliame sui rami è grande e numeroso;
  • Pianta piantata in un contenitore piccolo o piatto, da allora una grande area di evaporazione dell'umidità dalla superficie del substrato;
  • La stanza è asciutta e l'aria è troppo calda.

Inoltre, l'impianto non impedirà la normale irrorazione. Tuttavia, considerare che le specie sempreverdi possono essere spruzzate solo con acqua distillata. Quando si utilizza l'acqua di rubinetto usuale sulle foglie ci sarà un rivestimento biancastro non abusivo.

Ora che capisci cosa è bonsai, puoi provare a creare il tuo capolavoro. Ma pensa e valuta la tua forza. Se non sei abbastanza paziente, forse non dovresti occuparti di questo duro lavoro.