160 Shares 8741 views

"Non mi piace la tua ironia …": un'analisi poesia NA Nekrasov

Oltre alla poesia socialmente orientata nell'anima N. A. Nekrasova ha sempre luogo un senso di ordine personale. Amava ed era amato. Questo è riflesso in poesie del gruppo, che si chiama "ciclo Panaevskom". Un esempio potrebbe essere una poesia, "Non mi piace la tua ironia …". L'analisi sarà dato seguito, ma ora brevemente alla sua lirica.


Avdotya Panaeva

La donna abbastanza astuta che i genitori sposati in fretta fuori, perché la ragazza con tutto il cuore aspira all'emancipazione. Ha imitato Zhorzh Sabbia, ha cercato di mettere su abiti maschili, e – oh, orrore! – dipinto sui baffi! Sposato sono stati dati per il giornalista Ivan Panaeva, che non differiva lealtà e non limita la libertà dei coniugi. Si sono riuniti nella società letteraria cabina brillante, e tutti erano stati in amore con la bella e intelligente ragazza Avdotya Jakovlevna. Ma lei ha detto, non una volta, solo pazzo, folle sentimento di Nikolai, che, non sapendo nuotare, alimentato nei suoi occhi alla Fontanka. Inizia così la grande sensazione che durò per circa venti anni. Ma alla luce di tutte le estremità. E quando i sentimenti cominciarono a raffreddare, poi Nikolai ha scritto: "Non mi piace la tua ironia …". Analisi poesia sarà condotta secondo i piani.

La storia della creazione

Presumibilmente è stato scritto entro cinque anni dopo l'inizio di una relazione intima nel 1850 e pubblicato in "Contemporanea" nel 1855. Che cosa potrebbe essere raffreddato sentimenti così tumultuosi? Dopo tutto, lei A. Ya. Panaeva ha scritto poesie su di loro. Cerchiamo di riflettere sulle linee di Nikolai "Non mi piace la tua ironia …", l'analisi di quale parte del nostro compito.

poesie Genere

Questo intimo lirismo grande poeta civile. Artwork parla di sentimenti origine al passato circa la loro condizione e il culmine inevitabile e interruzione anticipata nel tempo presente. A quanto pare, il loro rapporto è diventato familiare e monotono e non ha dato molti spunti di tale ispirazione come poesia civile. Perché nel rapporto ha cominciato ad apparire da Avdotya Jakovlevna ironia, che aggrava solo la freddezza da parte di Nekrasov. Quindi c'era una poesia, "Non mi piace la tua ironia …", iniziamo l'analisi. Ma dobbiamo rendere omaggio al poeta, essa è direttamente e sensibilità ha detto la sua amata che era nel suo comportamento che non gli piaceva, non nascondendo nulla.

Il tema è stato l'emergere di amore, la sua morte graduale e completa il raffreddamento.

L'idea principale – dobbiamo amare con tenerezza amare, perché questo sentimento è rara e non è dato a tutti.

composizione

NA Nekrasov diviso in tre strofe, "Non mi piace la tua ironia …". Analisi della poesia, che, ovviamente, iniziare con la prima.

eroe lirica parla direttamente e semplicemente per chiudere e la donna chiede di smettere di parlare di lui ironicamente. A quanto pare, una lingua tagliente Avdotya Jakovlevna non poteva tira indietro quando si trattava di qualcosa non piace quando vede qualcosa di atteggiamento irrispettoso o sconsiderato. Secondo l'ironia lirica dovrebbe appartenere solo a chi ha vissuto il loro desiderio, o hanno mai incontrato. E in ciascuno di essi, così ardentemente amato, ci sono ancora fiamme d'amore, e si riscaldano l'anima. Erano presto per concedersi l'ironia: è necessario ad amare ciò che hanno oggi.

Nella seconda strofa della poesia "Non mi piace la tua ironia …" Nekrasov (analisi, stiamo conducendo) mostra il comportamento della sua amata. Si cerca anche di prolungare la loro incontro "un timido e gentile." Lei è molto femminile, ancora dedicato a lui il cuore e non può vivere senza questi incontri. E lui? E 'piena di passione. L'eroe lirica è ancora caldo e ardente, si rebelliously bollire "sogni gelosi." Pertanto, ha chiesto di non essere ironico e accelerare l'isolamento. Tutti gli stessi, verrà inevitabilmente a loro, ma far loro mantenere più a lungo bellissimo rapporto.

La terza strofa è molto triste. Il poeta non nasconde né da se stessi o da un favorito che la loro separazione è arrivata presto. Le loro passioni sono più forti. Sono pieni di ultima sete di amore, ma "nel cuore di un segreto desiderio freddo e." eroe lirica nota amaramente questo fatto. Ma non voglio nascondere da esso. Perché non è necessario distruggere l'ex ironia faticoso e bella, dolce passione.

L'ironia, che inizialmente contiene una presa in giro, insulta lirica, così dice, "Non mi piace la tua ironia …". Analisi poesia rivela nascosto contesto detti Avdotya Jakovlevna e sincero lirica diretta. Egli chiama la sua donna non mostra in occasione e senza il suo atteggiamento negativo ed esprimere la sua simpatia e comprensione.

Analisi del verso, "non mi piace la tua ironia …"

Il poema è scritto in pentametro giambico, ma passa Accenti (pyrrhics) molto. Essi trasmettono al lettore l'emozione del poeta. Ad esempio, una di Pirro inizia la prima riga nella prima strofa, lo fa e si conclude con i punti salienti esclamativi.

Ogni strofa si compone di cinque linee, ma la rima in ogni sezione è diversa. Il poeta utilizza un anello (prima stanza), trasversale (seconda stanza), misto (terzo). Tumulto interiore lirica manifestato in questo modo completamente.

Il poema è costruito su contrasti. E 'in contrasto con la fredda e calda, bollente e glaciazione. Metaforicamente, l'amore viene confrontato con il flusso infuria del fiume "ma più fredde onde impetuose …". Dopo queste righe finali del valore di punti significativi. infuria fiume, ma ancora congelati, e il freddo forgeranno entrambi, "calorosamente amato." L'ex tenerezza frizzante e passione rapporto metaforicamente al contrario di un "desiderio freddo e segreto."

Epiteti hanno una connotazione negativa: l'epilogo inevitabile, l'ansia geloso, l'ultima sete. Altri, invece, dipinte di un positiva: un senso di "ribelle" bollire, tesoro bye attesa "timido e gentile."

epilogo

Nekrasov e Panaeva separarono. Poi il marito è morto, allora viveva da sola, e poi felicemente sposato e ha avuto un bambino. Tuttavia, il poeta amava Panayev e, nonostante il suo matrimonio, ha dedicato le sue poesie ( "Tre elegie") e nominata nel testamento.