394 Shares 5084 views

nutrizione parenterale come un modo per garantire oligoelementi essenziali del corpo e vitamine

Come è noto, una corretta alimentazione, ed è una parte obbligatoria del trattamento di molte malattie e lesioni traumatiche componente, tuttavia nutrizione parenterale applicato a incapacità o impossibilità del cibo naturale del paziente. Il termine "nutrizione parenterale" deriva dalla «para» Greco – intorno e «enteron» – intestino e indica che fornisce il corpo umano con sostanze nutritive – ingredienti nutrizionali da parte del tratto gastrointestinale, dove la qualità e la quantità corrisponde alla dieta naturale.


nutrizione artificiale (enterale o parenterale) è indicato nei pazienti che non ricevevano cibo più di 7-10 giorni. Tali alimenti può essere un completo e parziale. Quando nutrizione parenterale totale tutte le sostanze nutritive vengono introdotti nel flusso sanguigno, ed i pazienti non bere nemmeno semplice acqua. Parziale nutrizione parenterale implica l'uso dei soli nutrienti essenziali, come proteine e carboidrati, quando la potenza è attraverso la bocca non è sufficiente, richiede aggiunte.

Lo scopo della nutrizione parenterale – assicurare il corpo di risorse energetiche, materie plastiche, oligoelementi, elettroliti e vitamine, il restauro e la correzione delle perdite esistenti, il mantenimento di una massa proteina attiva.

Indicazioni per l'uso della nutrizione parenterale sono condizioni patologiche e malattie in cui v'è un guasto organica o funzionale del tratto gastrointestinale. Questa immagine è più spesso osservato durante ischemia e occlusione intestinale. Usato nutrizione parenterale in presenza in diverse parti del tratto gastrointestinale ostacoli meccanici al passaggio del cibo: la formazione del tumore, ustioni o post-operatoria restringimento dell'esofago, processi settici, così come l'anoressia, gravi alterazioni infiammatorie, coma, incosciente e il tetano.

Ci sono tre gruppi principali di sostanze che sono possibili utilizzando la nutrizione parenterale. Preparazioni: acidi glucosio, trigliceridi, e aminoacidi. È importante che le soluzioni di queste sostanze sono state combinate in modo che sia il fabbisogno energetico dell'organismo plastica e sono completamente forniti.

soluzione di glucosio sono introdotti nella grande vena centrale, hanno una concentrazione di 10 a 70%. Glucosio non è una fonte di energia sufficiente per i bisogni energetici, in modo da utilizzare soluzioni concentrate.

aminoacidi per la nutrizione parenterale, o meglio le loro soluzioni contenenti quantità equivalenti di aminoacidi (essenziali e non essenziali) hanno una concentrazione di da 3 a 10% e sono iperosmolare.

La nutrizione parenterale dovrebbe essere reso obbligatorio sotto la supervisione di un medico, che controlla fluido equilibrio, sostanze nutritive e minerali nel corpo. V'è il rischio di infezione nel sito di inserimento dell'ago, e con l'uso prolungato della nutrizione parenterale, v'è la possibilità di diversità di infezione in tutto il corpo. Inoltre, in caso di scarsa dell'ago fissaggio, la soluzione può entrare nel tessuto circostante, e non in vena, e portare alla comparsa di un ascesso.

Il ritorno ad una dieta normale nei pazienti che sono stati alimentati per via parenterale per lungo tempo deve essere graduale, perché il corpo ha bisogno di tempo per adattarsi.

La natura e la profondità che si verificano nel corpo di alterazioni patologiche definiscono i principali controindicazioni all'uso di alcuni farmaci utilizzati per la nutrizione parenterale. Così, in caso di insufficienza renale o epatica sono controindicati l'uso di emulsioni di grassi e miscele di aminoacidi con edema cerebrale, nefrosi lipidica, infarto miocardico acuto, i sintomi di embolia grasso – ingrassi.