690 Shares 1099 views

C'è un aldilà?

Nel corso della sua storia, il popolo ha chiesto domande senza risposta sul senso della vita e il proprio destino, che attende tutti dopo la morte. Un'eccezione può essere, tranne che i membri più primitivi della nostra razza. Ma in quei giorni della loro qualità della vita non è molto diverso dalla vita degli animali. Pensate i nostri antenati erano alti solo una volta, perché in primo luogo è stato quello di sopravvivere in condizioni ambientali difficili.


Quando le persone sono interessati alla vita dopo la morte

La psicologia umana è complicata dal processo di evoluzione, cerchiamo di avere più spazio per i pensieri circa l'eternità. Al posto degli istinti primitivi a poco a poco è venuto esperienze più elevate. Tuttavia, è aumentata la consapevolezza della propria vita e ciò che è importante in questa materia, – la mortalità. Ora è noto che un principio fondamentale della cultura non erano nati molto tempo fa, circa centomila anni fa. Questo è quando la gente inizia a significare più che la componente spirituale. Insieme con lo sviluppo di questa parte della vita inevitabilmente iniziato a pensare la vita e la morte.

La morte ha sempre seguito l'uomo lo spaventava, che suona come un fenomeno terribile e violento che non può combattere. Almeno, il risultato si ottiene sempre lo stesso. In questo contesto non sorprende affatto che il primo, importante e accattivante le menti di un mistero era l'aldilà, e la stessa prospettiva della sua esistenza. Menti indagatrici in ogni momento cercato di trovare la prova di una tale idea veramente confortante. Dopo tutto, sono d'accordo ad accettare il fatto che un giorno morirai per sempre, non è facile. Anche realizzare l'inevitabilità del futuro semplicemente non funzionerà. È molto più facile da accettare guscio terrena come rifugio temporaneo per lo spirito, che dopo andrà da qualche altra parte.

visione moderna

Per essere obiettivi, è la risposta assolutamente precisa alla domanda se ci sia un aldilà, non è stato possibile ottenere finora. Né la scienza né la religione non può fornire alcuna prova concreta per sostenere l'esistenza di "un altro mondo". E rende l'umanità per continuare la ricerca. Sviluppo della cultura, le religioni, le teorie connesse del l'ordine del mondo, ovviamente, ci ha dato la risposta a questa domanda scottante. Questo è solo nell'insegnamento ciascuno il suo. A chi credere che i buddisti credono fermamente nella reincarnazione, mentre il cristianesimo ci dice in modo convincente sul paradiso e l'inferno?

idee religiose sulla morte

Tuttavia, ci sono alcune idee generali che uniscono tutti gli insegnamenti religiosi esistenti. In primo luogo, ognuno di loro con fiducia risposto che sì, c'è un aldilà. Questa affermazione è fondamentale, è alla base di qualsiasi dottrina, e quindi non può essere criticato. Religione stessa si basa sulla divisione del mondo in componenti materiali e ultraterreni. Questi ultimi comprendono solo l'esistenza della vita dopo la morte.

Un'altra affermazione importante nella maggior parte delle religioni dice che l'uomo ha una duplice natura. Una parte – il corpo è un contenitore temporaneo per l'altra parte – l'anima. Ovviamente, quest'ultima causa della sua eternità è un aspetto immensamente più importante di qualsiasi individuo. Questo è necessario per proteggere e conservare, facendo la cosa giusta. La morte, secondo il parere di tutti gli insegnamenti religiosi, arriva al momento della separazione dell'anima dal suo guscio corpo.

All'ultimo infatti di solito è basata la prova più convincente della vita dopo la morte. Un esempio lampante qui può servire come l'impressione di persone che hanno sperimentato la morte clinica. Molti poi descrivere in dettaglio le esperienze e sensazioni insolite vissute da loro al momento della cessazione dell'attività cardiaca. Fino a fluttua nell'aria, una leggerezza insolita e osservando il suo lato corpo immobile.

E 'anche molto spesso dice il classico tunnel e la sorgente di luce distante. Ed è scenario così comune, ritengono che può essere solo da due prospettive: o "la luce" ancora lì, in modo che tutti e vedere una o la visione è basata su uno stereotipo comune. Molto probabilmente, inconsciamente aspettando l'arrivo della morte, le persone provocano tali allucinazioni. Dopo tutto, tutti sanno che ci deve essere un tunnel o anche gli angeli, vale la pena di pensarci – questo è tutto.

Un'altra teoria materialistica è che la condizione dei pazienti affetti da stimoli esterni. Non ha avuto il tempo per recuperare completamente dalla gente di anestesia potrebbe facilmente prendere brillante lampada chirurgica per la luce proverbiale alla fine del tunnel. Il più che situazioni simili accadono a noi in un sogno continua. Forte bussare qualcuno dietro il muro, la riproduzione di musica o un gatto tira i capelli – tutti questi stimoli, in un modo o nell'altro, si riflettono nel contenuto dei sogni.