150 Shares 4380 views

L'analisi della poesia "Children of the Night" Merezhkovsky DS


Dmitriy Sergeevich Merezhkovsky è un rappresentante di primo piano del simbolismo nella cultura russa. Scorre in futuro, c'era un sacco di seguaci di talento. Molti ammiratori di Merezhkovsky lo ha chiamato un profeta del loro tempo e l'abilità di indovinare che dagli eventi successivi. In realtà, il poeta era un uomo colto intelligente, in grado di sentire l'atmosfera circostante e di prevedere dove il cambiamento soffia il vento.

L'analisi della poesia "Children of the Night" Merezhkovsky mostra quanto bene sentire l'autore circa i futuri cambiamenti nella società. Nel prodotto Dmitrij ha descritto gli eventi che si verificano in due decenni, dal momento che il versetto è stato scritto nel 1895, e la rivoluzione ha avuto luogo nel 1917. Al momento della stesura del poema, nessuno conosceva il colpo di stato imminente, ma il poeta aveva già capito che le persone hanno bisogno di uno shake-up . Colse l'umore generale della folla, mi resi conto che la gente ha perso tutti i sentimenti puliti e puri, che li potrebbero proteggere dalla pazza folla e la sporcizia.

L'analisi della poesia "Children of the Night" Merezhkovsky indica che l'autore non sapeva esattamente circa il futuro del suo popolo. Sapeva che la gente la briga di strisciare in ginocchio, non vedendo le prospettive future di una vita migliore. La sua generazione Dmitry chiama "figli della notte", perché stanno lavorando al buio per trovare un modo e in attesa "il profeta". Solo ora anche il poeta non aveva idea che arriva al potere un messia spietato e astuto. Dmitry Merezhkovsky ha scritto poesie con la consapevolezza che la società è sulla soglia del ventesimo secolo, ed è così impantanato nel fango e il peccato che ha bisogno di una forte scossa.

Lo scrittore non sa che ci vorrà un bel po 'di tempo, e la gente uccidersi a vicenda per le loro credenze, e la rivoluzione avrà decine di migliaia di vite. L'analisi della poesia "Children of the Night" Merezhkovsky ci permette di capire che l'autore esclude l'origine divina dell'uomo e accenni alla necessità di purificazione. In questo caso, quindi si presume che la luce può essere dannoso per le persone. Dmitry stessa classifica anche per i "figli della notte" e si rende conto che non può sfuggire al loro destino. Esattamente come le persone saranno purificati dal peccato, l'autore non lo sa.

Quando Dmitry Merezhkovsky ha scritto "Children of the Night", non sapeva che ci vorrà un bel po 'di tempo, e lui soffrirà dal shake-up a lungo atteso. Poeta fermamente convinto che ogni persona deve salire sulla loro Calvario, per essere purificati dello sporco e iniziare una nuova vita o di morte. L'analisi della poesia "Children of the Night" Merezhkovsky dimostra che l'autore ha voluto la rivoluzione, perché sognava una vita migliore per la sua gente.

In realtà era molto più prosaica. Nel 1919, Dmitrij Sergeevic aveva mai lasciare San Pietroburgo, dove si stabilì, "The Beast". Fino alla sua morte, il poeta ha vissuto a Parigi, e credeva che merita pienamente un simile destino. Fino alla fine dei suoi giorni Merezhkovskii si rimproverava di indecisione, e per il fatto che al momento giusto non ha cercato di liberare il suo paese dal baratro rivoluzionaria, sia pure di prevedere il futuro della battaglia di luce e di forze oscure.