791 Shares 8574 views

Arca dell'Alleanza – la reliquia perduta degli ebrei

Dai tempi antichi fino ai giorni nostri l'umanità è interessato a tutto strano e intrattabile semplice spiegazione. Anche in questa età, quando gli scienziati hanno scoperto un enorme numero di enigmi del passato, ci sono ancora molte lacune nella storia delle antiche civiltà. segreto solido coperto e la posizione del Arca dell'Alleanza. Finora, archeologi, storici e ricercatori non si può dire con certezza se la reliquia conservata fino ad oggi e dove è nascosto.


Arca dell'Alleanza – una scatola che Mosè ricevette da Dio sul monte Sinai. Ha mantenuto i dieci comandamenti di base, così come le istruzioni, dove dovrebbero essere. Da un lato questa reliquia può essere considerata fittizia, ma la descrizione esatta della Arca nel Vecchio Testamento suggeriscono, che è la cosa reale, che un tempo veniva utilizzato dagli ebrei. È interessante notare che la scatola era molto importante per Dio perché ha indicato a Mosè artisti nomi che avrebbero dovuto essere impegnati nella sua produzione, così come il materiale da cui dovrebbe essere fatto.

Arca dell'Alleanza è stato attivamente utilizzato dagli ebrei, ha servito come una sorta di arma, danneggiando tutti i nemici del popolo. Non è solo una bella scatola per conservare la Sacra Scrittura, e la fonte di un'energia sconosciuta e mezzi per comunicare con Dio. Il manuale descrive anche nel dettaglio il costume in cui avvicinarsi al box, in modo che non causerà danni alla persona, poi un qualche tipo di radiazione era ancora.

Ciò che è molto interessante è il fatto che in nessun specificato periodo in cui ha perso Arca dell'Alleanza. footprint etiope, che oggi è parlata da molti scienziati, suggerisce l'idea che la reliquia è stata mantenuta nel Tempio di Gerusalemme, ma dopo che è stato distrutto da Nabucodonosor, era scomparso. Questo fatto suggerisce l'idea che durante l'assedio, alcuni segretamente passato l'Arca e il suo perepryatat.

Non v'è dubbio che l'ultimo noto rifugio reliquia era Gerusalemme. Dopo la distruzione del tempio è stato restaurato da Cyrus e saccheggiato tutto è tornato, ma la scatola non è nella lista dei numeri e nessuno menziona nulla, come se non fosse mai esistito. Si ipotizza che l'Arca è stato portato in Axum – capitale dell'Etiopia, re Menelik, che è il figlio di re Salomone e la regina di Saba. Questa città ha davvero una cappella, sorvegliato da uomini armati e un sacerdote. Si presume che questo è dove la reliquia nascosta.

Arca dell'Alleanza non poteva vedere nessuno oggi. Per venire alla cappella non è possibile, perché accanto ad essa ci sono persone, si presenta come un pellegrino, ma vigile monitoraggio ogni movimento di estranei. L'Etiopia era una grande comunità ebraica, per mantenere a parte della popolazione locale. Le loro pratiche religiose erano molto diverse dal giudaismo moderno, che è una conferma del fatto che i loro antenati hanno vissuto nel VII secolo aC durante il regno di re Manasse adoravano il dio Baal. I credenti non possono permettersi di restare nell'arca del tempio profanato, e quindi spostato in Etiopia.

Per molti anni, Israele non ha riconosciuto i membri della comunità sono venuti dal loro paese, ma nel XX secolo sono stati autorizzati a tornare a casa, molti lo fecero. Cosa c'è nella cappella – una vera e propria arca, o semplicemente copiare, mentre non è stato possibile scoprire, ma gli scienziati sono vicini a svelare. Forse quando si trova la reliquia, ci saranno risposte a molte domande, oggi così eccitante ricercatori.