549 Shares 7897 views

mediatori infiammatori: classificazione

La comparsa di processi infiammatori in risposta al fattore patologica è adeguata reazione dell'organismo. Infiammazione – processo complesso che si sviluppa a livello locale o generale che si verifica in risposta ad agenti esteri. Il compito principale di sviluppare una risposta infiammatoria diretta ad eliminare l'influenza del patologico e recupero del corpo. mediatori infiammatori sono gli intermediari, sono direttamente coinvolte in questi processi.


Brevemente sui principi di reazioni infiammatorie

Il sistema immunitario – guardia della salute umana. Quando il bisogno è quello di entrare nella lotta e uccide i batteri, virus, funghi. Tuttavia, con una maggiore rivitalizzazione del processo di microrganismi lotta contro si può vedere o sentire visivamente l'aspetto del quadro clinico. È in questi casi l'infiammazione si sviluppa come una risposta protettiva del corpo.

Processo sono risposta infiammatoria acuta e cronica del suo flusso. La prima nasce dal fattore improvvisa azione irritante (trauma, danno, effetto allergico, infezione). L'infiammazione cronica è prolungata e meno pronunciato segni clinici.

In caso di risposta locale del sistema immunitario nella zona di lesioni o ferire là segni di reazione infiammatoria seguente:

  • il dolore;
  • gonfiore, gonfiore;
  • arrossamento della pelle ;
  • violazione dello stato funzionale;
  • ipertermia (aumento di temperatura).

fase infiammatoria di sviluppo

Il processo di infiammazione è basato sull'interazione simultanea di fattori protettivi della pelle, sangue e cellule immunitarie. Subito dopo l'esposizione ad un agente estraneo, il corpo risponde vasodilatazione locale nell'area di danno diretto. V'è un aumento della permeabilità della parete e il rafforzamento della microcircolazione locale. Insieme con i globuli arrivano protezione qui umorale.

Nella seconda fase delle cellule immunitarie cominciare a lottare con microrganismi, si sono trovati in luogo del danno. Il processo di avere il nome di fagocitosi. Cellule, neutrofili, cambiano la loro forma e assorbire agenti patologici. Avanti, distinguersi con agenti speciali mirante alla distruzione di batteri e virus.

In parallelo con i microrganismi distruggere neutrofili e vecchie cellule morte, che si trovano nella zona di infiammazione. Così inizia lo sviluppo del terzo reazioni in fase dell'organismo. Il fuoco di infiammazione sia schermato da tutto il corpo. A volte questo posto può essere sentito palpitante. La cellula inizia a produrre mediatori infiammatori dai mastociti, che permette di pulire la zona danneggiata dalle tossine, rifiuti e altre sostanze.

Concetti generali di mediatori

mediatori infiammatori – è principio attivo di origine biologica, che sono accompagnati dal rilascio delle principali fasi di alterazione. Essi sono responsabili per la comparsa di sintomi di reazioni infiammatorie. Ad esempio, un aumento della permeabilità delle pareti dei vasi o l'aumento della temperatura locale della zona di trauma.

I principali mediatori di infiammazione si distinguono non solo per lo sviluppo del processo patologico. Il loro sviluppo avviene in modo continuo. Essa è finalizzata alla regolazione delle funzioni del corpo al tessuto e livelli cellulari. A seconda della direzione di azione, modulatori hanno un effetto:

  • additivo (estensione);
  • sinergico (potenziatore);
  • antagonichesky (indebolimento).

Quando lesioni o al sito di azione neurotrasmettitore dell'unità microrganismi controlli processi di interazione e infiammatoria fase effettrice spostamento caratteristico del processo.

Tipi di mediatori infiammatori

Tutti i modulatori infiammatori sono divisi in due gruppi, a seconda della loro provenienza:

  1. Umorali: chinine, derivati di complemento, fattori della coagulazione.
  2. Cell: amine vasoattive, derivati dell'acido arachidonico, citochine, linfochine, fattori lisosomiali, metaboliti reattivi dell'ossigeno, neuropeptidi.

mediatori umorali dell'infiammazione presenti nel corpo umano per influenzare fattore patologico, cioè il corpo ha una fornitura di queste sostanze. La loro deposizione avviene nelle cellule in forma inattiva.

amine vasoattive e fattori neuropeptidi lisosomiali sono anche modulatori preesistenti. Le rimanenti sostanze appartenenti al gruppo dei mediatori cellulari vengono prodotte direttamente durante lo sviluppo della risposta infiammatoria.

derivati del complemento

Per mediatori infiammatori sono derivati complimento. Questo gruppo di sostanze biologicamente attive è considerato tra i più importanti modulatori umorali. Derivati K includono 22 diversa proteina la cui formazione avviene con attivazione del complemento (formazione di complessi immuni o immunoglobuline).

  1. Modulatori C5a e C3a sono responsabili per la fase di infiammazione acuta e Liberatore istamina sono prodotte dai mastociti. La loro azione è diretta a migliorare il livello di permeabilità delle cellule vascolari, che viene effettuata direttamente o indirettamente per mezzo di istamina.
  2. Modulatore C5a des Arg aumenta la permeabilità delle venule nel sito della risposta infiammatoria e attira cellule neutrofili.
  3. S3 promuove la fagocitosi.
  4. Complesso S5-C9 responsabile della lisi dei microrganismi e cellule anormali.

Questo gruppo di mediatori prodotta dal plasma e fluido tissutale. A causa entrare nella zona patologica, processi essudazione verificano. Con derivati complementare chiarificati interleuchina, neurotrasmettitori, leucotrieni, prostaglandine e fattore attivante le piastrine.

chinine

Questo gruppo di sostanze è vasodilatatori. Si formano nel fluido tissutale e plasma di specifici globulina. I principali rappresentanti del gruppo comprendono bradichinina e callidina, che effetto dell'azione sono i seguenti:

  • partecipare alla riduzione della muscolatura liscia gruppi;
  • riducendo endoteliale vascolare rafforzare permeabilità processi parete;
  • contribuire all'aumento della pressione arteriosa e venosa;
  • espansione piccoli vasi;
  • causare la comparsa di dolore e prurito;
  • accelerare la rigenerazione e la sintesi del collagene.

L'azione è finalizzata alla scoperta di accesso bradichinina plasma al sito di infiammazione. Chinine – mediatori del dolore di infiammazione. Essi sono irritanti per i recettori locali, causando disagio, dolore, prurito.

prostaglandine

mediatori infiammatori cellulari sono prostaglandine. Questo gruppo di composti riguarda derivati dell'acido arachidonico. Fonti di prostaglandine sono macrofagi, piastrine, granulociti e monociti.

Prostaglandine – mediatori dell'infiammazione, presenta le seguenti attività:

  • la stimolazione dei recettori del dolore;
  • vasodilatazione;
  • aumentare processi essudativi;
  • rafforzamento della ipertermia nella lesione;
  • accelerando il movimento dei leucociti nella zona patologico;
  • aumentare il gonfiore.

leucotrieni

sostanze biologicamente attive appartenenti alle mediatori di nuova formazione. Cioè, il sistema immunitario del corpo nel resto della somma non è sufficiente per irritante risposta immediata.

Leucotrieni provocano aumento di permeabilità vascolare e dei leucociti forniscono l'accesso alla zona di patologia. Sono importanti nella genesi del dolore infiammatorio. Le sostanze possono essere sintetizzati in tutte le cellule del sangue diverse da eritrociti, e nel avventizia delle cellule del polmone, vasi sanguigni e cellule di grasso.

Nel caso di infiammazione in risposta a batteri, virus o fattori allergici leucotrieni provocare spasmo bronchiale, causando lo sviluppo di edema. L'effetto simile a l'azione di istamina, ma più a lungo. organo bersaglio per le sostanze attive – il cuore. In piedi in un gran numero, agiscono sul muscolo cardiaco, flusso coronarico lento e aumentare il livello della reazione infiammatoria.

trombossani

Questo gruppo di modulatori attivi realizzati nei tessuti della milza, cellule cerebrali, cellule polmonari e piastrine. Avere un effetto spastica sui vasi sanguigni, migliorare i processi di trombosi in ischemia cardiaca, contribuire al processo di aggregazione e l'adesione piastrinica.

ammine biogene

Il primario mediatori infiammatori – istamina e la serotonina. Le sostanze sono disturbi di microcircolazione iniziali provocatori nella zona patologia. La serotonina – un neurotrasmettitore che viene prodotto nelle cellule adipose, le piastrine e enterocromaffini.

L'azione della serotonina varia a seconda del livello nel corpo. In condizioni normali, quando la quantità è mediatore fisiologico, aumenta spasmi vascolari e aumenta il tono. Con lo sviluppo di reazioni infiammatorie del numero aumenta drasticamente. Serotonina diventa vasodilatatore, aumentando la permeabilità vascolare e vasi espansione. Inoltre, la sua azione è cento volte più efficiente secondo neurotrasmettitore ammine biogene.

Istamina – mediatore infiammatorio avente un effetto poliedrico sui vasi sanguigni e cellule. Agendo su un gruppo recettori gistaminchuvstvitelnyh sostanza dilata le arterie e inibisce il movimento dei leucociti. Se esposto ad un altro – si restringe vena vnutrikapellyarnogo provoca un aumento della pressione d'altra parte, stimolare il movimento dei leucociti.

Agendo sui recettori dei neutrofili, l'istamina limita la loro funzionalità su recettori monociti – stimola il passato. Così, il neurotrasmettitore può avere un effetto anti-infiammatorio infiammatorio allo stesso tempo.

effetto vasodilatatore di istamina è aumentata sotto l'influenza di un complesso con l'acetilcolina, bradichinina, e la serotonina.

enzimi lisosomiali

mediatori dell'infiammazione immunitari sono prodotte da monociti e granulociti in luogo del processo patologico durante la stimolazione, la migrazione, la fagocitosi, danno cellulare e morte. Proteasi che sono un componente importante di enzimi lisosomiali hanno protezione antimicrobica lisi estranee microrganismi patologici distrutte.

Inoltre, i principi attivi contribuiscono ad aumentare la permeabilità delle pareti vascolari, modulano l'infiltrazione leucocitaria. A seconda del numero di enzimi isolati, essi possono rafforzare o indebolire la migrazione di cellule di leucociti.

risposta infiammatoria sviluppa e dura per lungo tempo a causa del fatto che gli enzimi lisosomiali attivano il sistema del complemento, citochine rilascio e limokiny coagulazione attivare e fibrinolisi.

proteine cationiche

Da infiammazione mediatori sono proteine contenute nei granuli neutrofili e avente un'elevata microbicida. Queste sostanze agiscono direttamente sulle cellule estranee, interrompendo la sua membrana strutturale. Questo fa sì che la morte di un agente patologico. Inoltre, il processo di distruzione e clivaggio da proteasi lisosomiali.

proteine cationiche promuovono neurotrasmettitore rilascio di istamina, aumentare la permeabilità vascolare, accelerare l'adesione dei leucociti e la migrazione delle cellule.

citochine

Questo cellulari mediatori infiammatori prodotti dalle cellule della seguente:

  • monociti;
  • macrofagi;
  • neutrofili;
  • linfociti;
  • cellule endoteliali.

Agendo sui neutrofili, i livelli di citochine aumentano la permeabilità vascolare. Essi hanno inoltre stimolare le cellule dei leucociti a uccidere, catturare e distruggere i microrganismi stranieri si stabilirono, migliorare processo di fagocitosi.

Dopo aver ucciso agenti patogeni citochine stimolare la ripresa e la proliferazione di nuove cellule. Interagire con le sostanze dal gruppo di mediatori, prostaglandine, neuropeptidi.

metaboliti attivi di ossigeno

Un gruppo di radicali liberi, che sono dovuti alla presenza nel loro elettroni spaiati, capaci di entrare in relazione con altre molecole, partecipano direttamente allo sviluppo del processo infiammatorio. Da metaboliti dell'ossigeno, che fanno parte dei mediatori, sono i seguenti:

  • un radicale ossidrile;
  • idroperossido radicale;
  • anione superossido radicale.

La fonte di questi principi attivi sono lo strato esterno della stimolazione fagocitaria acido arachidonico scoppio con loro, così come l'ossidazione di piccole molecole.

I metaboliti dell'ossigeno aumenta la capacità delle cellule fagocitiche per distruggere agenti stranieri causa dell'ossidazione dei grassi, aminoacidi danni, acidi nucleici, carboidrati, aumentando la permeabilità vascolare. Come modulatori dei metaboliti possono aumentare l'infiammazione o effetto anti-infiammatorio. Essi sono di grande importanza per lo sviluppo di malattie croniche.

neuropeptidi

Questo gruppo comprende la calcitonina, neurochinina A, e la sostanza P. Questo è modulatori più noti di neuropeptidi. effetto sostanze azione si basa sui seguenti processi:

  • attrazione di neutrofili nell'infiammazione;
  • aumento della permeabilità vascolare;
  • Assistenza con altri gruppi esposti sui recettori sensibili dei neurotrasmettitori;
  • sensibilità valorizzazione dei neutrofili all'endotelio venoso;
  • partecipare alla formazione del dolore durante la risposta infiammatoria.

In aggiunta a quanto sopra, i mediatori attivi includono anche acetilcolina, adrenalina e noradrenalina. L'acetilcolina è coinvolta nella formazione di iperemia arteriosa, dilata i vasi sanguigni nelle patologie focolare.

Norepinefrina ed epinefrina agiscono come modulatori di infiammazione, inibendo la crescita del livello di permeabilità vascolare.

Lo sviluppo della risposta infiammatoria non è una violazione dall'organismo. Al contrario, è un'indicazione che il sistema immunitario per far fronte ai compiti.