317 Shares 4347 views

Epilessia (caduta della malattia): cause e trattamento

Nel mondo ci sono un gran numero di malattie, alcune delle quali sono state conosciute alla medicina per molti secoli, come una malattia in caduta o, come è chiamata dai medici, l'epilessia. Questa malattia è stata a lungo interessata dagli scienziati, stanno lavorando per creare una cura, ma finora i loro sforzi non sono stati incoronati con successo. Ma qual è questa malattia, chi è a rischio?


Epilessia: qual è questa malattia

L'epilessia della caduta è una forma cronica della malattia, che si manifesta sotto forma di convulsioni e convulsioni, ripetuti regolarmente e accompagnati da perdita di coscienza e cambiamenti di personalità. Questa patologia è un'occasione per dare alla persona una disabilità.

Questa malattia è nota da molto tempo, molti trattati medici di sacerdoti egiziani, guaritori tibetani, guaritori arabi potrebbero trovare registri che avevano osservato a lungo la condizione dei pazienti con sintomi di epilessia, ma non potevano curare tali pazienti. Secondo le statistiche, 5 persone sono ammalate per 1000 persone.

Cause della malattia

La malattia di caduta è una patologia molto controversa, soprattutto se si guarda le cause. Proprio se la malattia è ereditaria, è impossibile, ma in quasi la metà dei pazienti, dopo l'interrogatorio, i familiari con tali sintomi della malattia sono stati trovati nella famiglia.

Per provocare l'inizio della patologia ci sono altri motivi:

  • Trauma craniocerebrale;
  • Patologie causate da parassiti e virus, inclusa la meningite;
  • Fallimenti nella circolazione sanguigna del cervello e, di conseguenza, fame di ossigeno;
  • Un tumore del cervello.

Ahimè, ma finora è ancora impossibile specificare le cause di convulsioni in questo o quel paziente. Ogni persona che ha una simile diagnosi (malattia da caduta), i sintomi si manifestano in modi diversi. In un paziente, l'attacco può essere grave e ha bisogno di aiuto, mentre in altri può andare inosservato. Ma come riconoscere l'attacco, quali segni e sintomi dovrebbero fare il primo aiuto?

Segni di epilessia

È possibile determinare sequestri da diversi tipi:

  • Crisi epilettiche parziali o focali. Essi si manifestano in forma di guasti nelle funzioni sensoriali e motorie, e ciò conferma che l'attenzione della patologia è nel cervello. L'attacco inizia spesso con il rinvigorimento di una parte del corpo: le gambe, le mani o l'angolo della bocca, e in pochi secondi questa condizione può diffondersi in tutto il corpo e la persona perde la coscienza.
  • Connessioni parziali complesse. Cominciano anche all'improvviso, ma i pazienti perdono coscienza e contatti con il mondo esterno, non controllano se stessi e per lungo tempo vengono ai loro sensi senza realizzare immediatamente ciò che è successo loro. Possono avere allucinazioni, ansia, possono sognare qualcosa che non è realmente là. Ma non tutti i pazienti hanno sintomi molto pronunciati, l'attacco può avvenire in forma semplice e può essere notato da un discorso sporco o dalla deglutizione sbagliata.
  • Connessioni tonico-cloniche. Sono molto forti, influenzano la corteccia del cervello. La malattia che cade sotto questo tipo di attacco inizia con il fatto che una persona sembra congelare con una bocca aperta, con gli occhi e si presenta come un'immagine scolpita. Poi inizia la forte contrazione dei muscoli del respiro, le ganasce si contraggono bruscamente e la lingua si morde, il paziente non controlla la minzione. In questo modo appaiono crisi toniche, durano solo 20 secondi e poi vengono sostituiti da cloni, e crampi iniziano tutto il corpo. Ma durano solo un paio di minuti e poi il paziente cade in un sogno e, svegliandosi, non ricorda nulla, solo a volte una lingua nascosta può dire che c'è stato un attacco.
  • L'assenza è una piccola misura, che dura solo pochi secondi, non è immediatamente possibile determinarla, in quanto il paziente può notare il tumulto di solo alcune parti del corpo.

Sequidi si verificano in ogni paziente, ma ciò che esattamente saranno, non saranno previsti in anticipo.

Chi può affrontare l'epilessia?

È impossibile dire che l'epilessia si verifica nelle persone che portano uno stile di vita inesatto o non seguono la loro salute. Questa malattia si trova spesso in qualcuno che non si può nemmeno pensare, ad esempio, alla malattia da Hillary Clinton. Attacchi che aveva una forma diversa. Molti medici sono alla ricerca di una cura che li aiuterà a sbarazzarsi della patologia, ma solo leggermente ridotto il numero di convulsioni e la loro intensità.

Le persone con diversi livelli di vita e di età sono a rischio:

  • Pazienti in cui il cervello è affetto da varie infezioni o patologie vascolari;
  • Persone con sviluppo anomalo del cervello;
  • Se la famiglia avesse pazienti con questa diagnosi;
  • Pazienti le cui attività sono associate a frequenti traumi cerebrali;
  • Pazienti dopo 60 anni, perché hanno indebolito l'immunità e hanno problemi con i vasi del cervello;
  • I bambini sotto i 12 anni, perché spesso cadono, ferendo la testa, sono inclini a malattie infettive, come il morbillo o il pollo.

Epilessia nei bambini

Molto spesso i bambini dopo le malattie infettive o gravi lesioni spaventano i genitori con i loro attacchi. Se fossero singoli, non è ancora una diagnosi, ma quando sono stati osservati 3-4 attacchi con una certa periodicità, in questo caso è necessario suonare un allarme e urgentemente andare al medico per confermare la diagnosi (malattia caduta) o per confutarlo.

L'epilessia infantile è molto diversa da quella dell'adulto.

Nei neonati, le crisi toniche sono dovute al funzionamento predominante di alcune parti del cervello. Ma non emettere immediatamente l'allarme, perché sono molto facili da confondere con l'attività del motore.

Gli attacchi nei bambini di età inferiore ai 5 anni si manifestano in forma di involucro delle mani al petto, raddrizzamento delle gambe e inclinazione del corpo in avanti. È notato che le crisi si verificano più spesso la mattina dopo il risveglio e durano solo un paio di secondi. All'età di 6 anni, i crisi possono fermarsi o crescere in una forma più grave.

Nei 7-15 anni, spesso i bambini sviluppano crisi cloniche. Perdono la coscienza, sono tormentati da incubi, frequenti mal di testa, perdita di breve termine. Ma non è necessario effettuare una diagnosi da soli, bisogna sottoporsi a un controllo e determinare esattamente: una malattia in un bambino o un'altra malattia.

Diagnosi dell'epilessia

La diagnosi è fatta al paziente solo nel caso in cui siano stati osservati 3-4 attacchi, tranne per questo, è necessario escludere la presenza di altre patologie che possono causare tale condizione.

Più spesso, gli adolescenti e gli anziani sono affetti da epilessia. Persone di età media sono più piccole, ma hanno anche sequestri. Se si prende uno sguardo più vicino, sono spesso il risultato di colpi o lesioni alla testa.

Per fare una diagnosi accurata, si consiglia di sottoporsi ad un esame completo:

  • Ricerca di laboratorio;
  • MRI del cervello;
  • CT del cervello;
  • ECHO e altri tipi di diagnostica, che designano un medico.

Solo dopo aver superato tutti gli studi il medico può effettuare una diagnosi accurata e prescrivere farmaci che aiuteranno ad alleviare le crisi epilettiche e renderle meno frequenti.

Trattamento dell'epilessia

L'inizio del trattamento di un paziente con una diagnosi di "malati di caduta" inizia con l'assunzione di farmaci. Il trattamento è lungo, il primo corso può essere ritardato per due anni e dopo si dovrà prendere regolarmente il farmaco. Più spesso il trattamento complesso consiste nella ricezione di tali prodotti medici:

  • Anticonvulsivante – "Depakon", "Depaken" o "Depakot".
  • Barbiturati – "Fenobarbital", "Primidon", questi farmaci raccomandano ai pazienti con crisi tonico-cloniche, ma questi sono più spesso per i bambini – "Ethosuximide", "Methotidimide".
  • Clonazepam è raccomandato per crisi miocloniche e atoniche.
  • "Lamotrigina", "Gabapentin" – sono raccomandati per i bambini di età compresa tra i 2 anni e gli adulti come supplemento alla terapia principale con crisi parziali.
  • "Pregabalin" è un trattamento aggiuntivo per l'inizio di crisi parziali negli adulti con epilessia.
  • "Zonisamide" è raccomandato come parte della complessa terapia per adulti con crisi parziali.

Fondamentalmente, tutti i pazienti tollerano bene il trattamento e possono assumere gli stessi farmaci per circa 5-10 anni. Ma è possibile combinare la terapia con le ricette della medicina tradizionale.

Epilessia: trattamento con metodi folk

Ci sono molte ricette popolari, efficaci per i pazienti che sono diagnosticati con "malattia di caduta". Il trattamento con i rimedi popolari dovrebbe essere lungo, solo in questo caso si possono notare gravi modifiche. Ci sono molte ricette complesse per i brodi, dove ci sono diversi tipi di erbe, e ci sono semplici, ma non meno efficaci. Quindi, si raccomanda di applicare tali composizioni su base giornaliera, e le crisi epilettiche diventano rari e non intensive:

  • Prima di ogni pasto, bisogna bere 1 cucchiaio di succo di cipolla appena spremuto.
  • Tre volte al giorno bisogna bere una tintura di valeriana, i bambini il numero di gocce corrisponde all'età e l'adulto 30-40 gocce.
  • Ogni mattina su uno stomaco vuoto è necessario mangiare un kernel da un kernel di albicocca, la loro quantità dovrebbe corrispondere all'età del paziente. Il corso di ammissione è di tre mesi, dopo – il mese della pausa, e ripete il corso.

Ma a parte il trattamento con metodi popolari, molti ricorrono anche all'aiuto della chiesa. Se parli con il sacerdote, ti dirà che c'è una preghiera per una malattia di caduta, con epilessia è letto due volte al giorno. I credenti ritengono che solo Dio possa aiutarli a curare una tale malattia.

Parti per l'epilessia

La cospirazione da una malattia di caduta è anche spesso utilizzata nel trattamento delle persone, perché i parenti cercano di ricorrere a uno qualsiasi dei metodi per alleviare la sofferenza:

  • Dobbiamo prendere la briciola di pane, fare una palla e tirarla sopra il petto, le mani e i piedi di un paziente con epilessia, poi prendere questa palla all'intersezione e dire: "Santo è la bontà, prendi il pane e il sale e perdona il servitore di Dio".
  • Utilizzando anche la briciola di pane e rotolandola tutto il corpo del paziente, dire queste parole: "Io lancio, pronunciare e attraversare, invidiabile e gioiosa, con una testa violenta, con un volto rosato, ossa, cervello, fegato, polmoni, zelante Cuore, con le mani bianche, con le parole pungenti rapide. "

Nonostante non esista la medicina più efficace che possa affrontare l'epilessia, ma ci sono molti farmaci che consentono di alleviare la condizione del paziente, di migliorare la qualità della sua vita, di ridurre la frequenza di ricorrenza degli attacchi. Non auto-medicare e auto-diagnosticare. Solo un esperto ha il diritto di farlo.