631 Shares 1786 views

Sionisti – Chi è? Qual è l'essenza del sionismo?

Sionisti – Chi è? Ammettiamolo. Esso deriva la parola "Sionismo" dal nome del monte Sion. Era un simbolo di Israele e Gerusalemme. Il sionismo è un'ideologia che esprime il desiderio di patria storica, che è in esilio del popolo ebraico. Questo movimento politico sarà discusso in questo articolo.


Quando l'idea è nata, che era alla base del sionismo?

L'idea del ritorno a Sion è nato degli Ebrei nei tempi antichi, nei giorni in cui sono stati espulsi da Israele. La stessa pratica di ritorno non era nuovo. Circa 2.500 anni fa, diaspora babilonese del popolo ebraico nel loro paese. Sionismo moderno è emerso nel 19 ° secolo, per cui questa pratica non è inventato, ma è venuto solo su antica movimento e l'idea di una forma moderna organizzata.

La dichiarazione del 14 maggio 1948, relativa alla formazione dello Stato di Israele è l'essenza del movimento di interesse. Il documento afferma che il popolo ebraico è emerso in Israele.

La sua immagine politica, religiosa e spirituale si è formata qui. Il popolo, secondo la dichiarazione, viene forzatamente espulsi dalla loro patria.

Il collegamento tra il popolo ebraico e Israele

Continuiamo a considerare la domanda: "I sionisti – chi è" E 'impossibile capire gli interessi del nostro movimento, senza chiarire i legami storici esistenti tra Israele e il popolo ebraico. Sembrava quasi 4 mila. Anni fa, quando Abramo si stabilì a quello che oggi è Israele. Mosè nel 13 ° secolo aC. e. Ha guidato l'esodo degli ebrei dall'Egitto, e Giosuè prese diviso tra le 12 tribù di Israele paese. Nei secoli 10-11. AC. e., nell'era del Primo Tempio, è stato governato da sovrani, nello stato di Salomone, Davide e Saul. Israele nel 486 aC. e. fu catturato dai Babilonesi, che hanno distrutto il tempio e il popolo ebraico per la maggior parte è stata presa prigioniera. Sotto la guida di Neemia e Esdra nello stesso secolo, gli ebrei tornarono al loro paese e di ristabilire il Tempio. Inizia così l'era del Secondo Tempio. Si è conclusa con la conquista di Gerusalemme da parte dei Romani e di nuovo la distruzione del Tempio nel 70 dC.

rivolta ebraica

Dopo la cattura degli ebrei in Israele, molti ebrei vivevano. Hanno alzato a 132 la rivolta contro i Romani guidati da Bar Kochba. Per un breve periodo sono riusciti a formare ancora una volta uno Stato indipendente ebraico. E 'stato brutalmente represso la rivolta. Ucciso quando era, secondo gli storici, circa 50 mila. Ebrei. Tuttavia, dopo la rivolta fu schiacciata in Israele erano ancora centinaia di migliaia di ebrei.

Dopo il 4 ° secolo aC. e. Galilea di nuovo lanciato una grande rivolta contro il dominio romano è stato nuovamente estromesso la massa degli ebrei da Israele, sono stati requisite la loro terra. In campagna nel 7 ° secolo ci fu la loro comunità, che contava 1/4 milioni di persone. Di questi, decine di migliaia di assistiti Persiani che invasero Israele nel 614. Ciò si spiega con il fatto che gli ebrei avevano grandi speranze per questa nazione, dal momento che i Persiani loro hanno consentito nel 6 ° secolo aC. e. ritorno dall'esilio babilonese nel loro paese.

Nell'anno 638 dC. e., dopo la conquista araba musulmana, si stava sciogliendo minoranza popolazione ebraica locale. Ciò è avvenuto in parte a causa della islamizzazione forzata. Allo stesso tempo, a Gerusalemme per molto tempo c'è stata una abbastanza grande comunità ebraica. Catturato Gerusalemme nel 1099 i crociati massacrarono, le cui vittime erano entrambi musulmani ed ebrei. Tuttavia, quando forte calo numero di residenti in Israele, rappresentanti della popolazione indigena non è completamente scomparso.

flussi di immigrazione

singoli membri del gruppo o movimenti messianici nel corso della storia periodicamente restituiti o hanno cercato di entrare in Israele. Una volta che il flusso d'immigrazione in 17 ° e 19 ° secolo, vale a dire prima della comparsa del sionismo, porta al fatto che la comunità ebraica di Gerusalemme nel 1844, è diventata la più grande delle altre comunità religiose. Va notato, inoltre, che le ondate migratorie ebraica in tutti gli anni (dalla fine del 19 ° e per tutto il 20 ° secolo) è stata preceduta da una sporadica, di dimensioni più piccole e non sono flussi come organizzati. rimpatrio sionista è iniziato con la migrazione verso Israele palestinofilov, così come i membri del movimento Bilu. Questo è accaduto nel 1882-1903, rispettivamente. A seguito di questo, per tutto il 20 ° secolo sono state le nuove ondate di rimpatrio, che ha ospitato i sionisti. Chi sono, si capirà meglio quando ha sentito quello che era il concetto di base del sionismo.

Il concetto centrale del sionismo

Va notato che in questo movimento occupa un posto concetto centrale, secondo il quale Israele è una vera e propria patria storica del popolo ebraico. Sistemazione in altri stati – l'esilio. L'identificazione con l'espulsione della vita nella diaspora – il punto centrale del movimento del pensiero, l'essenza del sionismo. Quindi, questo movimento esprime il legame storico del popolo ebraico con Israele. Ma è molto dubbio che si sarebbe verificato senza il moderno antisemitismo e persecuzione in tempi moderni ebrei che hanno assimilato, se sono stati lasciati soli.

Sionismo e antisemitismo

Cioè, il sionismo può essere considerata come una reazione all'antisemitismo. Si può anche vedere come una sorta di movimento anti-coloniale, che si caratterizza sono stati oppressione e discriminazione, pogrom e umiliazioni, cioè posizione subordinata di qualcun altro del governo di minoranza.

E 'importante sottolineare a questo proposito che il sionismo – un movimento politico, che è una risposta al moderno antisemitismo. Tuttavia, dovrebbe essere presa in considerazione allo stesso tempo centinaia di anni di persecuzione degli ebrei. Questo fenomeno è stato osservato in Europa per un lungo periodo di tempo. Ancora e ancora, la diaspora europei sottoposti a uccisioni e persecuzioni, ragioni economiche, sociali religiosi, così come razziale e nazionalista. In Europa, gli ebrei nel loro cammino verso la Terra Santa (11-12 secolo) tagliare i crociati e uccisi in massa durante l'epidemia di peste nel 14 ° secolo sono stati accusati di avvelenare i pozzi, in epoca dell'Inquisizione sono stati bruciati sul rogo in Spagna (15 ° secolo), sono diventati vittime di massa strage dai cosacchi in Ucraina Khmelnitsky (17 ° secolo). come centinaia di migliaia di eserciti di Petliura e Denikin sono stati uccisi, scatenando il sionismo nella guerra civile russa. Immagine di seguito, dedicato a questi eventi.

Dopo la prima guerra mondiale, la situazione è diventata catastrofica. Poi l'assassino è venuto dalla Germania, dove gli ebrei hanno preso il più serio tentativo di assimilazione.

Queste persone espulse nel corso della storia da quasi tutti i paesi europei: Francia, Germania, Spagna, Portogallo, Inghilterra, Lituania e Russia. Tutti questi problemi si accumulano per secoli, e dal 19 ° secolo, gli ebrei hanno perso la speranza di un cambiamento nella sua vita.

Come diventare i leader sionisti di questo movimento?

La storia del sionismo dimostra che i leader del movimento sionista girato spesso dopo a confrontarsi con l'antisemitismo. E 'successo a Mosè Gesom che è stato sconvolto nel 1840, attacchi infamanti a vivere in ebrei di Damasco. E 'successo con Leonom Pinskerom, che dopo l'assassinio di Alessandro II (1881-1882) è stato colpito dalla catena di pogrom, e Theodor Herzl (immagine indicata sotto), che come giornalista a Parigi ha visto la campagna antisemita, lanciato nel 1896 in connessione con Dreyfus.

Gli obiettivi dei sionisti

Così, il movimento sionista suo scopo principale da considerare la decisione del "problema ebraico". I suoi sostenitori ha visto come un popolo inerme, il problema delle minoranze nazionali, che non ha la sua casa e l'ereditarietà è – persecuzioni e pogrom. Così, abbiamo risposto alla domanda: "I sionisti – chi è" Notiamo un modello interessante, di cui abbiamo già accennato.

La discriminazione e ondate di immigrazione

V'è una stretta connessione tra il sionismo e la persecuzione degli ebrei, nel senso che la maggior parte delle grandi ondate di immigrazione in Israele ha sempre seguito l'assassinio di discriminazione e nella diaspora. Ad esempio, la Prima Aliyah è stata preceduta da 80 anni dei pogrom del 19 ° secolo in Russia. La seconda è iniziata dopo una serie di pogrom in Bielorussia e Ucraina nei primi anni del 20 ° secolo. E il terzo era una risposta alle truppe uccisione degli ebrei Denikin e Petlyura nella guerra civile. Dal momento che il sionismo è emerso in Russia. Quarta Aliyah è venuto 20 anni dalla Polonia, seguita dalla adozione di una normativa contro l'imprenditorialità ebrei. In 30 anni, la Quinta Aliyah, che è venuto da Austria e Germania per sfuggire alla violenza nazista, e così via. D.

conclusione

Obiettivi e azioni dei sionisti, pertanto, perseguiti principalmente il compito di ripristinare la giustizia storica. Questo non è il razzismo, perché questa idea non postula la superiorità di un popolo su un altro, così come l'esistenza del popolo eletto, o "pura razza". Né può essere considerato come un movimento borghese del mondo Sionismo, in quanto ha partecipato a tutte le classi e strati della popolazione. La guida lui davvero erano principalmente persone con origini borghesi. Tuttavia, lo stesso si può dire per altri movimenti rivoluzionari, tra comunista e socialista. Il sionismo non è un'ideologia "insidiosa" che incoraggia gli ebrei di immigrare in Israele. Rimpatriato solo coloro che condividono la visione sionista del destino e la storia di questa nazione.