533 Shares 2961 views

Juan Carlos I: foto, biografia e dinastia

Juan Carlos I di Borbone – re di Spagna, che si è fatto un'epoca. Il suo regno è durato per quasi quarant'anni, durante i quali il paese è diventato una dittatura delle tenute estreme in uno stato democratico moderno. Non tutto è andato bene e costantemente, sulle spalle del giovane re-democratico sono stati gettati tutte le difficoltà, che è stato riempito con sfera politica e sociale del regno spagnolo.


La storia della dinastia

Juan Carlos I è un membro della dinastia regnante dei Borbone. Questa gara ha le sue radici in Francia, e il suo primo rappresentante in Spagna è stato Korol Filipp la V, la cui adesione alla schiena nel 1700. Asburgo, è il più potente, al momento, sul continente europeo temeva che il campionato andrà nelle mani dei Borboni, da ora controllare due grandi regni di Francia e Spagna. Dopo questo, la guerra di successione spagnola, durante la quale il re di Spagna non aveva permesso di rivendicare la corona di Francia, è stato dichiarato il legittimo sovrano della Spagna in esclusiva.

Dopo 100 anni della dinastia fu rovesciato da Napoleone, ma il loro potere è stato restaurato nel 1814. Negli anni 1871-1873 ha portato il trono della Casa di Savoia, ma dal 1874 fino al 1931. I Borboni erano ancora una volta "al timone". Dopo le elezioni, il potere è stato trasferito ai repubblicani di sinistra, e come risultato di diversi giorni di manifestazioni incessanti, Alfonso XIII lasciò il paese e andò in esilio in Italia. Borbonico era una conclusione scontata ripresa nel 1975, quando il trono occupato della Spagna ha assunto la nuova re Juan Carlos 1.

Infanzia e gioventù

Il futuro re è nato nella famiglia di un erede diretto al trono spagnolo, Don Juan Carlos, il conte di Barcellona 5 Gennaio 1938, quando la sua famiglia era in esilio. È interessante notare che è stato battezzato da E. Pacelli, che è diventato un anno più tardi il Papa con il nome di Pio XII.

Nel 1947, in Spagna c'è stato un referendum in cui il 95% degli elettori alle urne per la ripresa del dispositivo monarchica, ma allo stesso tempo, il generale Franco rimase reggente per la vita. il disegno di legge è stato redatto, che, come previsto, non è stato indicato dal nome del futuro re. Il fatto è che l'erede diretto di Alfonso XIII era suo figlio Juan de Borbon, che è stato uno strenuo oppositore del dittatore Franco, e persino partecipato a un complotto contro di lui senza successo. Pertanto, in questo ruolo, è stato eletto il suo 9-anno-vecchio figlio, Juan Carlos (il primo figlio maschio in famiglia).

educazione

L'anno successivo, il futuro erede al trono è stato invitato in Spagna, dove ha cominciato ad essere addestrati presso l'Accademia Militare di Saragozza. Prima di 1958, ha studiato presso la marina nautica della città, dopo di che ha continuato a prestare servizio nella Air Force della Spagna. Ha completato la sua formazione presso la prestigiosa Università Complutense, terminata solo nel 1961. acciaio profilato articoli scienze politiche, economia e diritto internazionale. Dopo di che, ha iniziato a dirigere l'attività politica e cominciò a partecipare alle attività ufficiali dello Stato.

la creazione di una famiglia

la vita di 24 anni di Juan Carlos I ha deciso di legare i legami familiari. La sua scelta è stata la principessa Sofia di Grecia in esilio, è la figlia maggiore di re Paolo I. Il matrimonio a testa 14 maggio 1962 nella capitale della Grecia coronata – Atene. Questa è stata seguita da una luna di miele, dopo il quale la coppia si stabilì nel palazzo di Zarzuela di Madrid, rimane la loro residenza nei nostri giorni. Un anno dopo hanno avuto una figlia, Elena, due anni dopo – la figlia di Cristina e Sofia nel 1968 ha dato alla luce suo figlio Filippo, il futuro erede al trono. Al momento l'ex re di Spagna, Juan Carlos e Sofia crescono 5 nipoti.

L'erede al trono di Spagna

Il generale Franco ha annunciato il suo successore Juan solo nel 1969, che ha suscitato grande indignazione del padre – il conte di Barcellona. Il dittatore non poteva lasciare la corona "chiunque", quindi questa scelta si avvicinò con cautela e vide Juan successore del business, soprattutto perché il prescelto con le loro azioni hanno dimostrato che era pronto a seguire il percorso di Franco. Ha svolto il ruolo di "bravo ragazzo" e lo studente anche preso il giuramento "Movimento Nazionale" e ha parlato a sostegno del regime di Franco.

Nell'estate del 1974, Franco ha nominato Juan Capo ad interim del paese. Nel novembre dell'anno successivo, dopo la morte del generale Franco, il parlamento ha annunciato la restaurazione della monarchia, il monarca è stato dichiarato Juan Carlos I di Borbone. Foto incoronazione del nuovo re, dopo più di trent'anni, era vuota al trono di Spagna per la maggior parte delle persone – la memoria dell'evento tanto atteso che ha seguito l'era del dittatore Franco.

La prima trasformazione democratica

Come si è scoperto, il nuovo monarca non ha voluto seguire il corso di Franco e immediatamente proceduto a una riforma radicale di tutto l'apparato statale. E 'stato nominato alla carica di primo ministro Adolfo Suarez politico esperto. Il compito principale era liscia e, soprattutto, legittima transizione verso la democrazia. Entro l'autunno del 1976, creata da "Legge sulla riforma politica" fu lui era destinato a diventare un potere di trasformazione del vecchio documento legislativo statale.

Nel 1977, tutte le restrizioni sulle attività dei partiti politici di opposizione sono state revocate. Nell'estate dello stesso anno, ha tenuto le sue prime elezioni parlamentari alternativi, e in autunno è stato caratterizzato da cambiamenti nella struttura territoriale del paese da un unitario ad un federale: sono stati creati autonoma Paesi Baschi e Catalogna. 1978 è stato caratterizzato dall'adozione di una nuova costituzione democratica, e nella primavera del 1979 si sono svolte le elezioni parlamentari anticipate in virtù della Costituzione.

trasformazione democratica, che si tiene Juan Carlos I, ha spinto il padre a venire a patti con la propria attività e di riconoscere il legittimo figlio del capo di stato. E nel 1978, conte di Barcellona riposato. La maggior parte delle dinastie regnanti europei, fino a quel momento non ha riconosciuto il re Juan Carlos, lo hanno riconosciuto come autorità legittima sul trono di Spagna, ma nel paese erano ancora forze che volevano riprendere la via del dittatore Franco, erano nazionalisti e militari.

"Dio salvi il Re!"

Il 6, il governo del paese, nel 1981, ci fu un tentativo di colpo di stato incruento. ufficiali radicali hanno fatto irruzione nella parlamento, il governo ha sequestrato i membri e deputati dall'obbligo di nominare alla carica di primo ministro "suo" generale. Tuttavia, il re non è silenzioso come ci si aspettava da lui, ha detto netta opposizione. I ribelli non erano pronti per questo e la mattina sono stati costretti ad arrendersi alle autorità.

Juan credibilità così notevolmente aumentato, anche tra i repubblicani di sinistra e di altri oppositori. E 'stato dopo gli eventi del 1981, il leader comunista S. Carrillo, prima di parlare al re solo con un sorriso beffardo sul volto, esclamò in un impeto di emozioni davanti alle telecamere: "Dio salvi il Re!".

Juan Carlos 1 ritiene che la missione della Spagna democratizzazione eseguita. Poi decise di ritirarsi da un intervento politico attivo negli affari dello stato, tanto più che nelle prossime elezioni parlamentari nel 1982 la maggioranza dei voti sono stati espressi a favore dei socialdemocratici. Da allora si è esibito la funzione di un capo nominale di Stato, incaricato di onore morale e il prestigio del santo patrono dello stato e la gente, e serviva anche come comandante supremo.

Gli scandali degli ultimi anni

Nel 2012, ha iniziato una serie di scandali che coinvolgono la famiglia reale. In questo momento, ci fu una persistente crisi economica in Spagna. Tuttavia, questo non ha impedito di intrattenimento. Juan Carlos I è andato al Botswana con lo scopo di elefanti caccia. Secondo i calcoli della società di statistica, è stato speso circa 44 milioni di euro. Questa informazione ha causato un brusco l'irritazione della popolazione, alcuni attivisti sono scesi per le strade di Madrid criticato i rifiuti estreme in periodi di congiuntura difficile.

Nello stesso anno ha iniziato l'indagine con l'accusa di appropriazione indebita e corruzione. Accusato di né più né meno, e lei Infanta Cristina e suo marito, Iñaki Urdangarin VI. accuse formali sono state portate contro di esso solo nel 2014. Dopo questo scandalo, il re fu costretto a pubblicare una dichiarazione di ricevute. Secondo lei, nel 2011, il reddito annuo del monarca era di circa 293 milioni di euro, il 40% dei quali è stata dedicata al bilancio dello Stato, sotto forma di imposte.

morte

Gli ultimi anni del suo regno, non è più un giovane Juan Carlos 1 (la dinastia borbonica in cui rivivere ed ha guadagnato una tonalità democratica) si sono lamentati per la sua salute. La conseguenza di questo è stata la sua rinuncia volontaria. 18 GIUGNO 2014 era l'ultimo giorno, quando il re della monarchia spagnola era H. Carlos. Le autorità vogliono assegnare il titolo di conte di Barcellona, ma il rappresentante dei Borboni deciso che dopo il ritiro non voleva avere tutti i titoli ed è solo Juan Carlos, senza la "Maestà" o "HH". Il giorno successivo, 19 giugno, 2014 in Spagna, è entrato in loro diritti legali il nuovo re, il figlio di Juan Carlos – Felipe.

Come evidenziato dai testimoni e la fotocamera durante l'abdicazione del volto del re brillava di felicità. Juan Carlos I sapeva perfettamente che ha fatto per il suo paese natale molto: ha riformato il sistema di governo da una dittatura militare a una democrazia, in termini economici, la Spagna si è trasformata da un agraria ad un high-tech sviluppo della civiltà europea. Camminava la strada del bene e la democrazia, ma non ha paura di giocare duro, quando si è reso necessario nel 1981. Egli riuscì a conciliare ardenti nemici – comunisti e Franco. E dopo 39 anni di servizio a beneficio della patria era andato in vacanza, senza debiti verso la patria.