195 Shares 9206 views

Pensiero e di parola


Pensare come un processo mentale a causa di sociale, associata con il discorso, sta trovando e l'apertura di nuovi. Pensiero e linguaggio legati gli uni agli altri e praticamente non esiste l'uno senza l'altro.

Pensare è un processo attivo che coinvolge l'elaborazione, la ristrutturazione, il cambiamento delle informazioni. Il ruolo principale nel processo del pensiero è data attività analitica-sintetico, che è l'unità dialettica delle due operazioni mentali: una divisione mentale di tutto in parti (analisi) e la loro connessione alla nuova connessione (sintesi).

Confronto – un'altra importante operazione mentale. Un confronto di oggetti e fenomeni della realtà, abbiamo prima dividerli nelle loro componenti, evidenziando caratteristiche e proprietà individuali, e quindi confrontato con l'altro. La seguente operazione del processo di pensiero – astrazione e generalizzazione. Il primo (astrazione) – una funzione di distrazione mentale logica dal poco importante per determinare significativo tratto di qualità o di proprietà. Il secondo (generalizzazione) – un'operazione di pensiero, che consiste nel determinare le proprietà più generali degli oggetti studiati. Sulla base di generalizzazione, confronto e astrazione, così come l'analisi e sintesi concetto formata.

Concetto – è una forma di pensiero, che esprime i comuni e grandi, qualità significative di oggetti. Nel processo di concetti conoscenza scientifica sono molto importanti. Il concetto è definito dalle parole, che sottolinea ancora una volta quanto stanno pensando e discorso. Lingua svolge il ruolo mediata nel processo del pensiero. La lingua è un sistema di segni, che è dotato di certi valori e significati. Pensare e parlare sono interconnessi e questo è uno dei più essenziale dell'uomo, a differenza degli animali. Il pensiero non scompare perché è formata e fissata nella parola, scritta o lingua parlata.

Relazione tra pensiero e discorso mostra chiaramente l'essenza sociale e storico del pensiero. La conoscenza e le realizzazioni della cultura si trasmettono di generazione in generazione solo perché possibile fissarli in una parola.

Gli scienziati hanno scoperto che pensare in fase di sviluppo passa preconcettuale e concettuale. pensiero preconcettuale è diviso in pensiero visivo-attivo e di forma visiva. Il primo tipo di pensiero si basa su una vera e propria azione fisica del soggetto. Questo tipo domina nei bambini fino a due o tre anni. Se si dispone di un altro – visivo-figurativa – una persona lavora non solo con gli oggetti, ma anche con le loro immagini, introducendo l'argomento e tutto ciò che ad essa connessi.

Ma la vista principale – astratto, concettuale, pensiero verbale e logico, che si sviluppa sulla base del linguaggio significa che dimostra ancora una volta il rapporto tra pensiero e di parola. Nei bambini, comincia a formarsi circa 7 anni, che è associato con la scuola. Pensare e parlare, in via di sviluppo, hanno un'influenza reciproca gli uni sugli altri. La base del concettuale, il pensiero astratto è un concetto che riflette le proprietà generali, grandi ed importanti di oggetti.

Classificazione del pensiero può e per altri motivi. Ad esempio, il grado di partecipazione della mente conscia o inconscia del regolamento può essere diviso pensiero sulla logica e intuitiva. Logico, costruito su strutture concettuali appena formalizzate coscienti e intuitiva basata sulle idee e le immagini inconsce.

In una situazione in cui lo standard, i metodi convenzionali per la risoluzione di problemi di lavoro non è più in azione arriva produttivo pensiero, creativo che dà nuove idee e soluzioni. Questa novità può essere oggettiva (scoperta o invenzione) o soggettivo, se una persona è nel processo del pensiero scopre qualcosa che è già aperto prima di lui, ma lui non era conosciuto.