753 Shares 4875 views

Le api himalayane: il miele allucinogeno e la sua preda

Il mondo è pieno di miracoli, la maggior parte di cui molte persone non hanno sentito e non lo conoscono. Uno di questi fenomeni può essere tranquillamente riferito alle api himalayane insieme all'antica professione del Nepal di montagna, chiamato "cacciatori per il miele". I viaggiatori rari salgono così in alto nelle montagne e comunicano con i locali. Ancora pochi europei che sono riusciti a osservare la "caccia", sperimentano un entusiasmo e un rispetto inimmaginabili, e poi parlano di ciò che vedevano.


Api himalayane: dimensioni e varietà

Nelle montagne ci sono diverse specie di questi insetti. È degno di nota che essi sono divisi territorialmente. Ogni specie ha occupato la propria area e non viene rimosso molto oltre i suoi limiti. Particolarmente interessanti sono le api himalayane nane, Apis florea. Oltre un chilometro sopra il livello del mare, non volano, la casa è costruita da un a nido d'ape, che copre l'intero ramo. "Rendimento" hanno un basso, ad un chilogrammo di miele all'anno, ma sono eccellenti impollinatori.

Le api himalayane come Apis Cerana non sono anche troppo miele – cinque chili di miele dalla famiglia. Ma hanno molti vantaggi: sono molto tranquilli (i ponti di alveari possono essere collocati proprio nelle nicchie delle pareti delle case degli appartamenti), non sono soggette a zecche e sono ben protette dagli attacchi di corno. Le dimensioni hanno il solito e in Nepal sono considerate le più promettenti per il bortnichestvo.

La specie successiva è Apis dorsata. Queste api himalayane sono molto grandi, a causa di ciò che locale a volte li chiama regina api. Anche gli orticaria sono costruiti anche da loro, un centesimo; In ognuno può coesistere fino a centinaia di famiglie, e il nido di peso a volte raggiunge due decine di chilogrammi. Spesso sotto un alveare sono oggetti artificiali – torri, ponti o edifici.

Laboriosa: una descrizione

Tuttavia, le api himalayane sono le più attraenti sia dal punto di vista della miele e delle caratteristiche biologiche. Questi sono i più grandi insetti di questo genere, di lunghezza il loro corpo raggiunge i tre centimetri. La colorazione in laboryoza non è troppo caratteristica per un'ape: l'insetto è piuttosto nero, con strisce bianche sui segmenti addominali. Questa specie di api si insedira solo nelle valli himalayane, occupando territori dal Mekong orientale alle regioni settentrionali del Nepal, India e Bhutan.

L'ape più grande e le sue caratteristiche comportamentali

La vita laboriozy ha un programma rigoroso. In primavera, le api salgono molto alte in montagna, raggiungendo un segno di 4 mila metri. Loro equipaggiano un enorme nido, a volte raggiungendo un metro di lunghezza e larghezza. Qui si scioglie e raccoglie un prodotto prezioso e il miele delle api himalayane di questa varietà è "conservato" solo in un angolo della loro casa. Si alza fino a 60 chilogrammi dall'alveare. Alla fine dell'estate, le api riducono la loro attività e scendono fino alle valli, ad un'altezza di un chilometro a un metro e mezzo sul livello del mare. Qui stanno hibernando, formando interi grappoli vivi, ma non costruendo alveoli e riducendo al minimo l'attività.

"Mi dispiace"

Cosa è famoso per le più grandi api himalayane – miele allucinogeno. Non puoi comprarlo nel supermercato più vicino, ed è molto costoso. Le proprietà particolari del prodotto sono spiegate dal fatto che solo il laboriosy alta montagna ha la possibilità di raccogliere il nettare dai fiori del rododendro. Una varietà di varietà di questa pianta durante la fioritura rilascia andromedotoxina. In grandi quantità, è tossico per gli esseri umani.

Il miele, raccolto dai rododendri, ottiene proprietà molto forti. È considerato un farmaco ricreativo e il più forte allucinogeno. Tuttavia, allo stesso tempo, possiede anche delle qualità curative che aiutano con successo nella lotta contro il diabete, l'ipertensione e altre gravi malattie. Naturalmente, puoi prendere "miele pazzo" solo in dosi molto piccole. L'eccedenza può portare alla morte.

In piccole quantità, il miele dà intossicazione, un senso di rilassamento, vertigini e elevazione leggera.

I rododendroni non fioriscono per tutto l'anno, e il miele allucinogeno delle api himalayane ottiene le sue proprietà solo alla vendemmia primaverile. Il miele, raccolto alla fine dell'estate, è gustoso e utile, ma non porta la follia con se stessa.

Caccia al miele

Nelle montagne del Nepal c'è una nazione chiamata gurung. La principale professione degli uomini di questa tribù è la caccia di miele selvaggio. Tutti sono magnifici scalatori, e per guru non è uno sport ma una necessità vitale.

I bambini sono coinvolti nella caccia da una prima età. In un primo momento raccolgono solo erbe profumate e ortiche sul modo in cui le api himalayane hanno incollato i loro favi. Diventando un po 'più vecchi, i ragazzi insieme a donne prendono nidi che sono caduti dalle rocce e persi dagli uomini.

Per andare è necessario per dieci chilometri. Cacciatori con miele portano i cestini di bambù per preda; In un tale contenitore può essere collocato circa due centesimi di miele. Inoltre, le attrezzature professionali comprendono scale a chilometraggio e assicurazione auto-fatta, nonché reti per proteggere il volto dalle punture di api arrabbiati.

Gli incendi di fumo si stanno diffondendo al piano di sotto. Quando l'intensità degli attacchi di api cade, il cacciatore sale ad un'altezza enorme. Seduto su una scala di bambù, con una mano il gurung tiene il cesto e l'altro taglia i pettini. Settori raccolti e vuoti – i cacciatori nell'economia hanno bisogno di una cera, e per la vendita viene preso volontariamente.

Tradizioni sbiadite

Il modo unico di vita gurungov lentamente muore. L'api-laboriozy diminuisce di anno in anno in numero: il cambiamento climatico e lo sterminio delle piantagioni ad alta quota di rododendri influenzano. La popolarità della caccia al miele e della casa-allevamento sponsorizzata dal governo di api hanno compromesso gravemente. Sempre più giovani sono interessati a una professione così pericolosa. Sì, e le proprietà medicinali del "miele pazzo" così interessato alle aziende farmaceutiche che i diritti di "raccolto" sono trasferiti agli appaltatori. Non perdete le vostre compagnie di viaggio che organizzano una "caccia al miele" per dilettanti, che conduce all'esaurimento e alla distruzione delle colonie degli api. Secondo le previsioni, un altro decennio è un massimo – e nel mondo non ci saranno gigantesche api di miele, né "miele rosso", né cacciatori dietro.