513 Shares 9970 views

Classificazione degli edifici: normative

Assolutamente tutti gli oggetti che si trovano solo nel progetto sono già in costruzione o in fase di costruzione, può essere diviso in due tipi, strutture ed edifici. Edifici chiamati struttura del terreno, che ospita camere per formazione, divertimento, lavoro, e così via. Da parte delle strutture sono classificati strutture tecniche: ponti, tubi, condutture, dighe e altri. Classificazione degli edifici, strutture, locali ha un sacco di sfumature.


edifici industriali

A sua volta, l'edificio è diviso in due gruppi chiave – civili ed industriali. Per settore comprendono:

  • fabbricazione;
  • bestiame;
  • energia;
  • di deposito;
  • utility.

Gli immobili civili sono divisi in due gruppi – residenziale e pubblica.

edifici residenziali

Non è difficile indovinare che qui sono classificati locali idonei per l'abitazione umana, vale a dire:

  • condomini;
  • dormitori;
  • alberghi;
  • di imbarco;
  • case di cura.

edifici sociali

  • strutture di formazione;
  • edifici per uffici;
  • strutture e luoghi di riabilitazione medica;
  • strutture per attività sportive;
  • club, ristoranti e così via;
  • aree commerciali, servizi di catering e dei consumatori pubblici;
  • trasporti;
  • alloggi e servizi comunali;
  • edifici multifunzionali e complessi.

V'è una classificazione di edifici e strutture. Le caratteristiche strutturali richieste vengono raggiunti con l'ausilio di indicatori tecnici, il loro uso è regolato da norme edilizie (SNIP). Questo documento utilizza una varietà di classificazione degli edifici per tipo. Ulteriori tasto di revisione.

classificazione delle specie

1. Il numero di piani. Quando si sta creando una serie di piani sono: antenna, tecnica, sottotetto, terra (con la clausola che la struttura superiore è posizionato sopra il marchio di pianificazione terra di mezzo non inferiore a 2 metri).

  • un piccolo numero di piani – l'altezza degli edifici fino a 2 piani;
  • numero medio di piani – da 3 a 5 piani;
  • aumento del numero di piani – 6 a 9 piani;
  • multipiano – da 10 a 25 piani;
  • Grattacieli – da 26 piani sopra.

2. Al materiale di cui sono fatte le pareti:

  • Stone (mattoni o pietra naturale);
  • calcestruzzo (pietra artificiale, blocchi di cemento);
  • calcestruzzo;
  • metallo;
  • albero.

3. Classificazione degli edifici secondo il metodo di costruzione:

  • di piccole dimensioni componenti (questi elementi costruttivi di edifici, che sono spostati in cantiere con piccole attrezzature o manualmente);
  • di grandi dimensioni componenti (per l'installazione di questi elementi con enormi gru e macchine);
  • Monolitico (anticipo fatto miscela di calcestruzzo collocato nello stampo direttamente sul cantiere, dove si trova la sua solidificazione).

4. Durata:

  • I – il periodo di funzionamento per oltre 100 anni;
  • II – da 50 a 100 anni;
  • III – da 50 a 20 anni;
  • IV – fino a 20 anni (edifici temporanei).

5. sul capitale:

  • 1 ° classe – la struttura, in grado di soddisfare le crescenti richieste. I principali edifici della città con un periodo di presunta di funzionamento più di 70 anni (stazioni, musei, teatri, centri culturali). Questo può anche includere gli edifici unici di importanza nazionale con una durata di più di 100 anni (Cattedrale di Cristo Salvatore, Cremlino Palazzo dei Congressi , e così via. D.).
  • Grado 2 – struttura, in grado di soddisfare i requisiti medi. Massiccia costruzione, che è la base di sviluppo della città, con un periodo presuntiva di funzionamento non inferiore a 50 anni (uffici, hotel, a più piani edifici residenziali).
  • Terza classe – la struttura in grado di soddisfare le esigenze di medie dimensioni e ridotti (edifici leggeri con il funzionamento di capitale inferiore periodo presuntiva di 25 a 50 anni).
  • 4 ° grado – l'edificio con i requisiti minimi.

A seconda dei materiali da costruzione e la costruzione di classe prescelta. Per le installazioni di fascia alta di forti e prova di tempo lastre refrattari e materiali che sono in grado di fornire l'uso funzionale ea lungo termine senza manutenzione frequente.

Classificazione degli edifici e strutture per pericolo di incendio

Tutti gli edifici in pericolo di incendio sono divisi in classi. La divisione dipende dal tipo di applicazione della costruzione e di come la sicurezza dei cittadini in caso di incendio è in pericolo. Prende in considerazione l'età, condizione fisiologica, la probabilità di essere in uno stato di sonno, il tipo di struttura funzionale di base e la sua forza.

Classificazione degli edifici e strutture:

  • F1 – la struttura definita per il soggiorno temporaneo dei cittadini (studi, lavoro, alberghi, ristorazione, ecc) così come per la residenza permanente.
  • F2 – spazio per le attività culturali.
  • F3 – costruzione di affari sui servizi dei cittadini (negozi, ristorazione, stazioni ferroviarie, ospedali, uffici postali, banche, ecc).
  • F4 – locali destinati per la ricerca scientifica, le istituzioni educative, controllo degli edifici, dei vigili del fuoco.
  • F5 – i locali e le strutture di destinazione industriale o magazzino, archivi. Produzione e magazzino servizi, tra cui laboratori e officine negli edifici delle classi F1, F2, F3 e F4, F5 sono classificate alla classe.

Molto importante classificazione di edifici e strutture. Disposizioni di base di sicurezza antincendio si applicano ai requisiti normativi per l'evacuazione in caso di incendio.

Classificazione degli edifici e delle strutture per la resistenza al fuoco

La qualità di costruzione è causato dalla sovrapposizione della loro resistenza al fuoco, con la quale si intende il tempo dopo il quale in caso di incendio si trova uno dei tre indicatori:

  • obvalivanie sovrapporsi;
  • comparsa nel soffitto attraverso fessure o fori (gas di combustione entrano nelle camere adiacenti) ;
  • riscaldamento della lastra a temperature che provocano autocombustione di materiali in camere adiacenti (140-220S).

La capacità di piani di costruzione è caratterizzata da resistenza al fuoco. Tipi di resistenza al fuoco degli edifici:

  • I – con strutture in pietra (a prova di fuoco).
  • II – con strutture in pietra (non infiammabile e non infiammabile).
  • III – con strutture in pietra (non infiammabili, non infiammabili e infiammabili).
  • IV – intonacata con il legno.
  • V – con il legno intonacato.

bordo fuoco:

  • mattoni in ceramica – 5 h;
  • silicato di mattoni – 5 h;
  • lastra di cemento – 4 ore (splitting si verifica a causa della presenza nella composizione dell'acqua da 8%);
  • legno con un intonaco – 1 h 15 min;
  • struttura in ferro – 20 minuti (1100-1200S – metallo diventa duttile);
  • la porta d'ingresso è sottoposto a trattamento fiamma ritardante – 1 ora.

calcestruzzo poroso, mattoni forati hanno una elevata resistenza al fuoco. Soglia minima resistenza al fuoco ha esposto l'installazione in metallo, e massima – cemento armato.