571 Shares 7023 views

Volkovskoye Cimitero – Storia e presente

Storia Volkov cimitero risale al 1756. Poi, su suggerimento dell'imperatrice Elisabetta, in vigore dal 1710, il cimitero della città presso la chiesa di Ioanna Predtechi, situato in Yamskaya Sloboda, chiuso. Invece, è stato il decreto del Senato ha creato Volkovskoye cimitero.


Nuove necropoli prende immediatamente il suo nome. Secondo la leggenda, in modo che alla fine chiama la gente del posto, che sosteneva che questo luogo si aggira per molti lupi. Alcuni narratori non hanno esitato ad inventare storie su cadaveri mangiati che i parenti avidi o poveri lasciati insepolti. E una situazione del genere, francamente, nel 18-19 secolo non era un evento così raro.

Nonostante il fatto che Volkovskoye cimitero fin dall'inizio della sua esistenza, si è ritenuto molto povera, sepolto nel suo territorio sempre più persone. Posto per seppellire ha dato poco o nulla. C'era tombe di ordine. E le istituzioni pubbliche e privati seppellivano i loro morti in cui la briga di scavare una fossa, senza avvisare le autorità del cimitero.

E, a sua volta, a dispetto di negligenza in termini di controllo del funzionamento della necropoli, grande importanza è stata allegata alla costruzione di chiese sul suo territorio. Volkovskoye cimitero nella sua storia ha avuto un paio di templi in legno e poi in pietra. Uno dei primi, che, purtroppo, non è sopravvissuto fino ai giorni nostri – Chiesa della Resurrezione. Odnoprestolny tempio di legno con fondamenta in pietra fu posta nel 1756 in contemporanea con la scoperta della necropoli. Volkovskoye cimitero si stava diffondendo, senza alti e bassi, fino alla rivoluzione scoppiata in Russia. E 'cambiato radicalmente l'aspetto del luogo di sepoltura principale di San Pietroburgo. Nei 20-30s nel suo territorio demolito e chiuso chiese, rovinato e distrutto le tombe dei famosi monumenti di nobili, che da quel momento il cimitero è stato sepolto già molto. Il cosiddetto "piano quinquennale di empietà", che ha avuto inizio nel 1932, ha distrutto tutti i Santi e la Chiesa dell'Assunzione della necropoli, e nel 1935 i locali della Chiesa Santissimo Salvatore identificato come un magazzino. Quando l'Unione Sovietica cimitero è molto perso nel loro territorio, numerosi monumenti e lapidi persi per sempre.

Ufficialmente, non ci sono sepolti dal 1933, e la necropoli ha uno stato del museo. Tuttavia, in deroga al vecchio cimitero di San Pietroburgo oggi per seppellire famosi persone o quei locali che hanno un "segno" positivo nella storia della città. Un tempo Volkovskoye cimitero (San Pietroburgo) è diventato il luogo di riposo di Belinskij, Dobroljubov, Turgenev, Saltykov-Shchedrin, Mendeleev, Pavlov e molti altri intellettuali, la scienza e la medicina.

Tra l'altro, in Russia c'è un altro cimitero con lo stesso nome. Volkovskoye Cemetery (Mytischi) si trova a una trentina di chilometri dalla capitale. Non è vecchio come St. Pete. E 'stato aperto negli anni 30 del secolo scorso, e ancora è considerato attivo.