837 Shares 9710 views

Janus – chi è questo?


Janus – è uno dei tanti dei, la leggenda di cui siamo obbligati a mitologia romana. In particolare, questo personaggio leggendario nel suo tempo era quasi il primo re nel Lazio (presumibilmente, è la casa ancestrale del cuore d'Italia moderna e la stessa Roma). In quei giorni, questo dio viveva nel palazzo, situato sul colle Gianicolo, che sulla costa destra del Tevere. Quindi Janus e corse sotto di lui paese. Il regolamento, tuttavia, non è per lungo – ben presto sostituito da un re molto più attivo e potente – Giove, che è stato identificato con Zeus, il dio più importante degli antichi greci.

Perché Giano – bifronte dio? Si ritiene che i suoi divini "colleghi" Saturno re di Lazio ha ricevuto in dono un talento speciale, che è quella, al fine di vedere chiaramente tutto il passato e il futuro. Proprio a causa di questo Janus su tutte le immagini rappresentate con due facce – giovani e meno giovani, che si trasformano in direzioni opposte (in futuro e, di conseguenza, in passato).

Per inciso, il nome stesso "Janus" non è casuale. Questa parola, se è tradotta dal latino ( «Janya»), significa "porta". Nel corso del tempo, questa "porta" non era l'unica caratteristica significativa che separa ieri da domani, ma in generale un simbolo di tutta la fine e l'inizio. E poi in qualche modo si è portato a credere che il Giano bifronte, e combina queste due categorie, come "cattivo" e "buono", come si suol dire, una bottiglia.

Oltre ai due partiti di Giano a tempi antichi rappresentati anche con le chiavi, perché è stato anche chiamato "blocco" e "sblocco" un dio. Il fatto che egli frequentato tutte le imprese militari e avevano il loro tempio, la cui porta in tempo di pace sono state chiuse stretto e aperto; solo durante le operazioni militari. E durante i lunghi secoli dell'Impero Romano, i cancelli erano chiusi, ahimè, solo tre volte. Potete immaginare che un clima di tensione al momento è stato.

contributo pratico allo sviluppo degli antichi romani Janus anche fatto significativo. Oltre alle sue abilità "paranormali" di chiaroveggenza Dio ha insegnato al popolo un caso del genere, come la costruzione navale, la coltivazione dei terreni, verdure in crescita, così come le basi di calcolo. E 'per quest'ultimo scopo, sulla sua mano destra è stato raffigurato il numero romano "CCC", vale a dire 300, a sinistra lo stesso – «LXV», vale a dire 65.

I romani anche dedicato al suo giorno speciale preferito e principale – una vacanza di agonia, che è stata celebrata il nono di gennaio. Tra l'altro, alcune persone probabilmente sanno, ma è un Giano bifronte ha dato il nome del primo mese dell'anno – Gennaro o gennaio sulla nostra strada.

In linea di principio, il bifronte dio romano di eventuali prodezze speciali per il suo regno e non ha commesso. Non era bello, possedeva un potere illimitato e il potere speciale. Tuttavia, secondo la leggenda, fu in grado di "gestire" i fenomeni naturali. Quindi, prima che ci fosse il culto di Giove, Giano era impegnato in che la mattina ha aperto le porte del cielo, lasciando che il sole nel cielo, e la sera li bloccato la luce si affievolisce e la notte è caduto. I romani credevano che il Giano bifronte è il dio di tutti gli inizi, quindi prima di iniziare qualcosa da fare, la gente lo chiama per chiedere aiuto e ha chiesto per la protezione.

E non molto tempo fa, gli scienziati hanno ipotizzato che Janus aveva non due, ma tre facce, personificato come il passato e il futuro e il presente. Proprio a causa del fatto che quest'ultima categoria è considerato come una linea temporanea di breve durata invisibile tra gli altri due, la terza persona del Dio invisibile.

Giano bifronte: idioma

Oggi, quasi nessuno avrebbe pensato del dio Giano, e tutti i suoi meriti, se non per il nostro articolo. Nel linguaggio quotidiano di oggi, infatti, c'è una tale linguaggio, che è il motivo per cui si è ritenuto di applicare al insincera, ipocrita, che è persona bifronte. E anche se il Giano bifronte non ha fatto a suo tempo alcuni talenti eccezionali, suppongo che sarebbe stato molto offeso da questo confronto poco lusinghiero.