752 Shares 5437 views

La prima guerra cecena

Il 1994 è stato caratterizzato da un evento come la prima guerra cecena. Il bilancio scosceso raggiunto all'inizio degli anni '90 fu violato nel 1993, a Grozny ea Mosca in quel momento i poteri dei parlamenti sono stati fortemente ridotti, rafforzando il potere presidenziale. Di conseguenza, la Cecenia si è divisa in clan per geografia. È stata formata una coalizione anti-Duda, sotto il cui controllo si trovavano le regioni settentrionali. A Mosca, gli stessi eventi hanno portato alla presa della Casa Bianca.


La situazione economica era sfavorevole per Mosca. Poi nasce l'idea che la prima guerra cecena potrebbe essere un buon incentivo allo sviluppo. Allo stesso tempo, i rapporti tra la Russia e la Cecenia furono aggravati dal problema del transito dell'olio casco. Il gasdotto doveva essere condotto nel territorio della Cecenia, ed era estremamente importante per Mosca che prenderà la direzione.

Nel dicembre 93 viene creato il Consiglio provvisorio della Cecenia, guidato da Avtukhranov. L'iniziativa per la sua creazione è venuta da Mosca e nei media è stata presentata come una vera alternativa al regime di Dudayev. La preparazione alle operazioni militari ha avuto inizio nel mese di aprile 94. La prima guerra cecena stava per iniziare.

A quel tempo, si sono verificati diversi sequestri di autobus con ostaggi. I terroristi hanno chiesto soldi, armi e un elicottero. I banditi sono andati in Cecenia, dove sono stati catturati con successo dalle agenzie russe . Più tardi, la direzione cecena sarà accusata di organizzare intenzionalmente attacchi terroristici.

Nell'estate del 94, l'opposizione anti-Dudaev è diventata più attiva, tra cui anche le dispute. In agosto, il capo del Consiglio provvisorio Avturkhanov chiederà a Yeltsin di riconoscere questo corpo come unico legittimo e di sostenerlo. Una guerra civile scoppiò in Cecenia . Ma le forze opposte erano uguali. Nessuna delle due parti potrebbero prevalere. Così è iniziata la prima guerra cecena, i cui motivi si trovano nel campo dei benefici politici ed economici.

Poi il governo russo ha fornito 40 carri armati per la tempesta di Grozny. Il risultato di questa operazione è stato deplorevole: la fanteria delle forze locali è stata attaccata ed è stata sconfitta, ei serbatoi hanno raggiunto il centro di Grozny, dove sono stati girati da lanciagranate. Di conseguenza, sono stati catturati 50 russi russi, raccontando ai servizi di sicurezza russi circa l'operazione. Inoltre, un sacco di attrezzature militari è stato perso, che è stato catturato dal governo esercito ceceno.

I tankmen catturati sono stati più tardi restituiti durante i negoziati. La Russia ha avuto l'opportunità e gli altri disaccordi di risolvere in modo pacifico, ma la scommessa è stata resa forzata. Nel dicembre 94 le truppe russe hanno cominciato ad entrare in Cecenia. La prima guerra cecena era inaspettata per i soldati russi, non erano pronti ad usare armi contro i residenti locali. Ma hanno incontrato ovunque la resistenza. Il gruppo orientale è stato fermato dai ceceni-Akkins, in Ingusnia hanno fermato il gruppo occidentale. Effetti reali di combattimenti iniziati quando le truppe dovevano attraversare gli insediamenti attraverso la forza.

Senza gravi problemi, le fazioni di Mosdzk e Kizlyar hanno combattuto. Non hanno interferito con l'aviazione distrutta, il paesaggio favorito, la popolazione era pro-russa. Mentre ci avvicinavamo a Grozny, il gruppo mozambicano si trovava di fronte alla resistenza e rimase bloccato per una settimana per combattere gli insediamenti.

I raggruppamenti circondavano Grozny e il 26 dicembre la direzione ordinò la storming della città. Allo stesso tempo, la direzione militare non ha tenuto conto della lezione con i tankmen e lo scenario dell'evento è stato ripetuto praticamente. Sono stati utilizzati solo più volte veicoli blindati. I ceceni si sono preparati per questo turno. I veicoli corazzati rimasero ancora senza coperchio e furono sparati da un fuoco di lanciagranate. Il gruppo occidentale è stato arrestato, il gruppo orientale è riuscito a ritirarsi. Le perdite terribili hanno portato il raggruppamento settentrionale della prima guerra cecena. Le perdite furono 85 uccise e 72 mancanti.

Il gruppo nord-est era circondato e bloccato, ma l'ordine di ritiro non era stato dato. Allora un gruppo generale "Nord" è stato formato, guidato da Rokhlin, e "West" sotto il comando di Babichev. Entrambi i gruppi hanno preso la direzione del palazzo presidenziale. Ma il cambiamento delle tattiche non ha avuto molto effetto. Le battaglie lungo le strade cominciarono. I Cecchini hanno tenuto Grozny, avendo rinforzi dal sud. Il palazzo presidenziale non è stato preso fino a tre settimane dopo.

Gradualmente, la preponderanza era sul lato russo. Il nuovo gruppo ha bloccato la città dal sud, per cui i ceceni hanno cominciato a ritirarsi. Ma la città non era ancora sotto il pieno controllo delle forze federali. Pochi giorni dopo, fu annunciata una tregua di lunga settimana.

La prima guerra cecena, le ragioni per cui non erano così evidenti, come rappresentate dai media, spinsero le truppe russe all'esaurimento. Il 20 febbraio le operazioni militari sono state riprese. Le truppe cecene abbandonarono gradualmente la città e l'esercito russo non era in grado di impedirle. Dopo di che, le azioni militari scorrevano nel territorio della Cecenia orientale e occidentale.