529 Shares 5101 views

Lussuosa moschea di Hasan II – una visita di Casablanca

Negli stati islamici, lo stile architettonico dei monumenti religiosi è stato formato sotto l'influenza delle tradizioni e delle caratteristiche culturali nazionali. A Casablanca più di 25 anni fa c'è stata una maestosa moschea di Hasan II, che è diventata l'attrazione principale del Marocco. Sorprendentemente, è stato costruito sulla progettazione di un architetto francese che non è un musulmano.


In un edificio eretto utilizzando le più moderne tecnologie, si possono entrare anche coloro che non praticano l'Islam. E i turisti visitano sempre il biglietto da visita di Casablanca, perché non ci sono molte moschee in Marocco, dove i visitatori provenienti dall'Europa sono aperti ai visitatori.

La moschea, che simboleggia l'unità del paese

Nel 1980, il re Hassan II ha annunciato il suo desiderio di erigere la più alta moschea nel mondo. Ha anche posato la prima pietra nella fondazione del futuro punto di riferimento. Dopo 13 anni, un vero simbolo della nazione apparve sulla piattaforma sopra l'acqua, che ricorda una fregata che guarda dal cielo. Quando le onde di 10 metri dell'Oceano Atlantico durante le maree stanno battendo contro le pareti di un capolavoro religioso, sembra ai credenti che la grande moschea di Hasan II galleggiando come una nave.

Monumento all'unità del paese, costruito in onore del sessantesimo anniversario del monarca, impressiona con le sue dimensioni: la sua lunghezza è di 183 metri, la larghezza – più di 90 metri, l'altezza – quasi 55 metri.

Un capolavoro di architettura che ricorda una nave

L'oggetto religioso che ha reso la città moderna il cuore dello stato musulmano sorge sopra l'Oceano Atlantico su una piccola penisola artificiale ed è la vera incarnazione di quelle linee del Corano in cui viene descritto il trono di Allah costruito sopra l'acqua. La moschea di Hassan II, in piedi su una roccia, come se si esca da una schiuma di neve bianca innevata, abbina tradizioni islamiche moderne e antiche che si sono sviluppate nell'architettura. Il complesso gigante, distribuito su nove ettari, può ospitare fino a 100 mila credenti nelle sale e nel cortile.

L'insieme architetturale include una biblioteca, un parcheggio sotterraneo, una madrassa (seminario musulmano), un museo e una scuderia. Pertanto, la vera decorazione di Casablanca, come pronta per salire dalla scogliera sopra l'oceano fino al cielo, può essere giustamente chiamata il principale centro culturale della città.

Tecnologie innovative

L'architetto Michelle Pinzo ha lavorato per lungo tempo sulla progettazione della struttura grandiosa, divenuta patrimonio nazionale del paese. Durante la costruzione del miracolo del mondo musulmano, sono state utilizzate tecnologie innovative, come è stato costruito, pensando ad adattarsi alle condizioni meteorologiche. La struttura resistente ai terremoti, che sopporta anche un forte terremoto, non sorge su una superficie naturale, ma su una piattaforma artificialmente creata da piloni.

La maestosa moschea di Hasan II (una foto del capolavoro dell'arte marocchina moderna è presentata nell'articolo), sorprende con un enorme spazio interno dove la cattedrale cattolica di Notre Dame può essere situata a Parigi.

Arte dei Maestri

Più di seimila artigiani esperti provenienti da diverse parti del paese hanno lavorato a costruire una moschea che è stata paragonata ad una pietra preziosa e al suo design. Materiali da costruzione, oggetti decorativi sono stati portati da diverse parti del Marocco. La facciata delle monumentali dimensioni del monumento dell'arte architettonica si affaccia di marmo di neve in bianco e di crema e il suo tetto è rivestito con lastre di granito smeraldo. Le ampie sale sono ricche di colori diversi, decorati con rari marmi, affreschi, stucchi e mosaico.

Cosa sorprenderà la lussuosa moschea di Hassan II?

La sala di preghiera principale è ammirata da splendidi lampadari in vetro di Murano, la cui creazione è stata fatta dai migliori maestri di Venezia. Il peso totale della sola decorazione della moschea, portata dall'estero, supera 50 tonnellate. 78 alte colonne di granito rosa, brillanti nei raggi di luce solare, pavimento in marmo dorato, piastre di onice verde, mosaici colorati saranno felici anche molti turisti che hanno visto.

Al più alto minareto del mondo (210 metri) la sera, un proiettore laser inizia a lavorare, che invia raggi di luce verso il centro del mondo islamico – la Mecca, chiedendo la preghiera notturna. Curiosamente, questa è la prima moschea con pavimenti riscaldati.

Gli ospiti di un meraviglioso esempio di architettura marocchina, diventata la più visitata del paese, saranno sorpresi dalle porte con serrature elettroniche, il tetto, che sarà ampliato se i worship sono un ordine di grandezza maggiore rispetto alla moschea Hassan II (Casablanca) Vedere le acque dell'oceano e gli abitanti del fondo marino.

Orgoglio e scontento dei cittadini

La maggior parte dei residenti locali sono orgogliosi della costruzione lussuosa, per la costruzione di cui sono stati spesi oltre 800 milioni di dollari. Tuttavia, coloro che sono stati sfratti senza alcun risarcimento dalle case che erano in futuro il cantiere, sono infelici e credono che una tale imponente quantità potrebbe essere spesa non sulla moschea Hassan II, ma sulla costruzione di strutture sociali della città.

Sogno realizzato del monarca

Lussuoso, che ricorda una perla che è caduto nelle mani di un gioielliere qualificato, un alto edificio brillano fantasiosamente nei raggi del sole ogni volta che cambiano le sfumature. È ammirato da tutti i visitatori che hanno fatto un'escursione alla moschea di Hasan II.

Il Marocco è un paese esotico che vanta viste uniche. Ogni righello sognava di lasciare un ricordo di se stesso in forma di opere architettoniche reali che alla fine diventarono un tesoro nazionale. E il simbolo della città di Casablanca è il miglior risultato e sogno realizzato del re, che si è occupato dell'unità dello stato.