171 Shares 5521 views

Fatti interessanti sulla vita di Anna Andreevna Akhmatova. Breve biografia

Tutta la biografia di Akhmatova – fatti interessanti dalla vita del poeta. Il tempo era così. Era una ragazza insolita fin dall'infanzia.


Anna Andreevna Gorenko è nata l'11 giugno 1889 nei sobborghi di Odessa. Era una bambina ostinata, stava studiando male. Ma dall'età di dieci non ha scritto assolutamente poesie per bambini. I genitori erano sconvolti. Il padre disse: "Non disgraziare il mio nome!". Alle 16, Anna gridò: "E non ho bisogno del tuo nome!". E poi la storia cominciò con uno pseudonimo.

Due versioni

Fatti interessanti sulla vita di Akhmatova, naturalmente, includono una leggenda con il suo pseudonimo. Secondo una versione, nella famiglia di suo padre era un antenato – il tatar Khan Ahmat, a suo nome la ragazza e ha preso uno pseudonimo. D'altra parte, Akhmatova era la nonna materna, il cui nome prese, in modo da non disonorare il nome di suo padre, o meglio, di non indossare più il suo nome.

Fatti interessanti sulla vita di Anna Akhmatova come poeta novizio

Nel 1912, la prima collezione di poesie di Akhmatova "Sera". La prefazione è stata scritta da Mikhail Kuzmin. In quei giorni era di moda che le prime pubblicazioni del poeta novizio dovevano essere scritte dalla prefazione di scrittori letterari già tenuti. Kuzmin ha immediatamente compreso la sua natura. Già in questa raccolta potete vedere l'amore e il talento del poeta per i dettagli. "Canzone dell'ultima riunione", dove mette guanti non corretti, e poi "strinse le mani sotto un velo scuro" e così via.

La critica ha cominciato a chiamare la poesia Akhmatova un romanzo lirico. Ciò significa che c'è una narrazione, in ogni poesia c'è questa o quella storia. È molto dinamico, pieno di dettagli che non sono secondari.

Quindi nessuno scrisse, né prima né dopo, come Anna Akhmatova. Biografia, fatti interessanti dalla vita, tuttavia, per qualche motivo la gente è più interessata a persone che alla sua creatività. Anche se, naturalmente, senza tutti questi dettagli non capisce la profondità della sua poesia, tutto il significato che ha impadronito nelle sue opere. Quindi è utile conoscere fatti non interessanti e interessanti dalla vita di Akhmatova, per studiare brevemente la sua biografia.

Anna e Nikolay

Nella biografia del giovane Akhmatova, ci sono molte coincidenze con la biografia di Nikolai Gumilev. Entrambi studiarono al Tsarskoye Selo Lyceum, entrambi erano influenzati dal poeta Innokenty Annensky, che era il direttore del Lyceum. Entrambi iniziarono a scrivere poesie. Non è un caso che si sono innamorati l'uno dell'altro. E lo stesso anno, in cui la collezione "Sera" è uscito, si sono sposati.

Si incontrarono nel 1903 e, naturalmente, Nicholas si innamorò immediatamente di una ragazza dai capelli neri che per sempre divenne musa.

Fatti interessanti sulla vita di Anna Akhmatova con Gumilev

Il matrimonio non potrebbe avere successo. Gumilev ha ritenuto che la sua donna preferita, la sua musa sia anche un concorrente e, a quanto pare, lo batte. Anna è già riconosciuta come poeta e scrive ancora poesia. Nel 1914 Gumilev volontario per la guerra. Anna ha dedicato poesie a lui, anche se a quel tempo non vivevano più insieme. Entrambi hanno trattato religiosamente la guerra. Fu in questo momento che la "cittadinanza" del versetto di Akhmatov prendeva forma. È molto devota alla sua patria, ama la sua terra, simpatica con tutti gli eventi che si verificano con il suo paese.

Nel 1918, la coppia si è ufficialmente divorziata, Akhmatova si è sposata nuovamente. Suo marito era uno scienziato e poeta Vladimir Shileiko. Non le piaceva mai la gente comune.

I nickname di Akhmatova

Il fatto che Anna Andreevna sia stata assegnata soprannominati a margine, nella stampa, tra i popoli, rivela anche fatti interessanti dalla vita di Akhmatova. Già da 24 anni è stata chiamata mezza luna per metà-luna per il suo cambiamento frequente di mariti. Per il suo lavoro era soprannominata Sappho russo e Anna di tutta la Russia. L'ultima è bella, la prima, naturalmente, no. Tuttavia, lei stessa meritava una tale reputazione. Non c'era una sola parola cattiva che non poteva chiamarsi se stessa in versi. Ha anche definito una madre cattiva.

Tuttavia, nonostante tutto, molte donne, fino alla Seconda Guerra Mondiale, vestite e stilizzate sotto Akhmatova, così si sono apprezzate la sua immagine, che ha scritto da sé: "Sul collo dei piccoli rosari".

I fatti interessanti della vita di Akhmatova potrebbero essere brevemente riassunti nell'enumerazione dei suoi amati e mariti. Ma in quei giorni sembrava un fatto sconcertante – lasciare da uno all'altro, poi verso la terza e così via. Infatti, i fatti più interessanti sulla vita di Anna Akhmatova sono in un altro. Nelle sue tragedie, nei suoi rapporti con la letteratura e con il paese.

Tempo di grandi sconvolgimenti

1921 era per Anna Andreevna un anno di grandi sconvolgimenti. Quest'anno, hanno sparato Nikolai Gumilev, che dopo il divorzio non hanno cessato la comunicazione. Quasi al tempo stesso, muore Alexander Blok, che era per lei un grande poeta, un modello la cui perdita si sentiva molto tragica. È incredibile che in quel momento il suo talento si arricchisce, il dono diventa più forte e più potente. E non è affatto immersa in uno stato solitario depresso.

Il 10 agosto è il giorno del funerale di Blok e il giorno dell'icona sacra di Smolensk. E Akhmatova dedica un poeta al versetto: "E Smolenskaya è ora una ragazza di compleanno". Questa è una poesia commemorativa, in futuro ci saranno molti altri. Akhmatova ha seppellito molti amici e persone vicine nella sua vita.

Nello stesso anno, l'uomo di una amata poetessa ha lasciato la Russia per sempre. Naturalmente lo chiama con lui. Ma lei non lascia la sua patria, preferisce sopportare tutte le difficoltà con lei.

I fatti più straordinari e interessanti della vita di Akhmatova resteranno per sempre sconosciuti a noi – questo è ciò e come ha contribuito a sopportare tutti i colpi del destino. Era un uomo di grande cultura e intelligenza. Dante e Shakespeare ha letto nell'originale, è stato un grande scrittore di testo, uno specialista nella storia della creazione dei loro lavori. E questo è in quei tempi in cui non c'era niente da indossare e aveva abbastanza forza per la scienza e la creatività.

Akhmatova ha studiato tutta la sua vita dai libri e dai testi con cui ha lavorato. Ha ottenuto anche il mantello di un dottore di letteratura in Inghilterra. Anna Andreevna morì nel 1866, ma rimase per sempre nella storia della letteratura russa e mondiale.