263 Shares 5698 views

personaggi familiari e nuovi attori. "Lo Hobbit: la desolazione di Smaug"

La seconda parte della trilogia, "Lo Hobbit", è stato rilasciato nel mese di dicembre del 2013, si è rivelato, infatti, come tutti i progetti genio Peter Jackson, su larga scala, accattivante ed epica. Non il ruolo almeno nel successo del mondo rotolato dipinti giocato un attore di talento. "Lo Hobbit: la desolazione di Smaug" – un fantastico enorme portata e meticoloso lavoro fatto da tutti i membri dell'equipaggio. artisti e costumisti make-up hanno lavorato duramente per ricreare sullo schermo le splendide immagini dei tuoi personaggi preferiti del mondo di Tolkien. Una splendida fusione di dare tutto al 100% per soddisfare gli appassionati più esigenti del libro.


unico tiro

Se nel caso di adattamento di "Il Signore degli Anelli" Peter Jackson ha dovuto cercare molto difficile per ospitare tutta la storia in tre film, poi con "The Hobbit" si è rivelato esattamente l'opposto. Piuttosto breve storia Jackson è riuscito ad allungare a tre film epici, aumentando così il numero di caratteri a scapito di altri eroi della Terra di Mezzo, incarnata sullo schermo le scene di battaglia incredibili e alcuni aggiunti nuovi dettagli alla storia. Tutto questo non rovinare la storia, ma per renderlo più energico, interessante e divertente. Un fatto interessante è che il film "La desolazione di Smaug," è stato il primo film, che è stato girato a 48 fotogrammi al secondo telecamera 3D Red Epic. A causa delle quasi cinquanta queste telecamere, la sparatoria ha avuto luogo con gli angoli assolutamente impossibili, permettendo di fare un quadro il più realistico possibile per lo spettatore.

Piccola, ma il più importante

Una splendida selezione di personaggi interpreti – ecco un'altra carta del film "Lo Hobbit: la desolazione di Smaug." Attori e ruoli che incarnano sullo schermo, scelti con cura e pensato. Alcuni hanno già familiare agli spettatori della trilogia "Il Signore degli Anelli", con una grande parte introdotta nel primo film, "Un Viaggio Inaspettato", ma non v'è la seconda parte di "The Hobbit" e nuovi personaggi di marca, che erano aperti solo. Ma andiamo con ordine.

L'eroe principale del viaggio che, di fatto, viene narrata la storia di Tolkien – è Bilbo Baggins, interpretato dall'attore britannico Martin Freeman, ha ricevuto riconoscimenti in tutto il mondo per il ruolo di Watson in teleadaptatsii Romanov Konan Doyle come "Sherlock". I fan di JRR Tolkien e dei suoi adattamenti di Peter Jackson erano già familiarità con questo personaggio dal momento che il "Signore degli Anelli". Non c'è non più giovane Bilbo interpretato da Ian Holm, illuminato e nella prima parte di "The Hobbit". Ma, come la storia delle incredibili avventure del giovane Baggins è un prequel di "Il Signore degli Anelli", poi l'attore per questo ruolo raccolse più giovane, e Martin Jackson approvato per il ruolo con poca o nessuna fusione.

volti noti

Inoltre, Freeman Baggins nel film, ci sono altri caratteri importanti, e quindi gli attori. "Lo Hobbit: la desolazione di Smaug" di nuovo riuniti sul set delle stelle del "Signore degli Anelli". nuovo Ian Makkelan abituato all'immagine del potente mago Gandalf, che ha conquistato i cuori di milioni di donne. Orlando Bloom di nuovo incarnato l'immagine di ben assestato elfo Legolas. Un impareggiabile Keyt Blanshett restituito al ruolo del potente sovrano degli elfi di Galadriel.

I nani di Erebor

Nella parte principale della trilogia comprende anche nuovi attori. "Lo Hobbit: la desolazione di Smaug" continua la storia iniziata nella prima parte, in cui Baggins in un viaggio con i nani che vogliono restaurare la grandezza della sua razza, ripristinando la sua antica cittadella – l'antico centro del loro potere. A capo di questa campagna è stato il successore di Erebor Torin Duboschit, interpretato da Brit Richard Armitage, a "Lo Hobbit" non è molto noto ad un vasto pubblico, ma sicuramente ben incarnato il suo carattere, per quel "Saturn" ha vinto il prestigioso premio nel 2015. Il resto dei nani dalla squadra nel romanzo di Tolkien era stato prescritto, non così dettagliata come Thorin, così la troupe del film ha avuto se stessi per pensare fuori e prescrivere caratteri. Gli attori del film "Lo Hobbit: la desolazione di Smaug," hanno giocato i nani – è Ken Scott (Balin), Peter Hambleton (Gloin), Dzheyms Nesbitt (Bofur), Eydan Terner (Kili), Mayk Hedlou (Dori), Dean O'Gorman (Fili ), Grem Maktavish (Dwalin), Stiven Hanter (Bombur), Dzhed Brofi (Nori), Dzhon Kallin (Oin), Uilyam Kirher (Bifur) e Adam Brown (Ori).

Nuovi eroi della Terra di Mezzo

Nella seconda parte della trilogia, e sembrano completamente nuovi personaggi, ma attori molto familiari. "Lo Hobbit: la desolazione di Smaug" finalmente introdotto il pubblico con il re degli Elfi di Bosco Atro Thranduil, padre di Legolas in combinazione, per l'attore americano Lee Pace. Sorprendentemente, la sua sullo schermo figlio Orlando Bloom più grande di lei sullo schermo Pace padre per due anni. Ma poi, sono gli elfi, per indurre in errore la loro età.

Un altro grande rappresentante del popolo della foresta, che è apparso nella cornice del secondo film sul mio hobby – è Tauriel, che, tuttavia, non è nel testo della storia originale, ma non ha smesso il suo organicamente integrare nella storia. In questo ruolo ha scelto deliziosa Evandzhelin Lilli, che è un grande fan di Tolkien, anche dalla giovane età, e per il suo ruolo ha preso lezioni di scherma, tiro con l'arco, e anche imparato la lingua degli Elfi.

In generale, svolgere un ruolo degli attori nei film. "Lo Hobbit: la desolazione di Smaug" – l'immagine di un unico sotto molti aspetti. Ingegnoso Kemberbetch Benedetto ha dato la sua voce, il movimento e le espressioni facciali Negromante di Dol Guldur, e la stessa cosa ha fatto con se stesso il drago Smaug. Per sfruttare al meglio abituarsi alla immagine del terribile lucertola, un talento britannico ha speso un sacco di tempo allo zoo, studiando vari rettili. I suoi sforzi non sono stati vani, e il pubblico ha apprezzato gli antichi rettili. Role-Bard l'Arciere, che in seguito divenne re Bard I, andato a stella nascente Luke Evans.