739 Shares 8494 views

Ebreo cupo Max Payne. L'attore che ha eseguito questo ruolo e le caratteristiche del film

Nel 2008 è stato girato un film di thriller americano in stile noir – Max Payne. L'attore Mark Wahlberg ha giocato il ruolo principale e il suo partner è Mila Kunis. La trama è basata sulla serie omonima dei giochi per computer finlandesi.

Riepilogo dello scenario

Al centro della trama è un poliziotto di New York chiamato Max Payne (attore – Mark Wahlberg). Ha tutto quello che vuoi: una prosperità, una moglie amorosa e un bambino piccolo. In un attimo la sua vita si rovescia, quando uno psicopatico uccide la sua famiglia. Da quel momento, lo scopo principale del poliziotto è vendetta. Caccia l'assassino, arriva agli angoli più bui di New York, dove interseca con tossicodipendenti, rapisti, ladri e vandali. Qualche tempo dopo, fu espulso dai corpi, poiché era sospettato di omicidio, che non aveva commesso. "Max Payne" – un film su un uomo che non ha niente da perdere. Guarda la vita attraverso il prisma del male, e tutto ciò che la sua anima desidera è vendicarsi ai suoi cari.

Come iniziare a girare

Inizialmente, il ruolo del personaggio principale era previsto per chiamare l'attore Clive Owen, dal momento che era come Max dal gioco. Dopo un po 'di tempo, i registi hanno prestato attenzione a Mark Wahlberg, che a quel tempo non era impegnato in nessuna sparatoria. Dopo aver ricevuto la proposta, l'attore lo ha immediatamente rifiutato dicendo che la sua carriera non era ancora arrivata, quindi non sarebbe stato rimosso in "deliberato sciocchezze". Tuttavia, dopo aver ascoltato gli argomenti dei suoi consiglieri, e anche dopo aver letto lo script, Wahlberg letteralmente si innamorò di un personaggio chiamato Max Payne. L'attore ha anche iniziato a giocare a questo gioco, ma fino alla fine non è arrivato a causa del programma di lavoro stretto. Più tardi, consultò con il suo amico, esperto di questo sviluppo finlandese.

Il film "Max Payne". Attori e ruoli

I personaggi che agiscono in questa immagine non sono molto. Le persone presenti nel telaio sono presenti, ma i loro ruoli sono fugaci, insignificanti, in quanto tutta l'attenzione si concentra sul personaggio principale, sul suo dolore e sulla sete di vendetta. Tuttavia, è impossibile perdere di vista le due eroine – Mona e Natasha Sachs, che, secondo la storia, sono sorelle eseguite da Mila Kunis e Olga Kurylenko. Il regista deliberatamente ha scelto le attrici russe con radici slave, poiché all'inizio del film vediamo come comunicano tra di loro nella loro lingua madre. Anche nel film incontriamo l'attore e l'artista hip-hop Ludakris come Jim Bravura. Paradossalmente, un rapper giovane afroamericano qui gioca un capo bianco e vecchio. Anche nel film, Bo Bridges ha interpretato Hensley.

Max e Mona

Alla fine del film, Mona diventa la stessa ragazza con cui Max Payne connette la sua vita. L'attore Mark Wahlberg in tandem con Mila Kunis prima apparirà sullo schermo come una coppia, e come si è scoperto, non l'ultima volta. Nonostante l'atmosfera tenebrosa e un piccolo numero di dialoghi, i direttori hanno osservato che questi due sembrano buoni insieme. Pochi anni dopo saranno invitati a suonare una coppia sposata in una commedia chiamata "Il Terzo Extra", un film preferito per tutti i giovani.

Un po 'sull'atmosfera

Dai primi minuti di osservazione non si può non rendersi conto che "Max Payne" è un film estremamente grigio, cupo e deprimente. È girato nello stile di noir, che è estremamente raro nel cinema moderno. Tuttavia, l'atmosfera della disperazione e la mancanza di una voglia per la vita sono creati non solo a causa della scala di colore, ma anche grazie alla trama. La tavolozza grigia combinata con una depressione insormontabile, con innumerevoli bande marginali e con il desiderio di restituire ciò che non può essere restituito, ha reso questo film unico nel suo genere.

Fonti di ispirazione

A differenza del film "Resident Evil", sulla base della quale hanno fatto lo stesso gioco, la situazione con "Max Payne" era il contrario. Lo script è stato totalmente scritto dal gioco, tuttavia, come alcuni dettagli di entourage. L'idea di creare un'atmosfera nera e bianca per il regista sorse dopo aver visto la "Città dei Sins", così come alcuni capolavori di Quentin Tarantino. Alcune fonti indicano che i creatori si sono rivolti a diversi momenti dalla "Matrice", ad esempio, il film non ha toni blu. In combinazione con lo scenario tragico, l'immagine di "Max Payne" con Mark Wahlberg è diventata lo standard di un cinema dannoso e deprimente. Dopo averlo visto, voglio sedere in silenzio e pensare a che cosa sia veramente una disgrazia.