284 Shares 5790 views

Meravigliosa pianta di cardo: indicazioni per l'uso

Al giorno d'oggi sempre più persone preferiscono usare i rimedi omeopatici nel trattamento di varie malattie. E molti di loro sono molto più efficace di compresse convenzionali. E le erbe nella prevenzione delle malattie sono semplicemente insostituibile. Un tale impianto è il latte di cardo. Questa erba è considerata la culla del Sud Europa. Ma a causa della sua pianta senza pretese si è diffusa in quasi tutto il mondo. La sua facile da trovare e in Crimea e nel Caucaso, e nella Russia centrale. Che tipo di pianta, e perché è così tanto da dire?


Latte: proprietà medicinali

Questa elevata (fino a 150 cm) mono- o pianta biennale, molto simile al cardo. L'unica cosa che lo contraddistingue – è quello di cardo mariano sulle foglie hanno macchie bianche e macchie. Il tronco della pianta è eretta, coperto di spine. Le foglie sono larghe e spesse, i bordi sono anche le spine. L'infiorescenza è raccolta nel riquadro grigio. I fiori sono di colore rosso o rosa, tubolare, con un ciuffo di peli bianchi alla fine. Fiorisce da maggio ad agosto. In medicina, usato i semi e le radici e le foglie. proprietà medicinali delle piante sono stati osservati dai medici in tempi antichi. E non è un caso. Come mostrato da recenti studi, cardo mariano è ricco di micronutrienti e acidi preziosi. Così, in questa pianta contiene circa il 20% di proteine, 30% di grassi, il 25-30% di olio prezioso. Anche in questa erba ha quasi tutte le vitamine del gruppo B, così come A, K, D, E, e altri. microelementi presenti – Zn, Cu, Se. L'olio contiene acidi come linoleico, arachidico, behenico, oleico, palmitico, stearico, meristinovaya. Questo olio è usato non solo in medicina, ma anche nel settore alimentare. C'è usato come additivo alimentare dietetico. medicina tradizionale utilizza principalmente cardo per il trattamento di malattie associate con il fegato e vasi sanguigni, urolitiasi. In ricette popolari campo di applicazione è molto più ampia. Anche questa pianta sono utilizzati per il miglioramento complessivo del corpo, soprattutto dopo gravi malattie e antibiotici.

Latte: indicazioni per l'uso nel trattamento del fegato

Trenta grammi di semi in una polvere sminuzzato versarsi acqua bollente (circa 2,5 tazze) ed evaporazione del brodo a fuoco molto basso fino a fino il liquido riduceva due volte. Ricevuto fresco e mezzi per prendere un cucchiaio di ogni ora. Il corso del trattamento – tre settimane, poi fare una pausa di due settimane. Se necessario, ripetere.

Latte: indicazioni per l'uso per le vene varicose

Cucchiaino di semi o erbe tritate, versare un bicchiere di acqua bollente e infusione per mezz'ora. Prendete una mattina infuso caldo prima di colazione e prima di coricarsi.

Latte: indicazioni per l'uso per il trattamento dell'obesità

Se avete intenzione di perdere peso, il cardo mariano può essere molto utile. Promuove le tossine delle piante e le tossine dal organismo, e la perdita di peso a disposizione di rifiuti è uno dei compiti principali. Per fare questo, preparare un pasto – tritato in un frullatore i semi e le foglie della pianta. Mezzi dovrebbero essere prese prima dei pasti per un cucchiaino quattro volte al giorno con acqua minerale calda.

Latte: indicazioni per l'uso per il ringiovanimento

La pianta contiene elevate quantità di vitamina E e silimarina. Il primo è un antiossidante molto potente, ed una seconda rafforzare le pareti cellulari e quindi impedisce processi di ossidazione.

Latte: l'uso, controindicazioni, curiosità

Inoltre, questa pianta è usata per curare le ferite di lunga guarigione. L'area interessata dovrebbe essere spruzzato Schrott. dermatologi raccomandano anche di prendere estratti di Silybum per il trattamento di tutti i tipi di malattie della pelle come la vitiligine, eczema, diatesi, psoriasi, e altri. Più questa pianta è quasi l'unico mezzo, la cui applicazione può sopravvivenza dopo l'avvelenamento fungo pallido. Controindicazioni per l'uso come non ce ne sono, l'unica cosa – è l'intolleranza di componenti separati, che sono inclusi nella composizione chimica delle piante.