312 Shares 5100 views

La guerra dei sei giorni

Il conflitto tra Egitto e Israele è stato birra molto tempo prima che gli eventi del giugno 1967. E 'che il tempo è diventata un punto di svolta nella storia di Israele. La guerra dei sei giorni è durato dal 5 al 10 giugno e ha portato risultati inaspettati per entrambe le parti.


Presidente egiziano Gamal Abdel Nasser stava preparando un'azione militare in anticipo. 22 maggio ha emesso un ordine di chiudere tutte le rotte marittime alle navi israeliane, violando così nessun accordo internazionale. In risposta a tali azioni secondo il diritto internazionale, Israele potrebbe lanciare un'azione militare, ma non lo fece. Tale silenzio è stato visto da Egitto come un segno di debolezza e rafforzato la sua fede nella propria superiorità. E 'seguita la guerra dei sei giorni era inevitabile.

Da questo punto in poi nelle dichiarazioni del presidente Gamal Nasser Abdelema sentito le minacce contro Israele e promette di cancellare il loro stato dalla carta geografica. Minacce sono state sostenute dalla firma di un'alleanza con gli stati confinanti con Israele. Army è stata costituita nel territorio della Giordania.

L'atmosfera è cresciuto di tensione, e seminò il panico tra i civili popolazione di Israele. Il governo, rappresentato dal Primo Ministro Levi Eshkol non poteva lenire e ispirare le persone. Tutti gli uomini di età compresa tra 18-55 sono stati chiamati per il servizio militare. La guerra in Israele, sarebbe stato breve.

Il governo di Israele non ha aspettato per un'azione militare diretta da parte degli arabi e il primo colpo al nemico. 5 giugno 1967, l'aviazione israeliana ha distrutto l'intero aerei da combattimento d'Egitto e ha causato gravi danni al velivolo siriano. Su richiesta del Primo Ministro di Israele, rappresentanti delle Nazioni Unite indirizzata al re di Giordania, con la richiesta di non entrare in guerra e sono stati rifiutati.

Ha iniziato l'azione militare su vasta scala. Perdita di Air Force affrontato Nasser duro colpo per l'ego. agenzie di intelligence israeliani sono riusciti a registrare una conversazione con Nasser, Re Hussein, in cui si è discusso cosa dire al pubblico che le operazioni militari insieme con gli aerei israeliani coinvolti britannica e americana. Dopo una tale dichiarazione, tutti i paesi arabi hanno rotto le relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti. Una settimana dopo, Korol Huseyn scusato per la menzogna. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che la registrazione della conversazione è stato reso pubblico.

Le truppe israeliane hanno agito rapidamente. Hanno sequestrato rapidamente la penisola del Sinai, Giudea e Samaria. La più grave è stata la battaglia per le alture del Golan. Tuttavia, il 10 giugno, Israele e catturati.

La guerra dei sei giorni ha causato la morte di 679 ebrei. Per un piccolo paese che aveva perdite enormi. Nonostante questo, il mondo ebraico era giubilante.

I nuovi confini sono stati identificati, Israele ha aumentato la superficie quasi quattro volte. Nonostante la clamorosa vittoria, compito principale di Israele è stato quello di stabilire la pace. Era pronto a restituire una parte dei territori conquistati in cambio di un accordo di pace che pose fine alla guerra il più rapidamente possibile. Israele è stato istituito presso il mondo.

Tuttavia, i paesi arabi non hanno accettato di questo, e le relazioni tra i paesi solo peggiorato. Pochi mesi dopo, il capo dei paesi arabi si è riunito e ha dichiarato categoricamente pace con gli ebrei e non riconoscimento del loro stato.

La guerra dei sei giorni ha colpito non solo la vita dello stato ebraico, ma anche ai rappresentanti delle persone che vivono in altri paesi. L'eroismo e il coraggio dei soldati, che si manifesta durante la guerra, riempito i cuori di tutti gli ebrei orgoglio e gioia. Gli ebrei americani inviati grandi somme di denaro, prima, durante e dopo la guerra al fine di mantenere l'esercito e civili. Nelle file dei membri dell'organizzazione ebraica "United Jewish Appeal" ha cominciato a entrare i cittadini dei diversi paesi. Soprattutto l'aumento del numero di giovani partecipanti.

Discendenti degli ebrei che avevano già iniziato a dimenticare le proprie radici, hanno sempre venire in Israele.